Distrofia alimentare: sintomi, trattamento


алиментарная дистрофия La distrofia alimentare (edema epidemico, edema privo di proteine, malattia della carestia, edema militare, edema della carestia, malattia edema) è una malattia di malnutrizione inadeguata a lungo termine che si manifesta con alterazioni distrofiche negli organi e nei tessuti con funzioni alterate, disturbi progressivi di tutti i processi metabolici, l'attività fisica, la cachexia, l'edema e l'esaurimento generale

Le cause della distrofia alimentare

La causa principale di questa malattia è l'inadeguatezza qualitativa e energetica pluriennale di alimenti, che diventa un carattere di massa minaccioso durante i periodi di disastri naturali e conflitti militari. A causa di cause endogene o esogene, una quantità inadeguata di nutrienti viene fornita al corpo e, di conseguenza, viene assorbita. In particolare influenza negativamente lo stato della carenza di proteine, grassi e acidi grassi, vitamine e aminoacidi essenziali.

A causa della prolungata mancanza di nutrizione adeguata, a causa dei cambiamenti distrofici, le funzioni della maggior parte degli organi sono interrotti, ipoproteinemia e insufficienza poligligare

sintomi

Ci sono tre stadi di distrofia alimentare.

La prima tappa

È caratterizzato da una riduzione della dieta, un'appetito e una sete aumentati, la pollakiuria, un aumento del desiderio di consumare sale da tavola. Tuttavia, la condizione generale dei pazienti in questa fase non è notevolmente influenzata.

La seconda fase

C'è una forte perdita di peso, debolezza muscolare e leggera ipotermia del corpo, la condizione generale peggiora, l'edema ipoproteinemico si sviluppa sulle gambe e si perde la disabilità. C'è un aumento dell'appetito, della sete, della polyciclina, dei cambiamenti nella psiche e dei cambiamenti distrofici iniziali nei vari organi.

La terza fase

, анемия, зачастую появляются пролежни. Per questa fase si manifestano la completa scomparsa del tessuto sottocutaneo, la cachexia, l'atrofia muscolare, i cambiamenti pronunciati nella psiche, nella debolezza, nell'apatia, nella polhypovitaminosis, nella parestesia, nei segni di insufficienza renale e cardiaca, stitichezza , anemia e spesso ricoveri. Si sviluppa ipotermia evidente (in alcuni casi la temperatura corporea può scendere a 30 ° C), acidosi, ipotensione. In alcuni casi, si sviluppa il coma cosiddetto affamato, probabilmente l'improvviso insorgenza della morte.

In assenza di misure di emergenza di trattamento, il corso della malattia ha un carattere progressivo fino alla fase di sviluppo del coma della fame. , кишечные инфекции, пневмония и пр.); La morte dei pazienti nella terza fase della distrofia alimentare avviene sotto forma di una cosiddetta morte accelerata (il paziente muore entro 24 ore), che può essere causata dall'attaccamento di una malattia infettiva ( tubercolosi , infezioni intestinali, polmonite, ecc.); o sotto forma di un graduale lento morire. Una delle cause della morte improvvisa può essere anche un lieve disturbo fisico

Trattamento della distrofia alimentare

Inizialmente, un completo riposo mentale e fisico, arricchito di proteine ​​e vitamine, è necessaria una nutrizione completa con una fase di espansione della dieta. Parallelamente, è necessaria la somministrazione endovenosa di vitamine, proteine ​​idrolizzate e plasma.

Viene condotta una terapia sintomatica delle malattie concomitanti degli organi interni, con edemi pronunciati sono prescritti diuretici, ormoni steroidi anabolizzanti. Le sessioni di fisioterapia sono rispettate.

Quando il paziente coma affamato deve immediatamente riscaldare i riscaldatori (quindi dare una bevanda calda). Ogni due ore viene somministrata 50 ml di soluzione al glucosio al 40% per via endovenosa, preparati per la nutrizione parenterale (poliammina 400 ml o idrolisi 1 l ecc.) Vengono alimentati a goccia. Con convulsioni, 10 ml di soluzione cloruro di calcio 10% viene somministrata per via endovenosa. Dopo aver rimosso il paziente dal coma necessariamente - il tè caldo e le frazioni sono pasti frequenti in piccole porzioni.