Alergoftal: istruzioni per l'uso


Ti chiediamo di prestare attenzione che prima di acquistare il farmaco Alergoftal è necessario leggere attentamente le istruzioni per l'uso, i metodi di applicazione e la dose, nonché altre informazioni utili sul farmaco Alergoftal. Sul sito "Encyclopaedia of Diseases" troverete tutte le informazioni necessarie: istruzioni per l'uso, dosaggio, controindicazioni, così come recensioni di pazienti che hanno già usato questo farmaco.

Composizione e forma di rilascio

1 ml collirio contiene antazoline fosfato 5 mg, nafazolina cloridrato 0,25 mg;

in bottiglie-contagocce per 10 ml, nella confezione 1 bottiglia.

Alergoftal - Azione farmacologica

Blocca i recettori H1 dell'istamina, inibisce l'effetto dell'istamina sulla muscolatura liscia dei vasi sanguigni e dei bronchi (antazolin).

Eccita gli alfa-adrenorecettori della muscolatura liscia della parete vascolare, ha un effetto vasocostrittore (nafazolina).

Riduce la gravità dei sintomi della congiuntivite allergica (iperemia, prurito).

Alergoftal - Indicazioni per l'uso

Congiuntivite allergica .

Controindicazioni

Le principali controindicazioni all'uso di colliri sono le seguenti:

- ipersensibilità (compresi i componenti del farmaco);

- insufficienza cardiaca grave;

- ipertensione arteriosa ;

- Adenoma della ghiandola prostatica;

- glaucoma ad angolo stretto;

- Gravidanza , allattamento al seno;

- Età dei bambini.

Alergoftal - Dosaggio e somministrazione

Congiuntivale, 1-2 gocce 4 volte al giorno nell'occhio colpito.

Applicazione in gravidanza e allattamento

Controindicato in gravidanza. Per la durata del trattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

Interazione con altri farmaci

Non è raccomandato l'uso simultaneo con antidepressivi, inibitori MAO.

Alergoftal - Precauzioni

Con l'uso simultaneo di altri colliri, l'intervallo tra l'instillazione dovrebbe essere di almeno 5 minuti.

Se la condizione peggiora o se non vi è alcun effetto terapeutico entro 72 ore, il trattamento deve essere interrotto.

Effetti collaterali

Midriasi, aumento della pressione intraoculare, reazioni sistemiche (aumento della pressione sanguigna, disturbi del ritmo cardiaco).

Reazioni allergiche, eruzioni cutanee, irritabilità, mal di testa , nausea; gonfiore della mucosa della cavità nasale (se applicato più di 1 settimana).

Sintomi di overdose: inibizione, ipotermia, sonnolenza.

Trattamento: sintomatico.

Condizioni di conservazione e durata

Il farmaco contiene un conservante di mercurio. Dopo aver aperto la fiala, la soluzione può essere utilizzata per 30 giorni.

Elenco B: conservare in luogo buio a temperatura ambiente. Periodo di validità 24 mesi.

Vogliamo prestare particolare attenzione al fatto che la descrizione del farmaco Alerhofal è presentata solo a scopo informativo! Per informazioni più accurate e dettagliate sul farmaco Alergoftal, fare riferimento esclusivamente all'annotazione del produttore! Non automedicare! Dovresti assolutamente consultare un medico prima di iniziare il farmaco!