endocardite

эндокардит фото L'endocardite è, sin dai tempi antichi, una malattia della busta interna del tessuto connettivo del cuore causata da un agente infettivo o autoimmune. Ad oggi l'endocardite è malgamato e cresce in gravi complicazioni. Anche dopo l'utilizzo dei più recenti metodi di trattamento, la frequenza della recidiva dell'endocardite è prossima al 10%. Spesso, le complicazioni portano maggiori problemi al sé la malattia. I difetti cardiaci, formati successivamente, sono incurabili e costantemente si sentono, quindi privandoli dell'opportunità di lavorare e di abbassare il loro livello di vita. La localizzazione del danno endocardico è diversa: l'apparecchio valvolare e la membrana parietale soffrono. L'astuzia dell'endocardite è l'assenza di manifestazioni soggettive, e quando vengono diagnosticate in tempo, la malattia diventa una forma complicata.

Cause endocardite

L'origine dell'endocardite è provocata da agenti infettivi e non infettivi, che determinano il tipo di malattia.

L'endocardite infettiva può essere batterica, virale, fungina. La stragrande maggioranza dell'endocardite è di natura batterica. I batteri entrano nel sangue da eruzioni pustolari, tonsille, denti carosi, sistemi respiratori, urinari e riproduttivi, nonché durante la sostituzione della valvola.

L'endocardite non infiocitaria si sviluppa più spesso quando esposta agli anticorpi ai propri tessuti. Gli anticorpi autoimmuni formati nel corpo come conseguenza di attacchi reumatici, come pure nelle malattie autoimmuni causano nella stragrande maggioranza dei casi la formazione di endocardite asettica e successivamente difetti cardiaci valvolari. A volte un trauma del cuore provoca l'apparenza dell'endocardite.

Il reumatismo è una malattia di tessuto connettivo di natura allergica che si verifica dopo una mal di gola causata da uno streptococco verde e può causare infiammazione dell'endocardium. L'angina in 0,3-3% dei casi provoca attacchi reumatici. Streptococco produce la proteina M, che causa una reazione autoimmune del corpo al tessuto connettivo. Il coinvolgimento diretto dello streptococco nell'infiammazione non prende, i sintomi della malattia si sviluppano dopo il trattamento della mal di gola.

L'endocardite nei bambini merita un'attenzione particolare. È congenito e acquisito. L'endocardite congenita è causata da infezioni che durante la gravidanza la madre era malata. Le cause dell'endocardite acquisita nei bambini corrispondono a quelle degli adulti.

Sintomi di endocardite

Segni non specificati di endocardite includono febbre, brividi, affaticamento, febbre oltre 38 ° C, dolore alle articolazioni, perdita di peso. A volte questi sintomi possono essere consumati e non manifestati negli anziani. Segni caratteristici possono essere - una pelle secca calda, un aumento della milza.

I sintomi specifici dell'endocardite infettiva sono suoni cardiaci e insufficienza cardiaca, nonché segni di embolia. La natura del rumore dipende dalla valvola interessata. La presenza di sintomi neurologici parla di embolia cerebrale. Possono verificarsi ischemia degli arti e degli organi addominali. Le emorragie della pelle danno un eruzione emorragica sotto forma di petechiae , emopoiesi, noduli di Osler (noduli sul lato palmare delle dita), lesioni di Janevei (dolori doloranti sulle palme e sulle suole).

Come risultato di endocardite infettiva si formano difetti cardiaci. La stenosi aortica può verificarsi con la crescita della vegetazione nella zona della valvola. Sembra nelle fasi finali dell'endocardite, in quanto il ventricolo sinistro compensa bene per l'inadeguatezza della sua funzione. Il paziente si lamenta di mancanza di respiro e di intolleranza all'esercizio fisico, al dolore contraccettivo dietro lo sterno. A volte, durante l'esercizio, c'è una perdita di coscienza. La pelle di questo paziente è pallido, l'impulso è lento, la pressione sanguigna è ridotta.

L'insufficienza aortica è più frequentemente associata all'endocardite infettiva. Il paziente si lamenta del battito cardiaco, specialmente nella posizione di posizione sul lato sinistro, rapidità di affaticamento, dispnea. Più tardi, inizia ad apparire l'edema sulle gambe, il fegato è allargato, che indica la formazione di insufficienza cardiaca. L'impulso è veloce. La pressione diastolica è sensibilmente ridotta, a volte anche a zero.

Non si forma la stenosi mitralica con endocardite infettiva. L'insufficienza mitrale si manifesta con dispnea con esercizio fisico e riposo, raucedine come conseguenza della compressione del nervo responsabile della voce, atrio sinistro, tosse, emottisi, edema, labbra cianotica.

La sconfitta della valvola tricuspida è caratteristica per i tossicodipendenti con un metodo iniettabile di somministrazione di farmaci. L'insufficienza si manifesta con la mancanza di respiro, la stanchezza, la sensazione di pulsazione dei vasi cervicali, una sensazione di pesantezza nel fegato, ittero della pelle e delle mucose, cianosi delle estremità. La stenosi è caratterizzata da aritmia , cianosi delle estremità, ittero della pelle. Il fegato è allargato, le vene cervicali si gonfiano.

La patologia della valvola dell'arteria polmonare si manifesta in forma di insufficienza relativa e spesso rimane asintomatica.

L'endocardite reumatica è preceduta da un'angina streptococica. Le manifestazioni sistemiche del reumatismo possono accompagnare la cardite reumatica e potrebbero essere assenti. Allo stesso tempo, si osservano urti di cuore, allargamento cardiaco, aritmie, insufficienza cardiaca congestizia.

Le malattie cardiache reumatiche si formano nella seguente sequenza: insufficienza della valvola mitrale, stenosi mitralica, insufficienza aortica, stenosi aortica. La valvola tricuspida soffre estremamente raramente. Durante tutta la vita, c'è una progressione di difetti valvolari, indipendentemente dall'esacerbazione o dalla remissione. C'è e continua l'insufficienza cardiaca, che può essere manifestata da attacchi di soffocamento e emottisi.

I depositi sulle valvole danneggiate si rompono e portano a complicazioni emboliche. Di conseguenza, si formano ischemia e infarto miocardico della milza, delle estremità inferiori e degli intestini, che porta ad un intervento chirurgico di emergenza.

Sintomi dell'endocardite pediatrica: marcata intossicazione generale sotto forma di brividi, sudorazione notturna, febbri, dolori nel corpo, dolori alle articolazioni. Una rapida transizione verso un processo generalizzato è caratteristica. Altrimenti, la sintomatologia è simile all'adulto.

Endocardite infettiva

L'endocardite infettiva è una malattia infiammatoria dell'endocardioma di natura infettiva, in cui è influenzata l'apparato valvolare del cuore, meno spesso - l'endocardio parietale e le valvole protesiche.

L'endocardite infettiva è diagnosticata in ogni mille pazienti ricoverati. L'endocardite infettiva "moderna" presenta una serie di peculiarità: più spesso questa malattia colpisce le persone di età superiore ai 50 anni e inietta i consumatori di droga. In considerazione del frequente utilizzo di cateteri per grandi vasi, l'agente infettivo appartiene al gruppo di infezioni nosocomiali. L'incidenza delle complicanze rimane elevata anche con un adeguato trattamento; l'endocardite, sempre meno infettiva, si verifica sulle valvole reumatamente cambiate.

La vecchia classificazione ha diviso l'endocardite infettiva in acuto e subacuto. Secondo questa classificazione, l'endocardite acuta accompagna il processo settico e procede rapidamente, più spesso colpisce valvole intatte. L'endocardite subacuta è più protratta a seguito di un processo infettivo prolungato e indebolimento del sistema immunitario.

La moderna classificazione comprende i seguenti criteri:

1) attività: attiva / guarita;

2) ricorrenza: ricorrente (ripetuta entro un anno dopo il trattamento) / persistente;

3) l'affidabilità della diagnosi: specifica / sospetta / possibile;

4) patogeno;

5) area di coinvolgimento: aortica, valvola mitrale, ecc;

6) circostanze particolari: endocardite della protesi, pacemaker.

L'emergere di endocardite infettiva inizia con danni alla valvola o all'endocardio parietale. I componenti del sangue sono attaccati al sito danneggiato, che creano un substrato per la propagazione di batteri che circolano nel sangue. Dopo di ciò moltiplicano e formano la cosiddetta vegetazione. Le vegetazioni sono un'educazione composta da piastrine, fibrine, batteri, leucociti e frammenti di tessuto endocardico. La loro dimensione può variare. Naturalmente, tale formazione interferisce con il flusso sanguigno o impedisce la completa chiusura della valvola. Così si forma il vizio. Agente infettivo oltre alla vegetazione, può danneggiare direttamente l'endocardio, formando ulcere e ascessi.

Un grande rischio di endocardite infettiva è causato dalla sostituzione della valvola, dall'installazione del pacemaker e dalla cateterizzazione cardiaca. Nell'area delle cuciture e del contatto dell'endocardium con un corpo estraneo si creano condizioni idonee per la formazione della vegetazione.

Una grave complicazione è il distacco della vegetazione e la sua entrata nel flusso sanguigno. Ciò porterà ad embolia di navi, il cui calibro dipende dalla dimensione della vegetazione. Così, un gran numero di batteri o funghi entrano in altri organi e formano foci infiammatorie croniche.

L'endocardite infettiva è causata da batteri, protozoi (ad esempio rickettsia), virus, funghi.

Per la diagnosi vengono utilizzati criteri speciali. La diagnosi di endocardite infettiva è esposta in presenza di due grandi, uno grande e tre piccoli o cinque piccoli segni. Grandi segni: rilevazione del patogeno nel sangue, presenza di vegetazione durante l'ecocardiografia, formazione di un difetto. Piccoli segni: predisposizione, febbre 38 ° C, complicazioni emboliche, posa positiva, segni sierologici.

Il metodo principale di endocardite è l'ecocardiografia. Con essa vengono visualizzati vegetazione, valvole e la direzione del flusso sanguigno. Il flusso inverso del sangue, o della rigurgitazione, è osservato con una malattia distante.

Diversamente, si dovrebbero notare le caratteristiche dell'endocardite infettiva nell'uso di droga iniettante. Molto spesso osservava natura infettiva mista, ridotta immunità e frequenti infezioni con l'HIV.

Endocardite batterica

La forma più comune di endocardite infettiva è batterica. Più spesso, gli agenti patogeni di questa forma sono streptococchi - fino all'80% delle colture. Gli stafilococchi costituiscono il 25%, compresi il 23% di Staphylococcus aureus. Gli enterococchi sono rilevati fino al 18% dei casi. Gli aerob Gram-negativi si trovano nelle colture in meno del 5% dei casi.

Una caratteristica speciale dell'endocardite batterica è il cancello d'ingresso, che rappresenta il fuoco dell'infiammazione. Spesso la malattia accompagna la sepsi, soprattutto questo è caratteristico di un corso acuto.

Endocardite settica

La variante più pericolosa e veloce della endocardite è secca. Nella vecchia classificazione, si chiamava endocardite acuta. Più spesso, la causa della sua comparsa sono interventi chirurgici sul cuore, cateterizzazione delle camere del cuore, protesi. Il 10% di tutte le operazioni cardiache è complicato da endocardite. Il periodo di complicazione è di 14-30 giorni. In questo caso, i patogeni sono i ceppi nosocomiali. Nella stragrande maggioranza dei casi, nel raccolto si trovano stafilococchi, Pseudomonas aeruginosa e funghi.

Il principale fenomeno concomitante dell'endocardite settica è la circolazione del patogeno nel sangue. È ciclico, quindi un risultato negativo di semina non indica l'assenza di batteriemia. Prendere sangue per la semina è necessaria molte volte, e meglio di tutti prima dell'inizio della terapia con antibiotici e almeno cinque volte.

Ma l'ingresso di microrganismi nella ferita chirurgica non è sufficiente per il verificarsi di endocardite. Un fattore integrale è la diminuzione delle proprietà reattive del corpo.

Grande importanza nello sviluppo dell'endocardite ha danno locale del tessuto. La piastrine e la fibrina sono collegate all'area danneggiata, e successivamente microorganismi.

Corso molto grave nei pazienti con endocardite causati da Pseudomonas aeruginosa. Questi pazienti hanno un'alta percentuale di mortalità. La distruzione dell'apparato valvolare si verifica molto rapidamente ed è difficile da trattare. L'endocardite causata da E. coli, più favorevole, è meglio suscettibile alla terapia antibiotica.

La sepsi fungina si verifica con reattività oppressa del corpo e con uso prolungato di antibiotici. I difetti dell'apparato valvolare con questo tipo di patologia sono più grossolani. La frequenza del verificarsi è del 2-4% di tutti i casi di endocardite.

Possibile l'apparenza di endocardite settica sulle valvole reumatamente cambiate. In questo caso, l'endocardite è preceduta dalla batteriemia. La secchezza e la malattia cardiaca reumatica hanno spesso sintomi simili.

La peculiarità delle manifestazioni cliniche dell'endocardite settica è che i mormori cardiaci avanzano con sepsi con intossicazione generale pronunciata. Nel test generale del sangue si osserva la leucocitosi, il passaggio della formula leucocitaria a sinistra, il tasso di sedimentazione degli eritrociti è di 20-25 mm all'ora. Nell'urina ci sono cilindri hyalina e granulari, una proteina. Con un trattamento inefficace, tutti gli organi sono coinvolti nel processo patologico. Sviluppare rene, insufficienza cardiaca respiratoria.

L'endocardite subacuta ha una sintomatologia più appiattita e un corso favorevole. Le complicanze postoperatorie si verificano gradualmente. Il patogeno più comune è lo streptococco, che vive in bocca e nella gola. La popolazione del patogeno si verifica sulle valvole già cambiate a seguito di cardite reumatica, danni sifilitici, malformazioni congenite.

La sintomatologia è ondulata in natura e appare il giorno 2-3 dopo l'intervento chirurgico. C'è una temperatura fino a 39 ° C, brividi, dolori muscolari, raspryanie dietro lo sterno, milza ingrossata, sudorazione profusa. C'è una tale variante della malattia senza metastasi purulenti in altri tessuti.

A seconda della natura del corso dell'endocardite subacuta, si distinguono diverse opzioni: il primo con la febbre prolungata e le complicanze emboliche che porteranno alla morte in pochi mesi, il secondo è un tipo ambulatoriale che procede senza febbre. A seconda del sintomo principale, si distinguono anemiche, splenomegaliche, epato-splenomegaliche, nefritiche e altre varianti.

Trattamento endocardite

Principi di trattamento. Il primo posto nel trattamento terapeutico dell'endocardite infettiva è l'antibiotico. Prima di assegnare questo o quello antibiotico, è necessario condurre uno studio batteriologico del sangue. Ma bisogna ricordare che nel 10% dei casi il raccolto viene fornito con un risultato negativo. In questo caso, la terapia antibiotica è prescritta empiricamente.

La gentamicina viene applicata ad una dose di 1 mg / kg IV ogni 8 ore, continuando a monitorare costantemente la concentrazione del farmaco nel sangue. Streptomicina 7,5 mg / kg IV ogni 12 ore. L'uso di aminoglicosidi è associato ad un certo rischio per il fegato e per i reni, quindi, in presenza di insufficienza epatica epatica, questi farmaci devono essere limitati.

La vancomicina è un rappresentante dei glicopeptidi. Il suo dosaggio, con normale funzione epatica, è di 1 g ogni 12 ore IV. Assicuratevi di controllare la concentrazione del farmaco nel sangue. Il livello del contenuto non deve superare i 20 mg / l.

La teicoplanina viene somministrata ad una dose di 10 mg / kg ogni 12 ore. La concentrazione del farmaco nel sangue per il periodo di trattamento deve essere di almeno 20 mg / l.

Tali antibiotici della penicillina come Ampicillina e Amoxicillina devono essere somministrati ogni 2 ore ogni 6 ore, poiché il loro periodo di azione è molto breve. Con ridotta funzionalità renale bisogna effettuare regolazioni della dose.

Va ricordato che attualmente molte persone sono allergiche agli antibiotici della serie penicillina. In questi casi, è necessario designare Ceftriaxone 2 g / IV p / giorno.

Quando l'endocardite progredisce rapidamente e aspetta i risultati della semina, non c'è tempo, quindi ricorrono a terapia antibiotica empirica. Se il paziente è in condizioni gravi, tipiche della sepsi, è necessario somministrare Flukloxacillin 8-12 g al giorno per 6 dosi separate e Gentamicina 1 mg / kg al giorno.

Con endocardite meno grave, si raccomandano penicillina e gentamicina. In presenza di una valvola protesica o di un pacemaker, la vancomicina viene somministrata ad una dose di 1 g ogni 12 ore e la rifampicina è di 300-600 mg ogni 12 ore all'interno.
La durata della terapia antibiotica deve essere di almeno 4 settimane e con un processo prolungato - 6 settimane.

L'endocardite di stafilococco viene trattata dopo la prova di sensibilità all'antibiotico. Durante la rilevazione di ceppi sensibili a mititina Flukloxacillin-2g viene prescritto ogni 6 ore iv. L'uso di Gentamicin in questo caso non è necessario. I ceppi resistenti alla miticillina richiedono la nomina di vancomicina in un dosaggio di 1 g ogni 12 ore e Rifampicina 300-600 mg ogni 12 ore all'interno.

Se l'endocardite stafilococco si sviluppa sullo sfondo di una valvola protesica, lo schema del suo trattamento è il seguente: Flukloxacillina - 2 g ogni 6 ore IV (o vancomicina - 1 g ogni 12 ore) e Rifampicina - 300-600 mg ogni 12 ore. È possibile anche il seguente schema: Gentamicina 1 mg / kg ogni 8 ore iv, o fuzidato di sodio - 500 mg ogni 8 ore all'interno.

L'endocardite di streptococco è spesso resistente alla penicillina, quindi è obbligatorio un test di sensibilità a questo gruppo di farmaci. È meglio per il trattamento di una combinazione di penicilline e aminoglicosidi. Penicillina in una dose di 1,5 g ogni 6 ore per 4 settimane, combinandola con gentamicina 1 mg / kg ogni 8 ore durante le prime 2 settimane.

L'endocardite pneumococcica richiede il trattamento con Vancomycin-1g ogni 12 ore o con ceftriaxone.

Con endocardite streptococale valvolare, viene somministrato un corso di 6 settimane di penicillina con un corso di due settimane di gentamicina. Con una reazione allergica alla serie di penicillina, un corso di 4 settimane di vancomicina con gentamicina dovrebbe essere somministrato entro le prime due settimane.

L'endocardite enterococcica con sensibilità alle penicilline viene trattata secondo lo schema seguente: Apicillina - 2 g ogni 4 ore IV e streptomicina - 7,5 mg / kg ogni 12 ore IM. In caso di reazione allergica alla penicillina, vancomicina - 1 g ogni 12 ore IV e streptomicina - 7,5 mg / kg ogni 12 ore IM. Schema alternativo: Teicoplanin - 10 mg / kg ogni 24 ore in / e Streptomycin 7,5 mg / kg ogni 12 ore.

L'endocardite causata da batteri gram-negativi dovrebbe essere trattata con Ampicilin - 2 g ogni 6 ore e gentamicina -1 mg / kg ogni 8 ore per le prime due settimane. Con la resistenza all'ampicillina, nominare cefalosporine.

L'endocardite fungina è molto difficile da curare. Pertanto, spesso ricorrono ad intervento chirurgico. L'uso di droghe a volte può essere lungo tutto l'arco della vita. Amfotericina B - 1 mg / kg al giorno e flucitosina 100 mg / kg al giorno. O Fluconazolo - 400 g ogni 12 ore all'interno. O Caspofungin - 70 mg come dose di carico e poi 50 mg 1 p. al giorno. Dopo il trattamento con farmaci, con l'endocardite fungina, viene applicata l'operazione, in quanto è necessario sbarazzarsi di vegetazioni che raggiungono grandi dimensioni.

Il trattamento chirurgico è anche molto importante con l'endocardite. Circa il 30% dei casi di endocardite infettiva richiede un trattamento chirurgico. La protesi e il trattamento tonificante prolungano la vita e migliorano la qualità. A questo tipo di trattamento esistono indicazioni assolute rigorose: insufficienza cardiaca non medicata, rottura parziale dell'anello di struttura, inefficienza della terapia antibiotica, endocardite della valvola protesica dopo un completo ciclo di trattamento, ripetuti embolismi. Indicazioni relative: la formazione di un ascesso, l'endocardite causata da stafilococco dorato, la recidiva della malattia dopo un completo ciclo di trattamento, l'endocardite con risultati negativi delle colture e una febbre che dura più di 10 giorni, la presenza di una grande vegetazione.

Uno stadio importante nel trattamento dell'endocardite è il drenaggio dei focolai esistenti di infezione.

Il trattamento dell'endocardite reumatica è molto ridotto a sintomi. Con gravi danni cardiaci, Prednisolone viene somministrato ad un dosaggio di 1-2 mg / kg al giorno per via orale. Il trattamento deve proseguire fino a quando cessano le manifestazioni cliniche oi segni di laboratorio dell'attività del processo. Terapia antibatterica - Penicillina 250.000 unità IM in 5-6 volte nella griglia per 10 giorni con la successiva transizione obbligatoria ad un regime preventivo. Gli antibiotici non influenzano il corso della malattia, ma contribuiscono alla sanazione dei focolai di infezione. Aspirina in una dose di 0,6-0,9 g ogni 4 ore è prescritta per la poliartrite, ma riduce anche l'infiammazione cardiovascolare. Pazienti con endocardite severa per lungo tempo prendono Delagil a 0,25 g al giorno o Plakvinil a 0,2 g al giorno.

Per curare l'insufficienza cardiaca, che spesso accompagna l'endocardite, è necessario un approccio integrato. L'attività fisica moderata ha un effetto benefico sui pazienti. Esercizi fisici sono calcolati per ogni individuo, a seconda della classe funzionale del paziente. Il segnale per interrompere la formazione è un cambiamento nella salute, aumento della pressione sanguigna, eccessiva frequenza cardiaca.

La dieta per i pazienti con endocardite dovrebbe limitare l'assunzione di sodio e sale nel corpo. Il cibo dovrebbe essere alto nelle calorie, con l'inclusione obbligatoria di proteine ​​e vitamine.

L'insufficienza cardiaca richiede l'uso di farmaci. Diuretici sono prescritti per alleviare il cuore. Ipotiazide nella dose iniziale di 25-50 mg al giorno. In stadi severi della malattia si utilizza furosemide: dose iniziale di 20-40 mg e dose massima di 400 mg. I glicosidi cardiaci aumentano la potenza del cuore. Digoxina nella dose iniziale di 0,25-0,375 mg / die. per 5-7 giorni, quindi una dose di mantenimento di 0,125-0,25 mg al giorno. Gli inibitori dell'enzima convertire adenosina vengono utilizzati secondo il seguente schema: Captopril nella dose iniziale di 6,25-12,5 mg, quindi ogni 3-7 giorni dovrebbe raddoppiare la dose a 150 mg. Beta-bloccanti: Bisoprololo - 1,25 mg al giorno della dose iniziale, ogni 2-4 settimane per raddoppiare fino all'apparenza degli effetti collaterali.

Profilassi dell'endocardite

Per la prevenzione dell'endocardite è necessaria un'adeguata igienizzazione dei focolai di infezione, esami periodici e trattamenti presso il dentista, prendendo antibiotici dopo vari interventi chirurgici, anche una piccola quantità. Particolarmente importante è la terapia antibiotica nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca. Gola malata non trattata causa una maggiore attenzione e, se rilevato, richiede un trattamento immediato.

I gruppi di rischio necessitano di un costante esame preventivo, EchoCG, ECG. Il gruppo di rischio è formato da pazienti con reattività indebolita del corpo, difetti cardiaci congeniti e acquisiti, insufficienza renale, malattie autoimmuni, pazienti affetti da HIV, iniettori di droga.

Prima di qualsiasi intervento chirurgico è necessario il trattamento dello stafilococco nasale, delle eruzioni pustolari della pelle. Quando si utilizzano cateteri per via endovenosa, prestare attenzione ad essi.

Particolare attenzione deve essere prestata alla prevenzione dell'endocardite reumatica. È diviso in primario e secondario. La profilassi primaria dell'endocardite reumatica è il trattamento precoce degli streptococchi nasofaringei. Il regime di prevenzione primaria include una singola iniezione endovenosa di Bicillin-3 in una dose di 600.000 unità per bambini e Bicillin-5 con una dose di 1,5 milioni di unità per adulti. Nel corso della profilassi con Phenoxymethylpenicillin, le dosi sono prescritte come segue: bambini - 250.000 unità 3 r. al giorno, adulti - 500.000 unità 3 volte al giorno per 10 giorni.
La profilassi secondaria di endocardite reumatica è l'uso di Bicillin-5 dopo attacchi reumatici di 1,5 milioni di unità 1 p. ogni 3 settimane IM per 5 anni. Quando è allergico ai beta-lattamici, l'eritromicina viene somministrata ad un dosaggio di 250 mg 2 r.