Allergia dei capelli


аллергия на шерсть фото L'allergia dei capelli è una delle reazioni allergiche più comuni nelle persone con vari animali domestici. Secondo le statistiche, circa il 15% della popolazione mondiale soffre di allergie alla lana di animali domestici o selvatici. Nonostante questo, questo fatto praticamente non impedisce alle persone di comunicare con gli animali e continuano a contattarli da vicino a una festa, un giardino zoologico o in casa. Di solito, l'allergia ai capelli degli animali non si verifica istantaneamente, ma si sviluppa gradualmente, e questo periodo si estende di solito per diversi anni.

Più spesso, la malattia si manifesta dopo stretti contatti con gatti o cani, e anche se praticamente non hanno i capelli. I cani in generale sono tali "allergie a piedi" stessi, come la loro copertura di lana è rinnovata costantemente, ma nonostante questo, l'allergia al cappotto di cani è diagnosticata molto meno spesso di allergie alla pelliccia dei gatti. L'allergene provocante principale è proteine ​​specifiche secreto dalle ghiandole cutanee degli animali. Inoltre, queste proteine ​​possono essere contenute nell'urina e nella saliva dell'animale. Questi allergeni, per la loro piccola dimensione, si diffondono molto facilmente con le masse d'aria. Dopo il contatto con le membrane mucose e la pelle di un organismo sensibilizzato, questi allergeni provocano una forte reazione allergica. L'allergia animale può anche essere attivata da alimenti di pesce, piume, uccelli, mucche di formica, prodotti di attività vitale di vari roditori (ratti, criceti, topi, cavie, ecc.).

Anche a conoscenza di questo, i proprietari di tutti gli animali domestici sono vettori attivi dell'alergene liberato dai loro animali domestici

Allergia dei capelli - sintomi

I sintomi di allergia ai peli animali sono molto simili ai sintomi dell'allergia pollinica. Essi includono: un attacco asmatico a breve termine, lacrimazione, starnuti, naso che cola, fastidiosi naso. Il periodo del corso di questo tipo di allergia può variare da diverse ore a sei mesi, e questa è una condizione abbastanza grave e il paziente dovrebbe essere sotto la supervisione di un allergologo tutto questo tempo.

I sintomi principali dell'allergia alla lana:

Orticaria , neurodermatite, eczema

• iperemia della pelle, prurito grave

congiuntivite allergica , gonfiore delle palpebre, strappo

• Eruzioni cutanee, di solito sotto forma di un piccolo rash

• Rinite allergica, starnuti, scariche mucose dal naso

• Mancanza di respiro, attacchi di soffocamento

• È raro sviluppare una malattia così grave come l'asma bronchiale

A causa del fatto che più spesso l'allergia alla lana è causata da cani e gatti, sotto si considerano separatamente questi due tipi di allergie

Allergia ai capelli del cane

Su provocare reazioni allergiche, dopo la famiglia di gatto, i cani si trovano al secondo posto. Innanzitutto voglio notare che non esistono razze ipoallergeniche di cani, ei cani a pelo corto in termini di sviluppo di una reazione allergica sono molto più aggressivi a lungo i capelli, in quanto il principale allergen Can F1 è contenuto nella pelle del cane. Inoltre, un'allergia ai cani può causare la vita nei capelli di cane costantemente piccoli acari. Anche se nonostante una attenta pulizia sistematica dei locali, l'allergen Can F1 si nasconde abilmente in giocattoli, tende, tappeti e mobili, mantenendo la sua vitalità a diversi mesi.

I sintomi principali dell'allergia ai cani: strappi, occhi rossi, raucedine della voce, tosse secche, difficoltà di respirazione (a causa del gonfiore della nasopharynx), prurito.

La sintomatologia cutanea di allergia al cappotto di cani si presenta di solito dopo che la saliva è direttamente sulla pelle di una persona. L'accumulo di allergeni è qualsiasi posto nel corpo di una persona che ha sputato. Gli allergeni canini più violenti sono persone che soffrono di asma bronchiale. Spesso si sviluppano soffocamento e il successivo gonfiore di Quincke

Allergia ai capelli del gatto

I capelli del gatto non sono di per sé un allergene. Lo sviluppo di una reazione allergica provoca la proteina secretiva della pelle saliva e gatto. Tutti gli animali della famiglia felina presentano questi allergeni. A causa del fatto che il gatto quasi sempre guarda la purezza della sua lana e si lascia costantemente, dovunque andrà, si trova o si siede, ci sono allergeni. Con le più piccole scale della pelle, l'allergene ottiene in quantità veramente enormi su giocattoli morbidi, biancheria da letto e moquette. Va notato che i gatti sono molto più allergeni rispetto ai gatti. Inoltre, molti altri allergeni che il gatto viene secreto con l'urina. In breve, ovunque questi animali vivano, gli allergeni letteralmente si trovano nell'aria ambiente e la loro diffusione è promossa da tappeti, mobili imbottiti e polvere domestica.

I sintomi di allergia alla pelliccia di gatto sono sintomi tipici di tutte le reazioni allergiche, con una singolare peculiarità: le prime manifestazioni sono la congestione nasale e il prurito, spesso confuso con i sintomi di raffreddore.

I sintomi principali dell'allergia ai gatti: prurito in tutto il corpo, gonfiore del viso, mancanza di respiro, gravi malformazioni, sensazione di sudorazione nella gola, raucedine della voce, tosse a secco frequenti, alveari, scatenamento di un attacco asmatico, gonfiore di Quincke.

Voglio anche eliminare il mito che esistono razze ipoallergeniche di gatti che, a causa della loro mancanza di capelli, non sono in grado di provocare una reazione allergica. Questo non è così! Sphynx, lefty e altri gatti con la completa mancanza di copertura di lana, come con saliva e particelle cutanee, rilasciano allergeni aggressivi nell'ambiente

Allergia alla lana - trattamento

Purtroppo, l'unico modo efficace per far fronte all'allergia alla pelliccia animale è astenersi dal mantenere l'animale domestico, in quanto tutti i trattamenti esistenti sono metà misure che possono ridurre la frequenza e l'intensità delle esacerbazioni, ma non curare le allergie.

Con il trattamento di un lieve tipo di questo tipo di allergia, gli aerosol nasali e gli antistaminici possono affrontare con successo. In caso di più gravi manifestazioni allergiche, dopo la consultazione di un allergologo, sono generalmente prescritti corticosteroidi. Nel caso di attacchi asmatici, è indicata la ricezione di farmaci anti-asmatici.

L'immunoterapia è di gran lunga il metodo migliore per ridurre le reazioni allergiche. Questo metodo consiste in un processo a lungo termine di iposensitizzazione, quando iniettano sotto la pelle in modo graduale le piccole dosi di un allergene provocante, che stimolano la difesa immunitaria per produrre gli anticorpi appropriati che possono prevenire le manifestazioni allergiche in futuro.