cardiomegalia


кардиомегалия фото La cardiomegalia è un cambiamento nella forma, nei parametri e nella massa totale del cuore verso un aumento di questi parametri, che è la manifestazione dei principali cambiamenti patologici cardiaci e, talvolta, extracardici cardiaci. Nella maggior parte delle situazioni, questo termine non significa un'unità nosologica separata, ma una sindrome. La cardiomegalia può essere sia tipo congenita che acquisita, quindi questa patologia può avvenire nei pazienti di diverse categorie di età.

Cause della cardiomegalia

La variante idiopatica della cardiomegalia è una rarità, ma ora grazie all'utilizzo di metodi diagnostici ad alta precisione, anche la cardiomegalia del feto può essere rilevata. L'emergere della cardiomegalia della forma congenita è provocata da fattori genetici ereditari e quindi la previsione relativa alla conservazione della normale qualità della vita di questa categoria di pazienti è estremamente dubbia.

I principali fattori provocatori nella formazione della forma cardiomegalia acquisita sono vari cambiamenti patologici nel cuore di una natura organica e non organica. Un fatto straordinario è che la cardiomegalia è causata principalmente da malattie associate a cardiomiodinamica, tra cui la valvola cardiaca, l' ipertensione e varie forme di cardiomiopatie (alcoliche, tossiche, dilatate, constrictive). In misura minore, i parametri del cuore cambiano con le malattie organiche, in quanto lo sviluppo di una cardiosclerosi ancora massiccia non influenza lo stato delle cavità e della massa muscolare del cuore. Nonostante il fatto che recentemente vi sia stata una diminuzione dell'incidenza di incidenza di miocardite di natura infettiva, tutti i cambiamenti patologici che si verificano in questa patologia provocano lo sviluppo della cardiomegalia nel più breve tempo possibile.

Inoltre, non bisogna dimenticare la variante fisiologica della cardiomegalia, che si verifica in persone di tipo ipersensivo di fisici e atleti professionisti. L'aumento e l'estensione delle fibre muscolari cardiache in questa situazione è un meccanismo compensativo e non dovrebbe essere considerato come una patologia.

Attualmente la pratica cardiologica mostra un significativo aumento dell'incidenza della cardiomiopatia della genesi alcolica, che inevitabilmente provoca lo sviluppo della cardiomegalia a causa di una significativa espansione delle cavità cardiache. Questa variante clinica di cardiomegalia è caratterizzata da una prognosi estremamente sfavorevole e da un elevato livello di letalità per complicazioni.

Nella pediatria, la cardiomegalia complica il corso della miocardite virale, che si presenta come una manifestazione delle malattie virali dell'infanzia. Questa categoria di cambiamenti patologici nel miocardio si verifica a seguito dell'attivazione di meccanismi autoimmuni.

Sintomi della cardiomegalia

A causa del fatto che il processo di sviluppo cardiomegalico richiede un periodo di tempo prolungato e sorge sullo sfondo della patologia cardiaca esistente, i pazienti non presentano reclami specifici che consentano di stabilire una giusta conclusione senza utilizzare ulteriori metodi di indagine. Più pazienti si lamentano, che riflette la patologia sottostante. Cioè, in una situazione in cui una persona soffre di ipertensione per lungo tempo, i sintomi primari da notare saranno i sintomi dell'alta pressione sanguigna, in particolare quelli che si manifestano nel corso della crisi (mal di testa, nausea, vertigini ).

Purtroppo, la cardiomegalia appartiene alla categoria delle "sindromi clinicamente nascoste", mascherate sotto le manifestazioni di altre malattie. La maggior parte dei pazienti con cardiomegalia nota la sindrome del dolore nell'area del cuore, che non ha nulla a che vedere con l'attacco tipico dell'angina pectoris, ma può compromettere notevolmente la qualità della vita del paziente. Questa sindrome del dolore, di norma, viene rapidamente interrotta prendendo una volta 15 gocce Valocordin. L'apparenza dei segni di cardiomegalia nei pazienti è più spesso accompagnata dallo sviluppo di un quadro clinico di insufficienza cardiaca, manifestazioni di cui è una crescente dispnea lentamente progressiva, minori violazioni del ritmo cardiaco, vertigini e diminuzione dell'efficienza.

Nell'esame iniziale di un paziente con cardiomegalia, si dovrebbe prestare particolare attenzione a raccogliere dati anamnestici che possono aiutare a verificare la causa del suo sviluppo. Inoltre, dettagliando le lamentele del paziente consente di chiarire la natura e la natura della cardiomegalia. Per esempio, per questo patologico degrado patognomonico del paziente durante la notte, durante la quale è notata la progressione della dispnea e con grave cardiomegalia, l'avvenimento di un asma cardiaco parossistico è patognomonico.

Praticamente nel 100% dei casi di cardiomegalia, che nasce come risultato della progressione della patologia cardiologica di sfondo, i pazienti notano una progressiva diminuzione della tolleranza dell'attività fisica abituale. Molti pazienti non credono che questo sintomo sia correlato alla progressione della cardiomegalia e che i cardiologi siano del parere contrario.

Diagnosi della cardiomegalia

Un significativo aumento dei parametri cardiaci può essere diagnosticato dal cardiologo già durante l'esame iniziale del paziente sulla base di dati di percussione e cambiamenti ausculatori. Così, l'espansione della dullness cardiaca relativa viene osservata con una forte dilatazione delle cavità del cuore destro. Inoltre, esiste un'espansione e un certo spostamento dell'impulso apicale. Le modificazioni ausculative riflettono in misura maggiore i danni concomitanti dell'apparato valvolare e consistono nell'aspetto del rumore in vari punti ausculatori. La diagnosi dell'ipertensione venosa e la stagnazione su una vasta gamma di circolazione del sangue in un medico esperto non provoca difficoltà e consiste nel determinare i segni di edema dei tessuti molli delle estremità inferiori, delle ascite, della pelle e delle manifestazioni vascolari.

Dato che le misure diagnostiche che consentono di stabilire in modo affidabile la presenza di cambiamenti nella forma e nella dimensione del cuore, è possibile utilizzare metodi diagnostici strumentali accessibili e non complicati in termini di prestazioni tecniche (metodi di immagine del fascio, monitoraggio elettrocardiografico). Tuttavia, l'angiografia, l'echocardioscopia transesofagea e persino la biopsia per foratura sono ora utilizzati per esaminare più accuratamente il paziente, che consente di stabilire la causa principale della cardiomegalia, la cui affidabilità raggiunge il 100%.

Il metodo diagnostico standard per i metodi di screening per qualsiasi categoria di pazienti è radiologico, ma si deve notare che questa tecnica consente di riconoscere il grado pronunciato di cardiomegalia causato da una significativa espansione delle cavità cardiache a causa del tonificamento della parete muscolare. In alcune situazioni, l'individuazione della cardiomegalia con un esame a raggi X standard non è difficile e consiste nella visualizzazione dell'ombra alterata del mediastino, di un ingrandito indice cardiotoracico e della formazione di configurazioni cardiache tipiche. Il supplemento dell'esame radiografico standard della cavità toracica è la radiografia nella proiezione laterale con la contrasto simultaneo dell'esofago, che consente di determinare indirettamente la localizzazione delle parti interessate del cuore. La diagnosi differenziale di cardiomegalia durante un esame a raggi X dovrebbe essere effettuata con malattie quali le cicidi pericardiche, le neoplasie del mediastino e della pericardite , poiché tutte queste patologie, in un modo o nell'altro, vengono visualizzate come una ombra allargata del mediastino.

L'esame elettrocardiografico del paziente permette di stabilire segni indiretti di cardiomegalia solo in una situazione in cui la dimensione del cuore è aumentata a causa dell'ipertrofia delle divisioni di sinistra o destra, anche se questi cambiamenti sono caratteristici per una serie di patologie cardiache.

In una situazione in cui si sospetta la cardiomegalia nei bambini e se necessario, i dettagli cambiano non solo la dimensione ma anche la struttura del tessuto muscolare, valutano i parametri emodinamici, l'unico metodo diagnostico affidabile è l'ecocardiografia eseguita in accesso transthoracico standard. Durante l'esecuzione di esame a ultrasuoni delle strutture del cuore, l'apparato valvolare, la presenza di danno diffuso o focale del miocardio e la cavità vengono esaminati per la presenza di formazioni di volume.

Metodi invasivi di esame cardiaco, che includono la cateterizzazione intracavitiva, vengono utilizzati come misura terapeutica e diagnostica e sono il modo più informativo per determinare la causa della cardiomegalia. Con l'aiuto di queste tecniche vengono valutate la variazione del gradiente di pressione intracavitico, lo stato dell'apparato cardiaco valvolare, la presenza di cambiamenti nelle arterie coronarie e lo shunt patologico.

Trattamento della cardiomegalia

Se una persona è diagnosticata con cardiomegalia, il paziente dovrebbe essere avvertito che questa patologia implica lo sviluppo di cambiamenti irreversibili nel miocardio e nelle cavità cardiache e il chirurgico è l'unico metodo efficace per eliminare questi cambiamenti patologici. Per altri aspetti, il trattamento conservativo, così come i metodi non farmacologici, vengono usati per eliminare l'eventuale aggravamento della cardiomegalia e prevenire le complicazioni.

I metodi non medicinali di trattamento preventivo sono la correzione del comportamento alimentare (restrizione degli alimenti saturi di colesterolo e trigliceridi, nonché una forte restrizione dell'assunzione di sale nell'organismo con il cibo). Con cardiomegalia, accompagnata da insuccessi cardiovascolari , si dovrebbe prestare particolare attenzione al regime dell'acqua e al controllo della diuresi quotidiana. Se possibile, il paziente dovrebbe limitare l'attività fisica se esiste un grave grado di insufficienza cardiaca .

La principale direzione del trattamento farmacologico di un paziente con cardiomegalia è la terapia etiotropica, i cui farmaci possono compensare i disturbi emodinamici, oltre a eliminare fattori che aggravano il corso della cardiomegalia. In una situazione in cui un aumento della dimensione della cavità o dello spessore del muro di cuore è osservato in un paziente con anamnesi ipertensiva, i farmaci di scelta sono combinati farmaci antipertensivi, che devono contenere un diuretico (Enap H-1 al mattino). Se la cardiomegalia si sviluppa contro i danni cardiaci ischemici, la terapia multicomponente deve essere inclusa nelle seguenti categorie di farmaci: beta-bloccanti (Egilok in una dose giornaliera di 50 mg), nitrati prolungati (Cardiac retard 40 mg al giorno), glicosidi cardiaci (digossina nel supporto dosaggio di 125 μg).

In connessione con il fatto che la cardiomegalia è più spesso accompagnata da un disturbo emodinamico in una vasta gamma di circolazione del sangue, si dovrebbe prestare molta attenzione a pazienti con segni di stagnazione accompagnati da una sindrome edemato pronunciata. In questa situazione l'unico metodo giustificato per la correzione di farmaci è l'adeguata stimolazione della diuresi con l'uso di farmaci diuretici di diversa azione farmacologica (Furosemide in un dosaggio giornaliero di 40 mg, Veroshpiron in una dose giornaliera non inferiore a 0,025 mg).

Tra le tecniche chirurgiche per il trattamento dei manuali chirurgici cardiomegali palliativi per l'eliminazione dei difetti valvolari si applicano.