policitemia


эритроцитоз фото L'eritrocitosi è una condizione patologica specifica del corpo, caratterizzata da un aumento del flusso sanguigno del numero di globuli rossi e dell'emoglobina. La presenza di eritrocitosi negli esseri umani si può dire con un aumento eritrociti da 6 T / L ed emoglobina - da 170 g / l.

È importante capire che l'eritrocitosi è un indicatore del processo patologico. Al suo modo, l'eritrocitosi è una sorta di "specchio della patologia", perché più spesso appare come una funzione adattativa del corpo per certi processi patofisiologici. Inoltre, l'eritrocitosi può diventare una manifestazione di processi tumorali o ipossia cronica e può essere la loro unica manifestazione. Quindi, è necessario conoscere tutte le manifestazioni di questo stato e le ragioni che può causare. Ciò è necessario per il suo tempestivo rilevamento e trattamento, che deve essere fatto prima che il corpo ha subito danni irreversibili.

Causa di eritrocitosi

Le cause di eritrocitosi sono diverse.

Isolare l'eritrocitosi fisiologica, la cui emergenza è dovuta a cambiamenti fisiologici nel corpo. Si riferisce ad eritrocitosi negli abitanti delle alte montagne. Il fatto è che in tali aree il contenuto di ossigeno nell'aria è ridotto, entra nel corpo in quantità minore di quanto non sia necessario. Automaticamente il corpo produce un numero maggiore di globuli rossi del normale. Si sviluppa l'eritrocitosi fisiologica. In questo modo cerca di "afferrare" il più possibile l'ossigeno dagli eritrociti: il processo di ipossia innesca il rilascio di eritropoietina dai reni e attiva la formazione di globuli rossi nel midollo osseo.

È importante notare che questo processo non è istantaneo, ma si sviluppa gradualmente, come funzione adattativa del corpo all'ipossia. Pertanto, è necessario cercare l'eritrocitosi in coloro che hanno vissuto una quantità sufficientemente grande di tempo nelle condizioni di aria rarefatta.

Inoltre, l'eritrocitosi fisiologica è osservata nei neonati. Dal momento che il bambino ha ricevuto nel seno il sangue materno, in cui la percentuale di ossigeno era molto inferiore alla sua percentuale nell'aria. Pertanto, alla nascita, il bambino ha un numero maggiore di globuli rossi che in un'analisi analoga, ad esempio 2-3 giorni dopo la nascita.

Oltre alla fisiologica distinguono altri due tipi: eritrocitosi assoluta e relative.

L'eritrocitosi assoluta si verifica a causa della valorizzazione della funzione eritropoietica del midollo osseo. Può essere stimolato da malattie polmonari croniche (come la BPCO, l'emfisema, i difetti cardiaci congeniti blu: la tetralogia di Fallot ).

L'eritrocitosi relativa è un aumento del numero di eritrociti e dell'emoglobina per unità di volume del sangue, a causa di una mancanza di volume plasmatico. Un vivo esempio di eritrocitosi relativa è la perdita di sangue, una diminuzione del volume del liquido circolante durante il vomito e la diarrea massiccia.

Isolare l'eritrocitosi primaria e secondaria

Le cause di eritrocitosi primaria sono costituite da difetti genetici, grazie ai quali gli eritrociti forniscono più ossigeno ai tessuti. I difetti genetici appaiono nel globo, la parte costitutiva della molecola dell'emoglobina o il contenuto degli eritrociti di un regolatore speciale responsabile della sua ossigenazione e deossigenazione ("caricamento" e "scarico" dell'ossigeno nei globuli rossi) viene interrotto. Di conseguenza, ciò aumenta l'affinità dell'emoglobina per l'ossigeno e deteriora il suo ritorno ai tessuti. Sviluppa un'ipossia hemica del corpo, che stimola il rilascio di eritropoietina dai reni, che stimola l'eritropoiesi nel midollo osseo rosso.

Eritrocitosi secondaria

Secondaria (eritrocitosi sintomatica) include tale eritrocitosi, che è sorta come conseguenza di altre malattie.

L'eritrocitosi secondaria è inoltre suddivisa in relativa e assoluta. L'eritrocitosi secondaria assoluta comprende stati per cui, a seguito di eritropoiesi più attiva o passaggio al letto vascolare dal midollo osseo, aumenta il numero di eritrociti per unità di volume del sangue.

La causa dell'erotrocitosi assoluta secondaria può servire come stati diversi. Ad esempio, le malattie accompagnate da ischemia o danni al rene del tumore, con conseguente grande rilascio di eritropoietina, che stimolerà la creazione di nuove cellule rosse nel midollo osseo rosso.

Cisti renali, infiammazioni diverse, stenosi delle arterie renali, idronofrosi possono portare a situazioni accompagnate da ischemia renale. Possono essere classificate lesioni renali neoplastiche che portano ad una maggiore produzione di globuli rossi, ipernefroma del rene, nefroblastoma e eritropoietina secrezione tumorale. Inoltre, un aumento del numero di globuli rossi può causare il trapianto di rene, la trasfusione di sangue degli atleti.

Inoltre, vari disturbi della regolazione neuro-tumorale, in cui il sistema nervoso simpatico sarà eccitato, può portare ad eritrocitosi.

Inoltre, una maggiore produzione di eritropoietina può portare ad una maggiore produzione di ormoni. Ciò è dovuto al fatto che gli ormoni tiroidei, gli ormoni adrenocorticotropici, le catecolamine e i glucocorticoidi aumentano l'utilizzo dell'ossigeno da parte del corpo. E l'ulteriore schema della reazione del corpo a una diminuzione dell'ossigeno in esso è abbastanza prevedibile: in risposta all'ipossia, l'eritropoietina entrerà nel flusso sanguigno e il numero di globuli rossi aumenterà anche. Questo include anche l'assunzione di steroidi androgeni come doping, per aumentare la massa muscolare.

Un esempio importante nell'eritrocitosi secondaria assoluta sono quelli che si sono manifestati a seguito di malattie tumorali del germe rosso dell'ematopoiesi nel midollo osseo. Un esempio vivido di queste malattie è la vera eritermia o la malattia di Vaquez. È caratterizzato da una significativa eritropoiesi: il numero di eritrociti nel sangue di tali pazienti può aumentare 7-10 volte rispetto alla norma.

Uno dei motivi più brillanti, naturalmente, è l'effetto di ipossia e malattie polmonari all'insorgenza di eritrocitosi sintomatica. Distinguono l'ipossia ematica, respiratoria, circolatoria e tessuto.

Con ipossia hemica, l'eritrocitosi si svilupperà come conseguenza di una diminuzione della capacità di ossigeno nel sangue. Ad esempio, l'avvelenamento con monossido di carbonio, i composti nitro sono idonei qui.

L'ipossia circolatoria induce l'eritropoiesi a causa della insufficiente funzione di pompaggio del cuore e della insufficiente alimentazione di sangue ai tessuti e agli organi. Un esempio vivo di questo tipo di ipossia è l' insufficienza cardiaca .

L'ipossia respiratoria è una conseguenza di varie malattie del sistema polmonare, in conseguenza del quale diminuisce il volume della ventilazione degli alveoli. Esempi sono: asma bronchiale , bronchite cronica, varie malattie polmonari croniche.

L'ipossia tissutale deriverà da una diminuzione dell'ossidazione biologica. Può accadere come conseguenza della progressione di qualsiasi ipossia sopra descritta.

La genesi secondaria di eritrocitosi può manifestarsi in ipossia esogena tipo ipobarico e normobarico. Con ipossia normobarica, il corpo non riceve ossigeno con l'aria, sotto pressione normale barometrica nell'ambiente. Ad esempio, è possibile citare casi in cui una persona da molto tempo è in un piccolo spazio con una cattiva corrente d'aria (armadio, ascensore, miniera). Nel tipo ipobarico, si ottiene un aumento del numero di eritrociti dovuto a una diminuzione della pressione barometrica stessa. Un buon esempio è la malattia di decompressione.

L'eritrocitosi relativa della genesi secondaria comprende forme di emoconcentrazione e ridistribuzione. L'eritrocitosi di emoconcentrazione nasce dalla perdita di acqua dal letto vascolare. Esempio: forte secrezione di sudore nelle condizioni di lavoro a temperature elevate, sete prolungata, vomito e diarrea nelle malattie infettive, conseguenze delle ustioni, coma ketoacidotica nei pazienti diabetici, lesioni cutanee ulcerative.

Le forme di ridistribuzione si formano quando, in varie situazioni stressanti, le cellule del sangue rosso vengono gettate bruscamente nel sangue circolante, precedentemente rilevato negli organi e nei tessuti depositanti.

Una delle cause più interessanti di eritrocitosi sintomatica è la sindrome di Gaysbek (malattia di Gaysbek). È caratterizzata da una combinazione di eritrocitosi con ipertensione arteriosa . Le ragioni del suo verificarsi sono sconosciute. Ci sono teorie circa la predisposizione ereditaria alla malattia.

Sintomi di eritrocitosi

I sintomi di eritrocitosi dipendono principalmente dal suo tipo e sono molto diversi. Così, per esempio, la colorazione cutanea in pazienti con aumenti assoluti di globuli rossi sarà pletorico - rosso. Nelle forme relative, il colore della pelle non è di solito modificato. Inoltre, in entrambe le forme, non si osserva un aumento oggettivo della milza.

Con varianti cianotiche di eritrocitosi, i pazienti nel quadro clinico saranno dominati dalla cianosi della pelle, che aumenterà nella posizione supina. Tutta l'eritrocitosi associata a danno del rene è probabile essere combinata con l'ipertensione arteriosa elevata.

Con ragioni ereditarie per l'aumento del numero di globuli rossi, verrà osservato il colore della pelle eritrocianotica, rosso con la presenza di cianosi (poiché l'organismo tollera l'ipossia e contiene un gran numero di eritrociti nel flusso sanguigno). Questa variante si manifesterà anche nei pazienti dell'infanzia.

Nella malattia di Vaquez, il paziente avrà dei sintomi caratteristici: un colore rosso brillante del viso e della pelle; la pelle prurito dopo le procedure di bagno e l'allargamento patologico della milza.

È importante sapere che con le forme acquisite il numero di eritrociti è aumentato, in conseguenza delle reazioni compensative dell'organismo. Pertanto, più spesso nella normalizzazione del fattore che ha causato la malattia, l'eritrocitosi secondaria scompare.

Ci sono anche emicranie , sintomi neurologici con cause cerebrali. Ci può essere stanchezza, sonnolenza, debolezza come risposta ad una maggiore viscosità del sangue e ipossia tissutale. Esiste un rischio di trombosi.

Per determinare questa o quella forma della malattia, è necessario condurre alcuni studi di laboratorio:

- Studio di un sangue generale: il livello delle cellule del sangue rosso negli uomini e nelle donne

- Definizioni di livelli sierici di eritropoietina

- Ricerca della composizione del sangue

- Esame ad ultrasuoni dei reni

- Pielografia intravenosa

- Misurazione dei livelli ematocritici e emoglobinici

- Esame a ultrasuoni del cuore e dei vasi sanguigni

- Determinazione del livello dei reticolociti (giovani precursori di eritrociti) nel sangue

- Determinazione del numero di piastrine e globuli bianchi (per la differenziazione con la malattia di Vaquez)

Trattamento eritrocitosi

Il trattamento dell'eritrocitosi si basa sul trattamento del fattore etiologico che lo ha causato. I pazienti con forme ipossiche sono trattati con ossigeno. Con eritermia, il sangue è prescritto con appropriati parametri di laboratorio (l'ematocrito dovrebbe essere almeno il 50%). Dopo la procedura, diverse soluzioni di sostituzione del sangue vengono somministrate ai pazienti per la prevenzione.

Trattamento simile è anche prescritto per i pazienti con relativa eritrocitosi, dove tutta l'attenzione viene attirata alla ripristino dei volumi perduti del plasma. Inoltre, è necessaria una correzione della condizione che ha causato questo tipo di eritrocitosi. Ad esempio, una malattia infettiva dovrebbe essere prescritta da terapia diretta contro il patogeno. Se ci sono manifestazioni di coma ketoacidotica, modificare la dose di insulina, prescrivere la somministrazione di infusioni isotoniche. Se la causa di eritrocitosi è alta temperatura, allora è necessario effettuare una terapia "litica" per ridurla.

Il trattamento chirurgico con eritrocitosi può essere prescritto in caso di corrispondente deterioramento della malattia sottostante o nella sua natura oncologica.

Inoltre, i pazienti seguono una certa dieta: sono esclusi gli alimenti grassi e contenenti ferro.

Inoltre, è importante osservare la modalità di vita corretta: i fumatori con eritrocitosi dovrebbero abbandonare questa abitudine ei pazienti che soffrono di un aumento del peso corporeo, è necessario gradualmente ridurre il peso.