ipercolesterolemia


гиперхолестеринемия фото L'ipercolesterolemia è una certa sindrome patologica che non è una malattia, nel senso comune di questo. Piuttosto, è un prerequisito per lo sviluppo di alcune malattie. Come risultato di alcune violazioni (come risultato di difetti genetici e disturbi secondari) nel corpo aumenta il livello di alcune sostanze che sono i risultati dei processi di metabolismo dei grassi. Rinviata nei tessuti biologici, queste sostanze causano il blocco dei vasi sanguigni e vari disturbi in tutto il corpo. È l'ipercolesterolemia causa di malattie come l' aterosclerosi e l' obesità .

L'ipercolesterolemia è una sindrome complessa caratterizzata non solo da disturbi patofisiologici, ma anche da fattori quali: violazione della dieta normale, problemi psicologici e disturbi endocrinologici.

In linea di principio, l'ipercolesterolemia è la "culla" dello sviluppo delle più comuni malattie della popolazione umana: lesioni cardiache e vascolari. È importante comprendere correttamente i processi della sua genesi e l'azione patologica che l'ipercolesterolemia ha sul corpo. È utile conoscere l'ipercolesterolemia per tutti: sia i medici che le persone comuni. Ciò contribuirà ad applicare misure preventive per identificare questa malattia.

Cause di ipercolesterolemia

Al fine di comprendere la patogenesi dell'ipercolesterolemia, è prima necessario studiare i processi del metabolismo lipidico.

In condizioni normali, i grassi di diversi tipi entrano nel corpo umano. I principali, quelli che partecipano all'energia e vari processi anabolici sono i triacilgliceridi, il colesterolo libero e i lipidi composti.

Dopo che questi grassi entrano nel corpo, ognuno di loro subisce i suoi processi di taglio. I triacilgliceridi sotto l'azione del pancreas e degli acidi biliari si decompongono in componenti più piccoli. Allo stesso modo, altri lipidi vengono assorbiti: il colesterolo viene assorbito allo stato libero, i suoi composti più complessi vengono scissi dagli enzimi.

Inoltre, i grassi suddivisi e più leggeri vengono assorbiti dagli enterociti. Queste sono cellule dell'intestino tenue che assorbono i nutrienti dal chimo - una massa di cibo che si muove lungo il tratto gastrointestinale umano durante il processo di digestione. Negli enterociti, i grassi divisi vengono convertiti nelle loro forme di trasporto. Sono chiamati chilomicroni. I chilomicroni sono gocce di grasso microscopico, ricoperte da uno strato di proteine ​​attive e fosfolipidi. Inoltre, il chilomicro attraverso la membrana degli enterociti viaggia verso il sistema linfatico e attraverso di esso entra nel flusso sanguigno periferico.

Qui è necessario dire che i chilomicroni non possono entrare autonomamente negli organi necessari per la loro ulteriore trasformazione, per questo hanno bisogno dell'aiuto di altri componenti. Questo aiuto è fornito da lipoproteine ​​del sangue - complessi speciali di lipids di sangue, collegati a proteine. Le lipoproteine ​​aiutano i chilomicroni a non dissolversi nel sangue prima del tempo, prima che raggiungano gli organi necessari. Le lipoproteine ​​si differenziano per densità e sono suddivise nelle seguenti sottoclassi:

- Lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL)

- Lipoproteine ​​caratterizzate da bassa densità (LDL)

- Lipoproteine ​​a densità intermedia (LDL)

- Lipoproteine ​​ad alta densità (HDL)

Sembrerebbe una classificazione molto semplice, ma occupa il posto di guida nei prerequisiti dell'ipercolesterolemia. Ognuna di queste lipoproteine ​​è coinvolta nel trasporto di alcuni lipidi. L'ipercolesterolemia si sviluppa a causa di un'interruzione della funzione delle lipoproteine, che consiste nella cattura e trasporto dei lipidi nei tessuti.

Il ruolo più importante nel trasporto dei chilomicroni è svolto dalle lipoproteine ​​a bassissima e bassa densità. Queste lipoproteine ​​compaiono nelle cellule del fegato e sono dirette lungo i vasi verso gli enterociti, dove si legano ai chilomicroni e li trasportano ai tessuti. La principale specificazione di queste lipoproteine ​​è il trasporto di trigliceridi.

LDL è il principale "trasporto" per il colesterolo. Trasportano il colesterolo negli organi necessari.

Le lipoproteine, che sono altamente densi, appaiono nelle cellule del fegato e dell'intestino tenue, con una funzione molto speciale. Sono impegnati a "tirare" il colesterolo in eccesso dalle cellule dei tessuti. Questi sono i "difensori" più importanti del corpo, che svolgono una funzione "anti-aterogenica".

Quindi, le HDL sono "protettori" di lipoproteine ​​e lipoproteine ​​che hanno una bassa densità - questo è "trasporto" per i grassi convertiti.

Sono lipoproteine ​​a bassa densità che possono causare ipercolesterolemia. Ma questo accade solo quando le lipoproteine ​​a bassa densità sono "disorientate", cioè perdono la funzione di trasportare i chilomicroni lungo i tessuti che ne hanno bisogno. È allora che si sviluppa una condizione generale, come l'iperlipoproteinemia (l'ipercolesterolemia è la sua sottospecie).

L'iperlipoproteinemia è caratterizzata da un aumento patologico della quantità di lipidi nel sangue. Di conseguenza, l'ipercolesterolemia, per analogia, sarà una condizione in cui il sangue aumenterà il livello di colesterolo. Come hai intuito, le lipoproteine ​​a bassa densità saranno "colpevoli" per la comparsa di ipercolesterolemia, che trasporterà un eccesso di colesterolo a cellule e tessuti.

I motivi per cui improvvisamente in un organismo normalmente funzionante ci sono problemi simili, alcuni. Secondo loro, la malattia è divisa in ipercolesterolemia primaria e ipercolesterolemia secondaria.

La patogenesi dell'ipercolesterolemia

L'ipercolesterolemia primaria si sviluppa a causa di violazioni della struttura genetica. Motivi principali:

1. Difetti della parte proteica delle lipoproteine. Di conseguenza, le lipoproteine ​​a bassa densità non possono agganciarsi ai tessuti e dare loro i chilomicroni con il colesterolo.

2. Violazioni della sintesi degli enzimi di trasporto coinvolti nei processi di interazione dei chilomicroni con le lipoproteine. Di conseguenza, non è possibile trasportarli nei segmenti giusti del corpo e nel sangue si accumula assolutamente il colesterolo non necessario.

3. Disturbi della struttura dei recettori delle cellule dei tessuti alle lipoproteine. E qui si verifica la seguente situazione: sono necessari entrambi gli enzimi e le lipoproteine ​​sono nell'ordine perfetto, ma non possono connettersi alle cellule dei tessuti. Nelle loro stesse parole, non possono fare un "atterraggio" in un determinato tessuto.

L'ipercolesterolemia secondaria è una conseguenza di vari disturbi acquisiti. Ciò include l'alcolismo, solo gli errori di cui sopra nella dieta, lo stile di vita sbagliato, i disturbi endocrinologici, il danno al fegato e ai reni, ecc. Tutti portano a interruzioni nel normale trasporto di grassi dagli enterociti ai tessuti.

Inoltre, si distinguono i tipi di ipercolesterolemia, in base ai disturbi nella funzione della produzione e all'utilizzo delle lipoproteine: produzione (aumento della formazione di lipoproteine) e riduzione (interruzione dell'utilizzo delle lipoproteine).

Ipercolesterolemia secondo ICD 10

L'ipercolesterolemia è un processo patologico così importante che è persino isolato in forme separate secondo la classificazione internazionale delle malattie e ha un proprio codice speciale. Il codice di ipercolesterolemia pura per ICD 10 è E78.0. Appartiene alla suddivisione di malattie con una violazione del metabolismo delle lipoproteine ​​(cifrario generale E78).

Ipercolesterolemia sintomi

I principali indicatori di ipercolesterolemia sono la comparsa nel corpo di "depositi" di colesterolo - depositi di colesterolo nei tessuti.

Nel campo dei tendini, in particolare l'Achille, i muscoli estensori delle dita delle mani e dei piedi, le formazioni tuberose - gli xantomi appaiono. Sono grappoli di depositi di colesterolo sui tendini.

Sulle palpebre, macchie gialle e arancioni compaiono vicino all'angolo nasale. Questi sono xantelasmi, sono anche depositi di colesterolo.

Un'altra manifestazione estremamente interessante di ipercolesterolemia è la comparsa di una fascia grigia alla periferia della cornea.

Molto spesso, l'ipercolesterolemia si manifesta a causa dei suoi sintomi secondari. Cioè, a causa dello sviluppo di lesioni vascolari e come conseguenza di questo sviluppo di aterosclerosi, danno al muscolo cardiaco, ictus.

Le manifestazioni più vividi dell'ipercolesterolemia compaiono durante lo sviluppo dell'aterosclerosi. Una vasta gamma di manifestazioni, una caratteristica della quale è la sconfitta di varie navi: dai vasi del cervello ai piccoli vasi delle estremità.

A seconda della lesione, la sintomatologia dell'ipercolesterolemia sarà diversa.

Ma va detto che i segni clinici sono una conseguenza delle fasi avanzate dell'ipercolesterolemia. Prima che il livello di colesterolo nel sangue diventi critico, i sintomi pronunciati possono essere assenti.

Il criterio diagnostico dell'ipercolesterolemia è lo studio di uno speciale profilo lipidico del sangue. Determinerà i livelli dei singoli lipidi: lipoproteine ​​a bassa e alta densità, trigliceridi e colesterolo nel sangue. È in presenza di un aumento di questi quattro indicatori che viene diagnosticata l'ipercolesterolemia.

Ipercolesterolemia familiare

Una delle sottospecie dell'ipercolesterolemia primaria è l'ipercolesterolemia familiare. Occupa il tipo 2 nella classificazione generale dell'iperlipidemia ereditaria. È che a causa di disordini genetici, la lipoproteina non può contattare il colesterolo e trasferirlo. Inoltre, il secondo fattore di questa malattia è la sintesi aumentata simultanea di colesterolo nel corpo.

Di conseguenza, i suddetti segni di deposito di colesterolo nei tessuti si manifestano nei pazienti: xantomi, xantelasmi e arco senile (il secondo nome è "arco corneale").

Inoltre, con l'ipercolesterolemia familiare, vi sono infarti precoci di infarto miocardico "giovane": l'età media dell'inizio di questa malattia in pazienti con ipercolesterolemia familiare sarà inferiore a 30 anni. Questo è l'unico tipo di disturbo che causa ipercolesterolemia nei bambini.

A proposito, c'è un fatto interessante. Se guardi attentamente il ritratto di Mona Lisa, puoi trovare i suoi segni di ipercolesterolemia familiare: xantoma sulle mani, xantelasma agli angoli degli occhi.

Trattamento ipercolesterolemia

Il trattamento dell'ipercolesterolemia è molto importante e in forme ereditarie è di vitale importanza.

Farmaci per il trattamento dell'ipercolesterolemia

Il ruolo principale nel trattamento dell'ipercolesterolemia è dato alle statine. Questa è una classe speciale di farmaci che si occupa di abbassare il colesterolo. Bloccano l'enzima, che aumenta la sintesi del colesterolo. In genere, utilizzare atorvastatina.

Stile di vita sano per la correzione dell'ipercolesterolemia

Anche un elemento importante nel trattamento dell'ipercolesterolemia è un cambiamento dello stile di vita: regolare la quantità e la qualità del cibo consumato e assegnare carichi sportivi. Se in 4-6 mesi il livello delle lipoproteine ​​a bassa densità (lipidi aterogenici) non diminuisce, viene avviato il trattamento con statine.

Oltre alle statine, l'ipercolesterolemia viene trattata con fibrati (derivati ​​dell'acido fibroico) e sequestranti degli acidi biliari (essi abbatteranno intensivamente il colesterolo in eccesso).

Dieta per ipercolesterolemia

Ma uno dei complessi importanti, che viene utilizzato contemporaneamente con il trattamento dell'ipercolesterolemia, è una dieta speciale.

Con l'ipercolesterolemia, è necessario rimuovere fast food, burro, varie carni affumicate, uova di tuorlo, frattaglie, carni molto grasse, dolci e focacce dalla dieta.

Si raccomanda di includere nella dieta dei pazienti con ipercolesterolemia più frutta e verdura, olio vegetale, cereali e pane, pesce magro, latticini a basso contenuto di grassi. Puoi anche mangiare carni magre. Un buon esempio per ricordare quanta carne per i pazienti con ipercolesterolemia deve essere consumata al giorno è "un esempio di un mazzo di carte da gioco": in un giorno si può consumare carne non più delle dimensioni di un mazzo di carte da gioco.

Anche una buona dieta per l'ipercolesterolemia è il "modello piatto": un piatto da dessert è preso, mentalmente diviso a metà. La metà di questa piastra è costituita da verdure e ortaggi a radice, un quarto del piatto è preso per contorni e solo il secondo è carne o pesce leggero.