Blocco atrioventricolare


атриовентрикулярная блокада фото Il blocco atrioventricolare è il deterioramento o la cessazione assoluta del passaggio di impulsi elettrici tra l'atrio e il ventricolo, causando gravi difetti emodinamica e nel ritmo cardiaco. Il blocco atrioventricolare è spesso più spesso diagnosticato in persone che hanno già una storia di cardiopatologia.

Il nodo AV è una parte significativa del sistema di erogazione dell'impulso, che è responsabile per assicurare che l'atrio ei ventricoli siano corretti, ritmicamente e costantemente ridotti. L'avanzamento degli impulsi che provengono dal nodo del seno rallenta un po 'nel nodo AV, che consente all'atroctare di contrattare e il ventricolo deve essere riempito di sangue. Dopo una breve pausa lungo il fascio del Gisus e delle gambe, gli impulsi iniziano il loro cammino in direzione dei ventricoli, portandoli in uno stato di eccitazione e contrazione. Questo complesso sistema assicura una corretta riduzione dei reparti principali dell'organo e dei processi emodinamici.

Blocco atrioventricolare della causa

Per la sua ragione, il blocco atrioventricolare del cuore può nascondersi in violazioni di natura funzionale e organica. Bloccamenti atrioventricolari funzionali si verificano a causa di un aumento del tono del reparto parasimpatico del NS.

Il blocco atrioventricolare, causato da cardiopatologia, sorge a causa della fibrosi o della sclerosi del sistema di conduzione in una varietà di malattie. I cambiamenti reumatici cardiovascolari nel miocardio, il danno cardiaco nella sifilide , l'infarto septale interventricolare, le varie cardiomiopatie, le collagenosi e la miocardite di qualsiasi genesi (difterite, tireotossica o autoimmune), amilo, sarcoidosi , processi tumorali nel cuore, cardiosclerosi possono causare blocco della genesi cardiaca. Durante un blocco atrioventricolare, con un difetto organico, in un primo momento può esistere solo un blocco parziale che, con la progressione della malattia sottostante, può svilupparsi in un terzo grado.

Per innescare lo sviluppo del blocco AV, sono possibili alcune operazioni e manipolazioni chirurgiche: l'installazione di una protesi sulla valvola arteriosa, l'intervento in occasione della CHD, l'inserimento del catetere nel cuore destro ecc. A volte i medici registrano anche un blocco atrioventricolare congenito (circa cinque casi per centomila neonati). Se il blocco di un bambino è sin dalla nascita, si può trovare che alcune parti del sistema sono semplicemente mancanti. Ad ogni quinto bambino, il blocco atrioventricolare è combinato con altre anomalie.

Molto spesso il blocco è causato da un sovradosaggio di alcuni farmaci (Digitalis, Diltiazem, Verapamil, Quinidina, beta-bloccanti, farmaci basati su sali di litio).

Blocco atrioventricolare di sintomi

Le manifestazioni del blocco e il benessere della persona in questa patologia dipendono direttamente da ciò che è stato causato dalla violazione della funzione di conducibilità, da quale livello di blocco si è sviluppato, dove il danno è (livello), quali altre malattie sono la persona che soffre.

Se non c'è riduzione del ritmo cardiaco nell'unità atrio-ventricolare, il paziente non si sente nulla e non si accorge. Le manifestazioni diventano evidenti solo con una diminuzione sufficientemente forte della frequenza cardiaca. A causa del fatto che il volume della frequenza cardiaca e del minuto diminuiscono rapidamente, a qualsiasi carico, la dispnea, la debolezza non motivata e il dolore nella regione dello sterno appaiono.

Quando il blocco atrioventricolare può cominciare a disturbare i sintomi come confusione, vertigini , svenimenti a breve termine. Con il blocco AV del secondo grado, il paziente si sente "interruzioni", "sbiadimento" del battito cardiaco, al terzo grado si verificano spesso attacchi Morganyi (debolezza crescente con gravi vertigini, oscurità negli occhi, dolore nella proiezione del cuore, confusione, perdita di coscienza, sviluppo di convulsioni e acrocyanosis, che può passare in cianosi ).

Incompleto blocco atrioventricolare di solito non ha significativi, evidenti manifestazioni umane. A volte con questa forma di blocco il paziente può essere disturbato dal deterioramento generale della condizione, dalla mancanza di respiro, dalla stanchezza, dai mal di testa lievi. Di solito tutti questi sintomi vengono scartati per fatica dai giorni lavorativi e nessuno prende sul serio le "chiamate allarmanti" del corpo.

Il blocco atrioventricolare completo vi farà prestare attenzione alla vostra salute anche il più indifferente per la tua salute, in quanto accompagnato da un inalazione laborioso durante l'esercizio e il movimento (dispnea), dolori frequenti, stati pre-stupor e spesso porta all'asma cardiaco . In tali persone, il rischio di sviluppare una pericolosa sindrome di Morgagni-Stokes-Adams è notevolmente aumentata.

Blocco atrioventricolare del grado

Il blocco atrioventricolare ha tre gradi di sviluppo. Il primo grado non ha praticamente alcuna manifestazione evidente. Può essere rilevato solo tramite ECG. Nello studio, si può vedere una conduzione notevolmente più lenta (atrioventricolare), in cui gli impulsi elettrici ancora raggiungono l'obiettivo - i ventricoli. In questa fase non è necessario prescrivere alcun trattamento specifico, il paziente dovrebbe trattare più da vicino il proprio organismo e essere consapevole che, a causa di tensioni più severe e cattive abitudini, possono verificarsi condizioni più pericolose.

Per il secondo grado di blocco atrioventricolare, è caratteristico eseguire impulsi da parte dei ventricoli non completamente. In questo caso, la condizione umana si deteriora in proporzione diretta alla durata della pausa tra gli impulsi. Se non sono disponibili sufficienti cure e un adeguato trattamento, anche un blocco atrioventricolare completo può svilupparsi. In questo caso gli impulsi non raggiungono i ventricoli.

Il terzo grado è il blocco assoluto. La conduzione atrioventricolare in questa malattia è completamente disturbata. La contrazione atriale prende il controllo del nodo del seno, i ventricoli fanno le loro contrazioni ad un ritmo molto lento. Tutte queste modifiche comportano una totale violazione di tutti i processi emodinamici nel corpo.

Trattamento atrioventricolare di blocco

Se il medico ha sospetti che il paziente ha sviluppato un blocco atrioventricolare, prima di tutto è necessario scoprire un'anamnesi. Il paziente deve sapere se ha avuto myocardite o infarto miocardico , se ha mai preso farmaci che potrebbero influenzare la conduzione (bloccanti del canale del calcio, digitalis, preparati al litio, beta-bloccanti, ecc.). Quando si ascolta il cuore di una persona con blocco AV, viene ascoltato il ritmo destro del battito con grandi interruzioni, che indicano che non vi sono contrazioni ventricolari. C'è una bradicardia , cannoni possono essere registrati Strazhesko. Visivamente, appare evidente che le vene del collo pulsano più forte delle arterie carotide e radiali.

Se si sospetta il blocco dell'ECG atrioventricolare, è un metodo di ricerca necessario. Al primo grado di blocco, l'ECG mostra un aumento di PQ di 0,20 secondi o più, con un secondo ritmo sinusale e pause a causa della perdita di complessi ventricolari dopo il P-dente, l'apparizione dei complessi di Wenkebach-Samoilov. Al terzo grado, l'ECG fornisce informazioni che il numero di complessi ventricolari è quasi tre volte inferiore a quello atriale (da venti a cinquanta al minuto). Se il medico non dispone di un ECG per la diagnosi, è prescritto il monitoraggio quotidiano. Durante tale studio, diventa possibile rilevare non solo un blocco atrioventricolare, ma anche tracciare l'associazione dei sintomi con i carichi e l'uso di qualsiasi medicinale.

Come già accennato, nella terapia è necessaria solo la seconda fase terza, mentre la prima mostra l'osservazione nelle dinamiche. Il trattamento di gravi manifestazioni e condizioni associate al blocco atrioventricolare dipende dalla natura dello sviluppo della patologia e dei sintomi disturbati. Se la causa del blocco è coperta da farmaci, sarà sufficiente regolare il dosaggio (diminuzione) o interrompere completamente il farmaco, sostituendolo con un medicinale più sicuro. Se una persona ha cardiopatici concomitanti, possono essere prescritti beta-adrenomimetici. Ora ampiamente utilizzati sono Dobutamina e Isadrin, così come Atropine. Con blocco atrioventricolare, l'atropina del 1% viene somministrata quattro volte (un intervallo di sei ore) di un millilitro. Si raccomanda di utilizzare Iazdrin sotto la lingua della pillola a intervalli di due o tre ore. Di solito non occorrono più di quarantotto ore perché in questo periodo il ritmo del battito cardiaco viene ripristinato. Se la condizione è grave, è possibile iniziare l'iniezione del farmaco nella gocciolamento della vena. A tal fine, un ml di soluzione farmacologica (0,02%) deve essere miscelato con cinquecento millilitri di glucosio al 5%. Il sistema è regolato da dieci a venticinque gocce in sessanta secondi. Nel prossimo uno o tre giorni, il farmaco dovrebbe essere sublingualmente.

Se il blocco atrioventricolare accompagna la miocardite o l'infarto, le tattiche di trattamento hanno alcune caratteristiche. In primo luogo, il paziente viene messo un dropper con Iazrin (un ml di soluzione di 0,02% per mezzo litro di cinque per cento di glucosio). Quando l'effetto viene ottenuto e il cuore comincia a contrattare a una velocità di cinquanta-sessanta volte in un minuto, è necessario trasferire il paziente alle compresse di Alupent. Alupent viene somministrato una compressa in quattro o sei ore. Lo svantaggio principale di questi farmaci è l'effetto instabile, la secchezza nella cavità orale.

Se un paziente ha IHD o angina , gli episodi di dolore sullo sfondo di prendere Isadrin o Alupent possono diventare frequenti. Durante l'introduzione di Isadrin nella vena, è necessario entrare in Prednisolone (fino a centottanta milligrammi).

Quando il blocco atrioventricolare con la miocardite è efficace, il trattamento con grandi dosi di Prednisolone per una settimana - dieci giorni. In un giorno, dare fino a ottanta milligrammi del farmaco in dosi uguali in tre dosi divise. Una volta ottenuto l'effetto, la dose dovrebbe essere ridotta lentamente a quindici-dieci milligrammi e entro quattro-otto settimane completamente abolire Prednisolone.

Se un paziente sviluppa una complicazione di blocco atrioventricolare - insufficienza cardiaca acuta , è necessario iniettare Glucagon nella vena. In primo luogo, l'agente viene iniettato dalla siringa in una quantità di cinque milligrammi e poi attraverso un dropper (da due a dieci mg in sessanta minuti).

Se il blocco atrioventricolare ha un corso cronico, nominare Corinfar, Theopack, Belloid. Corinfar di solito beve tre volte al giorno per una o due compresse. La durata dell'ammissione è decisa dal medico. Nei primi due giorni, TeoPek è ubriaco metà delle compresse una volta al giorno, più tardi - su tutta la tavoletta una volta. Se una persona comincia a lamentarsi di un peggioramento del sonno, l'appetito povero, il dolore nello stomaco, la testa, la quantità di droga dovrebbe essere ridotta e se i sintomi non si allontanano - annullare tutto. Theopack non viene usato se il paziente ha ipertiroidismo, epilessia o gravidanza . Con ulcera di stomaco e duodenale questo farmaco viene utilizzato con molta attenzione durante il monitoraggio. Belloid viene curato per una settimana, dopo una pausa di tre giorni, il corso viene ripetuto. Prenda la medicina una compressa da tre a sei volte al giorno. Se sonnolenza si è sviluppata nel pomeriggio, la dose di Belloid è ridotta. Il farmaco non viene utilizzato se una persona soffre di glaucoma.

Se c'è un insufficienza cardiaca congestizia in caso di blocco atrioventricolare, è opportuno inserire diuretici e vasodilatatori nel regime di terapia. I diuretici usano l'idroclorotiazide, metolazone, furosemide, spironolattone, ecc. Il idroclorotiazide viene somministrato una volta al giorno, il dosaggio è da 25 a 100 milligrammi. Un metolazone nomina o nomina su dieci milligrammi, una ricezione giornaliera. Il dosaggio di Furosemide è scelto singolarmente, la frequenza di somministrazione è una o due volte al giorno, la quantità del farmaco è da venti a due milligrammi. Spironolattone viene preso due volte al giorno per cinquanta a cento milligrammi.

Se il trattamento conservativo del blocco atrioventricolare non ha mostrato risultati particolari, il paziente viene prescritto un'operazione che consiste nell'impianto di un pacemaker. Dopo una simile operazione, tutti i sintomi sgradevoli smettono di preoccuparsi di una persona. Il pacemaker è anche messo in caso il paziente ha un terzo grado di blocco, ma non lo preoccupa affatto. Ciò è fatto per prevenire l'insorgenza di morte cardiaca improvvisa.

Il blocco atrioventricolare è una malattia che può causare molta difficoltà. Ecco perché è importante sottoporsi a esami regolari con un cardiologo in presenza di qualsiasi cardiopatologia. Questo vale soprattutto per le persone anziane. È anche necessario mangiare bene, mangiare cibi con potassio e magnesio nella sua composizione.