Allergia alle proteine ​​della mucca


аллергия на коровий белок фото Un'allergia alle proteine ​​della mucca è un problema abbastanza grande per molti genitori, dal momento che moltissimi bambini e neonati soffrono di intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino. L'allergia più comune alle proteine ​​della mucca si osserva nei bambini di età inferiore a un anno.

In caso di intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino, manifestazioni allergiche della pelle, di regola, sono il risultato di una frettolosa transizione a nutrirsi di latte vaccino dopo l'allattamento. Ciò accade più raramente quando il bambino viene alimentato con una formula di latte vaccino ed è causato da una maggiore sensibilità alla struttura proteica del latte dei recettori intestinali. Ciò è dovuto al fatto che diversi produttori di miscele di latte hanno una diversa struttura della proteina, quindi solo nel caso di una graduale sostituzione di una certa formula di latte al più uguale, di solito porta alla scomparsa delle manifestazioni allergiche della pelle. La sostituzione della miscela di latte è coordinata al meglio con il pediatra che guida il bambino, e va ricordato che in caso di frequenti cambi di formule del latte, le manifestazioni allergiche sulla pelle del bambino aumenteranno solo.

Le principali cause di allergia alle proteine ​​del latte vaccino :

• Transizione troppo affrettata dall'allattamento al seno, all'alimentazione di un bambino a base di latte vaccino o direttamente al latte vaccino stesso

• Nutrire una formula di latte a base di latte per bambini, la cui tecnologia di cottura è stata spezzata, vale a dire Le istruzioni di cottura consigliate indicate sulla confezione non sono state chiaramente implementate. In questo caso, la prevenzione di una reazione allergica sarà la preparazione di una formula del latte con una chiara implementazione di tutte le raccomandazioni

• La transizione all'alimentazione del bambino con una formula di latte è stata eseguita sullo sfondo di una situazione stressante: la fornitura di vaccinazioni preventive, l'ipotermia o il surriscaldamento del bambino, la presenza di dysbacteriosis intestinale , raffreddori o altre cause

Nei bambini del primo anno di vita, la diatesi allergica di solito si sviluppa a causa dell'intolleranza al lattosio ("zucchero del latte") - carboidrati, che è contenuta nel latte vaccino, nel latte materno e nelle formule del latte. L'intolleranza allo zucchero del latte, secondo le teorie avanzate, si sviluppa in caso di predisposizione ereditaria. Praticamente ogni persona ha amici che bevono latticini (contengono una piccola quantità di lattosio), mentre rifiutano categoricamente il latte. Oltre alle reazioni allergiche cutanee, l'intolleranza al lattosio si manifesta con un basso aumento di peso, eruttazione costante, feci molli o, al contrario, stitichezza, coliche intestinali frequenti. In assenza di concomitanti problemi gravi (malattia del sistema nervoso centrale, disbatteriosi intestinale, ecc.), L'intolleranza al lattosio a causa della predisposizione ereditaria inizia a manifestarsi gradualmente dopo il primo anno di vita, senza compromettere ulteriormente la salute e il benessere del bambino.

Lo sviluppo di allergia a latte in polvere e latte in caso di intolleranza allo "zucchero del latte" può riapparire sullo sfondo dell'infezione intestinale (feci liquide per lungo tempo), a condizione che la dieta non venga osservata durante il trattamento e dopo la malattia. La prevenzione di questo è una dieta correttamente equilibrata, sia durante il periodo di malattia che durante il recupero da esso.

Se la dysbacteriosis intestinale è grave, il bambino deve passare a una dieta priva di lattosio, oa una miscela con un basso contenuto di lattosio. Inoltre, dopo una precedente infezione intestinale, dovrebbero passare dai sette ai dieci giorni per astenersi dall'introdurre nuovi alimenti nella dieta quotidiana. Nel caso in cui l'allergia alle proteine ​​della mucca sia chiaramente stabilita e il grado di gravità del problema sia determinato, la questione di cambiare la dieta dovrebbe essere a lungo non ritardata da decidere con il medico curante. Questo cambiamento, a seconda della situazione, può comprendere il passaggio all'alimentazione con una miscela con completa assenza di lattosio, passaggio a una miscela ipoallergenica (queste miscele hanno un alto grado di scissione delle proteine ​​del latte vaccino), un cambiamento nella dieta,

I più popolari al momento sono miscele terapeutiche a base di soia. Queste miscele sono utilizzate in caso di allergia confermata alle proteine ​​della mucca e intolleranza al lattosio.

Intolleranza al lattosio in combinazione con l'intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino, il medico può assumere nel caso in cui l'ansia espressa del bambino sia associata a coliche intestinali, eruttazioni, manifestazioni cutanee allergiche cutanee e cambiamenti nella natura delle feci. L'allergia più grave alle proteine ​​della mucca si verifica nei bambini i cui parenti adulti hanno sofferto di questa malattia.

L'intolleranza o l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino si verificano spesso nei confronti dei disturbi digestivi, il più delle volte sullo sfondo della disbatteriosi intestinale, il cui trattamento richiede solitamente molta pazienza e tempo. In una situazione del genere, la soluzione ottimale è passare a miscele basate sulla soia.

I sintomi di allergia alle proteine ​​della mucca sono abbastanza variabili e possono manifestarsi come una secrezione cutanea minore, oltre a gravi disturbi digestivi ea volte manifestazioni sistemiche. Determinando con precisione l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino, non esiste un sintomo caratteristico, poiché è sempre una combinazione di diversi sintomi. La metà dei bambini è dominata da manifestazioni cutanee ( orticaria , edema palpebrale o labbra, dermatite atopica ), mentre l'altra metà sviluppa manifestazioni intestinali (vomito, coliche, stitichezza o diarrea , frequente rigurgito). Nella quinta parte dei bambini si nota il respiro sibilante, la tosse cronica e il naso che cola.

La nutrizione ottimale per qualsiasi bambino è il latte materno, che svolge un ruolo protettivo particolare per i bambini con un aumentato rischio di sviluppare allergie alimentari. Contenuto nella proteina madre del latte materno, il bambino assorbe senza problemi. Inoltre, il latte materno contiene sostanze speciali che proteggono gli intestini immaturi da sostanze estranee. Ecco perché se la madre rifiuta di nutrire il bambino con il seno, diventa predisposto allo sviluppo dell'atopia (dermatite atopica).

Nel caso di una diagnosi confermata - un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino, prima di tutto è necessario escludere completamente dalla dieta quotidiana del bambino tutti i prodotti a base di latte vaccino. In caso di alimentazione di un bambino con una miscela, deve essere urgentemente sostituita con una miscela a base di amminoacidi o su una miscela ipoallergenica altamente idrolizzata.

Nel trattamento delle allergie alle proteine ​​della mucca, come prodotto d'elezione, le miscele a base di soia non sono raccomandate per i bambini al di sotto dei due anni, poiché il contenuto di nutrienti (non necessario per neonati e lattanti) non soddisfa i bisogni.

Fortunatamente, la maggior parte dei bambini con questo tipo di allergia in una dieta priva di latticini priva di latticini non ha bisogno. L'allergia alle proteine ​​della mucca è di solito risolta un po 'più lentamente dell'intolleranza, ma passa anche nella stragrande maggioranza dei bambini fino ad un massimo di quattro anni.