Allergia ai pesci


аллергия на рыбу фото L'allergia al pesce è una reazione allergica abbastanza diffusa negli ultimi anni per le specie ittiche di fiume e di mare. Solo a volte le manifestazioni allergiche sono associate a un certo tipo di pesce, mentre nella maggior parte dei casi diverse specie di pesci provocano un'allergia. Le specie più allergeniche sono l'intera sottospecie di salmone, anguilla, pesce gatto e tonno. A volte può esserci una reazione allergica crociata con frutti di mare come crostacei e molluschi.

Il fumo, l'essiccazione e il trattamento termico praticamente non influiscono sulle proprietà allergeniche dei prodotti ittici, quindi per una persona con intolleranza alle proteine, i pesci presentano lo stesso pericolo di pesce cotto, affumicato e disidratato. Spesso la reazione allergica si sviluppa dopo l'inalazione di vapori che si verificano durante la preparazione dei prodotti del pesce, che è un fenomeno abbastanza atipico per la maggior parte degli allergeni alimentari.

L'allergia al pesce in un bambino si verifica spesso anche nel caso in cui il suo cibo fosse cotto negli stessi utensili da cucina, dove prima venivano preparati i prodotti ittici, nonostante il fatto che la padella o la padella fossero lavate a fondo. Ciò indica chiaramente che anche la microscopica restante molecola proteica del pesce può innescare lo sviluppo di una reazione allergica. Spesso, se una persona ha questo tipo di allergia, c'è un'allergia ai mangimi per pesci (più spesso alla dafnia).

Nel caso in cui la diagnosi di allergia al pesce sia confermata, si dovrebbe iniziare a monitorare attentamente la composizione dei piatti offerti a una festa, un ristorante o un caffè. Per fare questo, dovrebbe essere chiesto se il cibo ricevuto è stato cucinato nello stesso olio di prima utilizzato per friggere il pesce. È anche necessario scoprire esattamente quali insalate sono state condite, perché le proteine ​​del pesce possono essere parte di alcuni condimenti. Inoltre, dovresti studiare attentamente i prodotti acquistati, perché spesso possono contenere componenti come disodio inosina, sapore di pesce, alginato e agar, che per questo tipo di reazione allergica sono controindicati.

Alcune persone, avendo accettato l'allergia a pescare e rifiutando a causa di questo da tutti i prodotti ittici, non sospettano nemmeno che nei loro corpi un tale parassita del pesce come l'anizakidosi da elminti, capace di provocare reazioni allergiche abbastanza forti, possa vivere. Questo suggerisce che una diagnosi indipendente può essere confusa e diagnosticare correttamente e identificare un vero provocatore di allergie può solo un allergologo qualificato

Allergia al pesce - sintomi

La reazione del corpo con l'allergia al pesce si manifesta solitamente in orticaria con sintomi caratteristici: prurito cutaneo, eruzioni cutanee sulla schiena, cosce, addome, collo e torace delle vescicole (occasionalmente si possono osservare eruzioni cutanee sulle mucose). Spesso, un'allergia ai pesci è accompagnata da un aumento della permeabilità dei vasi del tessuto sottocutaneo e della pelle, che si manifesta con gonfiore della pelle. Questo sintomo si vede meglio sul viso - occhi gonfi, gonfiore intorno alla bocca, ecc. In alcuni casi, il gonfiore può assumere la forma di una malattia così pericolosa come l'edema di Quincke .

I sintomi di allergia al pesce da parte del tratto gastrointestinale si manifestano in violazione delle funzioni secretorie e motorie - diarrea , vomito, ecc. In caso di decorso grave di una reazione allergica, mal di testa , battito cardiaco accelerato, febbre, abbassamento della pressione sanguigna, possono verificarsi cambiamenti nella struttura del sangue. A volte una condizione potenzialmente letale come lo shock anafilattico può svilupparsi.

Di solito i primi sintomi di allergia al pesce iniziano a manifestarsi già durante il processo di alimentazione e sono espressi nella puntura o prurito delle labbra, del palato, della lingua o della gola; nei casi più gravi, si osserva spesso un attacco asmatico. Un po 'meno spesso i sintomi compaiono durante le prime ore dopo il consumo di prodotti ittici e sono espressi da orticaria , diarrea e vomito

Allergia al pesce - trattamento

Come ogni allergia alimentare , una reazione allergica al pesce e ai frutti di mare implica la completa eliminazione degli alimenti allergenici dalla dieta. E poiché, come dimostra la pratica, l'allergia al pesce si sviluppa immediatamente in diversi tipi di prodotti ittici, uno dovrebbe sempre escludere dal menu: prodotti ittici artificiali, salsa Worchester, bastoncini di granchio (surimi), zuppe e salse di cotolette di pesce, olio di pesce, uova di gamberetti e di pesce, acciughe e condimenti per insalate, piatti asiatici (tempura, sashimi, sushi).

Nei prodotti sopra elencati, in quantità insignificanti, ma sufficienti per lo sviluppo della reazione allergica, l'allergene proteico è contenuto. Inoltre, una piccola quantità di proteine ​​del pesce può contenere alcune medicazioni per insalate e cibi simili. Inoltre, al momento dell'acquisto, controllare la composizione dei prodotti indicati sulla confezione ed evitare ingredienti quali sapore di pesce, disodio inosina, alginato, acido ararico e agar.

In alcuni casi, la reazione allergica ai prodotti ittici potrebbe coincidere con l'allergia ai crostacei, quindi l'uso di cancri, aragoste, granchi e gamberi dovrebbe essere abbandonato per sempre

Allergia ai pesci a un bambino

Senza l'aggiunta di pesce, è molto difficile immaginare un menu completo di ogni bambino, dal momento che è il pesce la fonte migliore di proteine ​​di alta qualità e vitamine di alta qualità dei gruppi C, B, A, PP.

Anche nei pesci marini contiene un gran numero di microrganismi utili per bambini come iodio, magnesio, calcio, fosforo e ferro. Inoltre, contiene acidi grassi omega-3, responsabili della struttura dei tessuti nervosi, delle membrane cellulari e della retina.

Per sviluppare l'allergia al pesce nei bambini non è una sorpresa, introdurre esca prodotti ittici dovrebbero essere gradualmente, non prima di otto mesi. Inizialmente, in combinazione con porridge o purea di verdure (e preferibilmente a colazione), non è possibile aggiungere più di un quarto di cucchiaino di purea di pesce. In assenza di una reazione allergica, il volume può essere gradualmente aumentato.

Di norma, il primo sintomo di allergia al pesce si manifesta già nei primi minuti o ore dopo l'assunzione del prodotto allergenico ed è espresso sotto forma di mal di stomaco, eruzioni cutanee sul corpo, formicolio del cielo, della gola e della lingua. Ci possono essere cianosi del viso, rossore nella zona delle labbra, gonfiore, gonfiore del Quincke (raramente).

Nel caso di una reazione estremamente acuta del corpo, deve essere immediatamente fornito un aiuto immediato e, prima del suo arrivo, assicurarsi di somministrare al bambino un antistaminico in un dosaggio appropriato alla sua età.