Stenosi aortica


аортальный стеноз фото La stenosi aortica è una malattia correlata a malattie cardiache. Con il termine vice significa danni organici alla struttura della valvola cardiaca o dell'apertura della valvola. Le cause della comparsa di tali malattie sono diverse, dalle patologie congenite e alle conseguenze dell'endocardite infettiva.

Una particolare caratteristica del gruppo di malattie, che comprende la stenosi aortica, è l'apparizione di gravi disturbi emodinamici. Dal momento che il normale flusso di sangue è disturbato, il cuore deve pompare grandi volumi di sangue e affrontare una pressione intracardiacale superiore a quella che si è affrontata con quelli di norma. Di conseguenza, un certo numero di infortuni si verificano nel lavoro di singoli organi.

È anche necessario sapere che la stenosi aortica ha una caratteristica importante - ha una manifestazione estremamente lenta. Ciò è dovuto ad un forte muscolo ventricolare sinistro. Si lotta più a lungo con l'effetto di una maggiore pressione, che si verifica con stenosi aortica.

Stenosi della valvola aortica

La stenosi in medicina è intesa come costrizione. La stenosi della valvola aortica è caratterizzata da una costanza persistente dell'arte aortico. Può essere acquistato (sotto l'influenza di alcune malattie) o congenito (un difetto genetico causato dalle valvole dell'orifizio aortico e, di conseguenza, con una stenosi aortica congenita).

Localizzazione della lesione, la stenosi della valvola aortica è suddivisa in stenosi sottovalvolare e valvolare. Il tipo più comune di stenosi aortica è, naturalmente, acquisito una stenosi aortica valvolare. Quando la letteratura medica menziona la diagnosi di "stenosi aortica", per impostazione predefinita, è specificamente la stenosi aortica valvolare congenita.

Stenosi aortica della causa

Una delle cause più comuni della stenosi aortica è la febbre reumatica. Sotto l'influenza dell'agente causale del reumatismo B streptococco hemolytic, la commissure si scioglie (supporti della valvola connettivale), quindi le valvole della valvola aortica sono splicate e fibrose. Successivamente, le calcificazioni vengono depositate sulle valvole e la dimensione dell'apertura aortica è notevolmente ridotta. Di conseguenza, si sviluppa la stenosi aortica.

Inoltre, l'apparenza della stenosi aortica è causata da cambiamenti legati all'età: l'aspetto dei sali di calcio sulla valvola aortica, la fibrosi successiva e la mobilità compromessa.

È anche importante capire quali processi patologici provocano la stenosi aortica nel cuore. Questi processi sono estremamente importanti per una corretta percezione del quadro clinico e allo scopo del regime di trattamento corrente.

Normalmente, la dimensione dell'apertura aortica in un adulto è di circa 4 cm. Quando appare la stenosi aortica, questo foro si restringe. Di conseguenza, l'apertura aortica ha una zona molto più piccola rispetto alla norma. La riduzione dell'area di apertura aortica porta alla complicazione del passaggio del flusso sanguigno nell'arto dal ventricolo sinistro. Per cambiare e rimuovere questa difficoltà e non disturbare il processo di normalizzazione del sangue del corpo, il cuore tenta di aumentare il livello di pressione nella camera ventricolare sinistra. La pressione aumenta al momento della sistola ventricolare sinistra - il momento in cui il sangue è soffocato all'aorta a memoria. Inoltre, il cuore allunga automaticamente il tempo del sistole. Così il cuore cerca di "forzare" il sangue attraverso l'aorta aortica ristretto, colpita dalla stenosi aortica e aumenta il tempo di trasferimento di sangue all'arena. Il cuore innesca questi meccanismi per il solo scopo di garantire una normale scarica di sangue nel sistema aortico.

L'effetto di una maggiore pressione nella camera ventricolare sinistra non va impunita per il cuore. In risposta ad un aumento della pressione sistolica, vi è l'ipertrofia del miocardio (miocardio) nel ventricolo sinistro. Questo si sviluppa in modo che il miocardio possa affrontare un gradiente di pressione elevata e assicurare che rilascia un volume di sangue che possa fornire sangue agli organi che ne hanno bisogno. Ma la massa muscolare aumentata del ventricolo sinistro è molto meno rilassata e allungata. A causa di questo durante la diastole (rilassamento del ventricolo sinistro) la pressione diastolica aumenta rapidamente.

Normalmente, il cuore esegue il seguente ciclo:

1. La sistola atriale: a causa della contrazione muscolare, il sangue viene spinto nei ventricoli. Poi l'atria si rilassano, e la loro diastole viene.

2. Systole ventricolare. Durante la contrazione del miocardio ventricolare, il flusso sanguigno va alle vene polmonari dal ventricolo destro e nel sistema aortico da sinistra. E poi si precipita nella circolazione.

3. Diastole comune.

È importante capire che quando in un reparto del cuore c'è una fase del ciclo cardiaco, nell'altro reparto si svolge l'opposto. Così, quando nell'atria della sistola, allora nei ventricoli in quel momento ci sarà una diastole.

Così, l'alta pressione nella camera ventricolare sinistra nel momento del suo rilassamento interromperà il processo in cui l'atrio sinistro spingerà il flusso di sangue nella camera ventricolare sinistra. In parole semplici, l'atrio sinistro non sarà svuotato completamente e ci sarà una certa quantità di sangue in esso. Pertanto, l'atrio sinistro aumenta il numero delle sue contrazioni, in modo che non vi sia "sangue in eccesso" rimasto in esso.

Ma, nonostante il miocardio del ventricolo sinistro sia abbastanza forte, anche lui non può sempre affrontare la pressione crescente. Ad un certo punto, il ventricolo cessa di resistere alla pressione e si dilata (allungato) sotto la sua azione. Nel ventricolo tirato, la pressione continua a crescere e già colpisce l'atrio sinistro. Impossibile combattere con alta pressione diastolica nella camera del ventricolo, essendo traboccante di sangue, l'atria si estende anche. La pressione atriale alta sinistra colpisce le vene polmonari e appare un fenomeno come l'ipertensione polmonare.

Di conseguenza, l'apparenza della stenosi aortica porta alle seguenti condizioni patologiche:

1. Il ventricolo sinistro teso non può più buttare fuori il normale volume di sangue, il che significa che la funzione del ventricolo sinistro può svilupparsi.

2. A causa dell'esistenza prolungata della stenosi aortica, che non è più accompagnata da processi compensatori, può essere influenzato il cuore destro. Come risultato dell'effetto della pressione aumentante, prima nel ventricolo sinistro, poi nell'atrio sinistro, la sua successiva esposizione alle vene polmonari si sviluppa la stenosi aortica mitralica. Sarà caratterizzato dalla presenza di stenosi aortica e insufficienza della valvola mitrale, che apparirà a causa dell'estensione del cuore destro.

Si ritiene che il tempo per cui il miocardio del ventricolo sinistro smette di affrontare un'elevata pressione sistolica e infine si diffonde, causando successivi cambiamenti caratteristici della stenosi aortica, è in media di 4 anni.

A proposito, nella clinica della stenosi aortica c'è un cosiddetto concetto di "stenosi critica". Si tratta di una riduzione dell'apertura della valvola aortica a 0,75 cm 2 . Con questa variante di stenosi aortica, il paziente svilupperà rapidamente edema polmonare e insufficienza cardiaca .

E se l'apertura della valvola aortica ha una superficie da 1,2 cm a 0,75 cm, questa stenosi sarà chiamata moderata stenosi aortica.

Di conseguenza, con un restringimento dell'area di apertura della valvola aortica nell'intervallo da 2,0 a 1,2 cm, questa stenosi sarà chiamata insignificante.

Sintomi della stenosi aortica

Come sopra descritto, i pazienti di solito non si lamentano della stenosi aortica da molto tempo. Da molto tempo è in fase di compensazione. Applichi i reclami dei pazienti, su qualsiasi sensazione spiacevole, quando l'apertura della valvola aortica è già destinata quasi la metà.

Le prime "chiamate" della possibile presenza della stenosi aortica sono sincopali o sincope. La loro manifestazione è spiegata nel seguente meccanismo, che accompagna la stenosi aortica. Il fatto è che con la stenosi aortica appare un meccanismo di "espulsione fissa". Consiste nel fatto che durante l'esercizio il cuore non può aumentare l'uscita cardiaca a causa di un restringimento dell'apertura della valvola aortica. A causa della mancanza di adeguata disponibilità di sangue, con sforzo fisico, vertigini , nausea e debolezza si manifestano nei pazienti con stenosi aortica. A tardi gradi di stenosi, può anche apparire una perdita temporanea di coscienza.

Inoltre, i segni della stenosi aortica possono manifestarsi nel dolore ischemico cardiaco. Questa manifestazione clinica è spiegata dal fatto che nelle valvole delle valvole aortiche iniziano le arterie coronarie, che entrano nel sistema di alimentazione del sangue del cuore. A causa di una violazione del livello di pressione normale tra il ventricolo sinistro e l'apertura aortica, vi è una diminuzione del flusso di sangue in queste arterie. Di conseguenza, l'approvvigionamento di sangue al cuore non è sufficiente, il che significa che l'ischemia del miocardio e le sue manifestazioni cliniche, dolore cardiaco, appariranno.

La terza denuncia soggettiva con stenosi aortica sarà la mancanza di respiro. Come una conseguenza di un disturbo nel funzionamento del ventricolo sinistro, prima in diastole, e poi in sistole, la dispnea può trasformarsi in guasto ventricolare sinistro. Essa manifesterà una tosse con fiocco profuso, schiumoso e rosaceo. È sputum espanso con un colore rosa - questo è un segno luminoso di ristagno nella circolazione polmonare. Il colore rosa in espettorato è dovuto ad una leggera transizione di eritrociti dal sistema dell'arteria polmonare agli alveoli, che sono strettamente circondati da vasi polmonari.

Ma finalmente per confermare la diagnosi della stenosi aortica è possibile solo con un esame completo del paziente. Questo è l'unico modo per identificare un certo numero di sintomi caratteristici della stenosi dell'arte aortico.

Prima di tutto prestare attenzione all'aspetto. Con la stenosi aortica verrà notato il pallore della pelle. Ciò è dovuto a tutti gli stessi flussi di perdita danneggiati e ridotti del ventricolo sinistro.

Poiché il ventricolo sinistro con stenosi aortica ha acquisito una massa muscolare ancora maggiore e si riduce più velocemente, non può essere difficile determinare il forte impulso apicale e la caratteristica crampi dell'intera regione atriale. La maggior parte di questa concussione è in risonanza con contrazioni cardiache.

Se metti le mani nel secondo spazio intercostale sulla destra linea circoncostale (questo è il punto in cui l'aorta è di solito essiccato), si può sentire il tremito delle dita che apparirà al momento della contrazione del ventricolo sinistro. Questo tremito è il risultato del flusso di sangue attraverso l'estuario aortico stretto. E più stretto l'aorta, più luminoso e meglio questo jitter o "purring" sarà determinato.

Se si avvia un test di impulso, il paziente con stenosi aortica avrà un raro, piccolo riempimento. Le contrazioni più rari sono spiegate dal secondo meccanismo compensativo, che avvia il cuore - aumentando la frequenza delle contrazioni del ventricolo sinistro.

E se esamini la pressione sanguigna, la presenza della stenosi aortica sarà ridotta rispetto alla normale pressione sistolica ("superiore").

Ma, indubbiamente, il segno clinico più corretto della stenosi aortica sarà un certo quadro che il medico ascolterà con uno stethophonendoscope.

Quando la valvola aortica è essiccata, un rumore sistolico e grossolano può essere facilmente rilevato da una stenosi aortica stenotica. La ragione della sua comparsa è la stessa cosa del "jitter", già descritto sopra. Il sangue attraversa la parte restringente dell'arto, si presentano le "torsioni" e si udirà il rumore. Come il jitter, questo fenomeno si verifica al momento della contrazione del ventricolo sinistro (cioè la sua sistola).

Inoltre, ci sono altri interessanti cambiamenti nel funzionamento dell'apparato valvolare del cuore, che può essere ascoltato. Poiché una piccola quantità di sangue viene inviata al grande circolo di circolazione del sangue, il secondo tono (che è il tono della diastolo del ventricolo sinistro e si ottiene quando le tre valvole della valvola aortica sono sbattute) è molto più debole del normale. Una piccola quantità di sangue colpisce la valvola aortica con poca forza. A volte questo secondo tono è anche difficile da ascoltare. La ragione di questo è molto semplice: con la stenosi aortica le valvole sono spesso fibrose, il che significa che sono inattive e, di nuovo, sono sbattute con molta forza e suono.

Mentre la pressione diastolica non comincia ad aumentare nella camera ventricolare sinistra, il primo tono (tono di purezza) sembrerà relativamente normale. Ma poiché la durata della sistola del ventricolo sinistro è aumentata, il medico con un orecchio musicale sarà in grado di ascoltare una lieve diminuzione della sonorità del tono sistolico.

Inoltre, quando esiste una decompensazione e la pressione durante la diastole aumenta - nella regione dell'apice cardiaco, si visualizzano i terzi e il quarto tono. Questi toni non si manifestano durante il normale funzionamento dell'apparato della valvola cardiaca, e quindi sono considerati patologici. Questi toni diranno al medico che l'atrio sinistro è già stato implicato e sta lottando per spingere sangue nel ventricolo sinistro, dove l'alta pressione diastolica interferisce con essa.

Con un processo patologico trascurato, i sintomi clinici vanno al di là del cuore e si trovano in quegli organi il cui sangue è soggetto a violazione, con quello o un altro profeta. Con stenosi aortica, i polmoni soffrono più spesso. Se li ascolti con uno stethophonendoscope, si possono sentire bagliori bagnati bolle - questo è un segno della presenza di fluidi nei polmoni. Inoltre, toccando i polmoni, se c'è liquido in loro, si sente come il suono delle percussioni diventa più breve e meno sonoro.

Trattamento della stenosi aortica

Il trattamento della stenosi aortica comprende metodi chirurgici e conservatori. Nei metodi conservatori, l'attenzione è focalizzata sull'eliminazione delle conseguenze dei disturbi del flusso sanguigno, delle aritmie cardiache e della prevenzione del verificarsi di endocardite infettiva.

La prima prova di eliminare il fenomeno della stagnazione nella circolazione polmonare. Assegnare diuretici (più spesso utilizzano Furosemide). È importante prescriverli, tenendo conto di tutti i dati clinici, strumentali e soggettivi e applicare con grande attenzione.

Con la fibrillazione atriale vengono prescritti glicosidi cardiaci (digossina).

Anche i preparati di potassio sono stati ampiamente usati nel trattamento della stenosi aortica.

Per migliorare il rilassamento del miocardio ipertrofico, vengono utilizzati B-adrenoblocker o antagonisti di bloccanti di calcio (in particolare quelli appartenenti alla serie Verapamil).

L'uso di un gruppo di nitrati nella stenosi aortica è controindicato. I nitrati riducono la produzione cardiaca e il volume del sangue minuto. Ciò può facilmente portare ad un calo della pressione sanguigna ad un livello critico.

Più spesso, i metodi conservativi di trattamento sono combinati con quelli chirurgici: vengono utilizzati per la preparazione preoperatoria del paziente e nel periodo postoperatorio.

Ma il metodo principale di trattamento per la stenosi aortica è un metodo chirurgico di trattamento. Dipende dal grado di decompensazione del difetto, da vari disturbi che sono le conseguenze del difetto e delle controindicazioni presenti.

Più spesso, vengono utilizzate protesi della valvola aortica o della valvola a palloncino.

Le principali indicazioni per la correzione chirurgica della stenosi aortica sono:

1. La presenza di una funzione soddisfacente del miocardio.

2. Se il gradiente di pressione sistolica nella regione valvola aortica è superiore a 60 mm Hg, Art.

3. Sul cardiogramma, ci sono segni di aumento della ipertrofia ventricolare sinistra.

A sua volta, le principali controindicazioni all'operazione saranno:

1. Il gradiente di pressione sulla valvola aortica è più di 150 mm da st.

2. Variazioni distrofiche pronunciate nel miocardio ventricolare sinistro.

Chirurgia della stenosi aortica

Uno degli interventi chirurgici più usati è la protesi artificiale della valvola aortica. Se, tuttavia, si riscontrano piccole variazioni nelle valvole della valvola con stenosi aortica, allora è più opportuno limitarsi ad un intervento chirurgico meno voluminoso: separazione operativa delle valvole congiunte della valvola aortica.

L'operazione per la sostituzione artificiale della valvola aortica tricuspide viene effettuata collegando prima il paziente all'apparato di circolazione artificiale. Cioè, il cuore è completamente tagliato ("disattivato") dal flusso sanguigno totale.

Dopo l'inizio della circolazione artificiale, l'aorta dissect e la valvola aortica viene ispezionata, quindi viene rimossa. La dimensione dell'apertura della valvola aortica viene misurata, le sue dimensioni vengono controllate contro l'impianto, che si trova immediatamente nella sala operatoria. Dopo aver convinto che l'impianto corrisponde alla dimensione del foro, viene cucito. Poi il chirurgo controlla l'area di funzionamento per l'integrità. Dopo di ciò viene controllata la capacità funzionale della nuova valvola protesica. Quindi le possibili bolle d'aria vengono rimosse, poiché la loro presenza con flusso sanguigno naturale al cuore può provocare embolia e morte. Dopo tutto questo, il petto è chiuso e cucito.

Dopo l'intervento chirurgico, viene prestata molta attenzione alla prevenzione delle complicanze postoperatorie. La maggior parte ha paura dell'emergere dell'endocardite infettiva postoperatoria. Ecco perché i pazienti dopo l'operazione per correggere la stenosi aortica sono in terapia con antibiotici ad ampio spettro. La seconda complicazione, che è più temuta è il tromboembolismo. A causa di questo, i pazienti dopo tale intervento per lungo tempo prendono anticoagulanti e antiaggreganti. Più spesso piace usare Aspirin e Eparina.

Durante il funzionamento della protesi vengono impiegati vari tipi di protesi: protesi da palla o disco da materiali artificiali o impianti biologici, prelevati dal materiale biologico del paziente. Naturalmente, meglio di tutti, è il secondo sottoinsieme delle protesi. Poiché vengono prelevati dal corpo del paziente, questo riduce il rischio di rigetto di una nuova valvola nei pazienti con stenosi aortica.

È importante capire che prima è l'impianto di una nuova valvola, i risultati migliori possono essere ottenuti. Se eseguite un'operazione nelle prime fasi della stenosi aortica, il rischio di complicanze postoperatorie sarà molto più basso e sarà più facile la riabilitazione postoperatoria per il paziente.