cardiomiopatia

кардиомиопатия фото La cardiomiopatia è un gruppo di malattie infiammatorie del tessuto muscolare del cuore che si sviluppano per vari motivi. Può anche essere chiamata distrofia miocardica. Questa malattia colpisce soprattutto le persone di diverse categorie di età, e non ha preferenze nel campo del paziente. Per lungo tempo i medici non potevano stabilire la causa esatta dello sviluppo di questa malattia. Ma nel 2006 l'Associazione di Cardiologia in America ha deciso di capire le cause che possono causare danni del miocardio in determinate condizioni.

Nella cardiomiopatia si distinguono diversi tipi: cardiomiopatia ipertrofica, cardiomiopatia dilatativa (ischemica) e cardiomiopatia alcolica. Questi tipi di cardiomiopatia differiscono in caratteristiche specifiche dell'effetto sul muscolo cardiaco. I principi di trattamento per tutti i tipi sono quasi identici e mirano ad eliminare le cause che causano cardiomiopatia e il trattamento dell'insufficienza cardiaca.

Cause cardiomiopatiche

Se il muscolo cardiaco è danneggiato durante la cardiomiopatia, può essere sia un processo primario che secondario dovuto a malattie sistemiche e può essere accompagnato dallo sviluppo di insufficienza cardiaca cronica e in rari casi essere causa di morte improvvisa.

I principali gruppi di motivi per lo sviluppo della cardiomiopatia primaria sono congeniti, acquisiti e misti. Cardiomiopatia secondaria si presenta a causa di qualsiasi malattia.
La patologia (congenita) del cuore si presenta a causa di una violazione nella posa delle cellule del miocardio durante lo sviluppo dell'embrione. Ci sono molte ragioni per il suo sviluppo: possono essere le cattive abitudini, le sollecitazioni, i disturbi genitali, la malnutrizione ecc. Ci sono anche cardiomiopatie delle donne in gravidanza, nonché cardiomiopatia di genesi infiammatoria. Sono chiamati miocardite.

Le forme secondarie di cardiomiopatia possono comprendere: cardiomiopatia infiltrativa, che è caratterizzata dall'accumulo tra le cellule di inclusioni patologiche. Tali accumulazioni esistono anche nelle cellule stesse; cardiomiopatia tossica, la cui gravità è determinata dal danno al muscolo cardiaco a causa dell'adozione di farmaci antitumorali. Al suo sviluppo si può attribuire il fenomeno di piccoli cambiamenti nell'elettrocardiogramma al rapido sviluppo dell'insufficienza cardiaca e poi alla morte. E anche l'uso prolungato di alcol, soprattutto in gran quantità, può portare ad infiammazione nel muscolo cardiaco. Va notato che questo tipo di cardiomiopatia secondaria è in primo luogo in Russia.

La cardiomiopatia metabolica si sviluppa a causa di un disturbo metabolico nel miocardio e porta alla distrofia della parete, nonché alle violazioni dell'attività contrattile del muscolo cardiaco. Le sue cause sono la menopausa, la sovrappeso, la dieta povera e anormale, le malattie gastrointestinali, le malattie del sistema endocrino.

Cardiomiopatia alimentare si sviluppa a causa di disturbi alimentari, specialmente con diete prolungate.

La cardiomiopatia nei bambini è un fenomeno frequente, che può avere cause sia congenite che acquisite, formate durante la crescita del bambino. Nella sua maggioranza, la cardiomiopatia nei bambini è causata da una violazione dello sviluppo fisiologico delle cellule del muscolo cardiaco.

I sintomi della cardiomiopatia

I sintomi della cardiomiopatia possono comparire per la prima volta in qualsiasi età, ma di solito non sono particolarmente evidenti al paziente e spesso non gli fanno sentire fino a un certo punto. I pazienti con cardiomiopatia di solito raggiungono un normale segno di aspettativa di vita e possono vivere fino a un'età molto vecchia, ma, tuttavia, il processo di questa malattia può essere complicato dallo sviluppo di complicate complicazioni.

I sintomi della cardiomiopatia sono abbastanza comuni e li confondono con i sintomi di altre malattie non è così difficile. Questi includono: respiro corto, che all'inizio della malattia appare solo con un esercizio fisico molto pronunciato; e dolore al petto, vertigini e debolezza. Questi sintomi solitamente nascono da una violazione del lavoro contrattile del cuore.

Quando è necessario consultare un medico per aiuto? Molti di questi sintomi sono una caratteristica fisiologica di quasi tutti o non sono affatto gravi, pertanto non essendo un'espressione di patologia cronica. Se il dolore al petto è lungo e affaticato e anche in combinazione con dispnea molto pronunciata, vi sono gonfiori delle gambe, disturbi del sonno e sensazione di mancanza d'aria durante l'esercizio fisico. Ci possono anche essere vomiti, che di solito hanno la loro origine a causa di una mancanza di ossigeno nel cervello, a causa di insufficiente alimentazione di sangue. In questi momenti è necessario consultare immediatamente un medico.

Diagnosi con cardiomiopatia: radiografia, cuore uzi, monitoraggio dell'olter e terapia a risonanza magnetica.

Cardiomiopatia ipertrofica

Questo tipo di malattia del miocardio con etiologia sconosciuta, caratterizzata da un aumento o un'ipertrofia del miocardio ventricolare sinistro, ma a volte, ma meno frequentemente, il ventricolo destro, spesso con ovvio asimmetria e con evidenti violazioni del riempimento diastolico del ventricolo sinistro con una notevole mancanza di dilatazione nella sua cavità e le ragioni che ha causato la maggior parte dell'ipertrofia. A volte esiste un'ipertrofia isolata della parte apicale dei ventricoli o del setto interventriculare. La cavità ventricolare della sinistra è leggermente ridotta, mentre l'atrio sinistro è allargato.
La cardiomiopatia ipertrofica è molto comune ad una giovane età; l'età di tali pazienti può essere di circa 30 anni.

Diverse fasi di questa malattia sono suddivise:

- La prima fase (gradiente di pressione nel tratto di uscita del ventricolo sinistro non è più di 25 mm Hg pazienti non fare un reclamo)
- La seconda fase (gradiente di pressione nel tratto di uscita del ventricolo sinistro non è superiore a 36 mmHg, le lamentele appaiono durante lo sforzo fisico)
- La terza fase (gradiente di pressione nel tratto di uscita del ventricolo sinistro non è superiore a 44 mmHg.) I pazienti sono preoccupati per la mancanza di respiro e l'angina pectoris
- La quarta fase (il gradiente di pressione nel tratto di deflusso del ventricolo sinistro non è superiore a 80 mmHg e talvolta persino raggiunge i 185 mmHg. Con tale altezza di gradiente costante, si manifestano gravi disturbi emodinamici con manifestazioni cliniche associate)

Nei casi abituali, il quadro clinico è rappresentato da:
1) il fenomeno dell'ipertrofia (soprattutto sinistra) del miocardio dei ventricoli;
2) il fenomeno della insufficiente funzione diastolica dei ventricoli;
3) il fenomeno dell'ostruzione del tratto di deflusso del ventricolo sinistro (non in tutti i pazienti);
4) il fenomeno dei disturbi del ritmo cardiaco.

La natura del dolore cardiaco nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica è diversa. La maggior parte dei pazienti ha segni di attacchi tipici di angina pectoris. Ci sono alcuni casi di sviluppo di infarto miocardico con una caratteristica clinica e sindrome da dolore grave, il carattere è estremamente lungo, che corrisponde all'infarto classico. Inoltre c'è una mancanza di respiro - il segno e il sintomo più frequenti della malattia. Si osserva in circa il novanta per cento dei casi e si spiega con un aumento dell'ultima pressione diastolica nelle vene polmonari, nell'atrio sinistro. Ciò porta ad un danneggiato scambio di gas nei polmoni.

Svenimenti e vertigini si verificano spesso a causa dello stress fisico ed emotivo, camminando, con una rapida transizione dalla posizione orizzontale alla verticale. Molti pazienti si lamentano di un peggioramento della circolazione sanguigna del cervello, che si manifesta con brevi periodi di arresto, coscienza della perdita, disturbi del linguaggio.
I periodi di vertigini e perdita di coscienza sono anche causati da aritmie e quindi, se esiste una simptomatologia, un elettrocardiogramma è obbligatorio.

La diagnosi della malattia è determinata dai fatti che mostrano una combinazione caratteristica dei segni della malattia e dalla mancanza di dati che indicano una simile sindrome della patologia.
Per la cardiomiopatia ipertrofica sono i seguenti sintomi:
1) mormorio sistolico con localizzazione sul lato sinistro dello sterno con un tono conservato II in combinazione;
2) in combinazione con il mormorio mesosistolico, la conservazione dei toni I e II su FCG;
3) cambiamenti dello spigogramma carotideo;
4) secondo ECG e studio a raggi X, un aumento del ventricolo sinistro;
5) segni tipici trovati durante l'ecocardiografia.

Spesso, i beta-bloccanti vengono utilizzati per trattare la cardiomiopatia ipertrofica. Riducono la vulnerabilità del miocardio alle catecolamine, riducono anche la necessità di gradienti di ossigeno e di pressione e prolungano il tempo di riempimento diastolico e migliorano anche il riempimento del ventricolo. Può anche nominare antagonisti di calcio. Se vi sono violazioni del ritmo cardiaco, indicare Cordarone con un dosaggio di 600 o 800 mg al giorno per la prima settimana, quindi 200 e 400 mg al giorno. E con lo sviluppo di insufficienza cardiaca prescrivere saluretici diuretici - Ureit e Furosemide; antagonisti di aldosterone - Veroshpiron e Aldactone in dosaggi appropriati.

Cardiomiopatia dilatata

Nella cardiomiopatia dilatata, chiamata anche cardiomiopatia dilatativa ischemica, esiste una definizione di malattia del miocardio caratterizzata da un aumento aumentato di tutte le camere cardiache ad un certo grado di cardiomegalia, spesso con uno spessore ineguale di tutte le sue pareti e con manifestazioni di fibrosi diffusa e focale che si sviluppano in background lesioni delle arterie coronarie aterosclerotiche. Ma non per la formazione di aneurismi ventricolari, con manifestazioni della patologia organica dell'apparato di presenza valvolare o patologica.

A partire da questo, si può supporre che la cardiomiopatia ischemica è il cosiddetto danno miocardico, causato da una forte diffidenza aterosclerosi delle arterie coronarie, che si manifesta con cardiomiegalia e sintomi con insufficienza cardiaca congestizia.

La cardiomiopatia ischemica appare più frequentemente all'età di cinquant'anni e tra tutti i pazienti gli uomini possono essere del 90 per cento.
La causa dello sviluppo della cardiomiopatia ischemica può essere lesioni multiple di arterie aterosclerotiche o intramurali, o cardiache delle arterie coronarie. Inoltre, la cardiomiopatia ischemica ha il carattere di cardiomegalia e insufficienza cardiaca congestizia. Lo sviluppo di queste manifestazioni è facilitato dai seguenti fattori patogenetici: la cardiomiopatia dilatata sta guadagnando lo sviluppo spesso negli uomini, con l'età. Di solito può riguardare quei pazienti che hanno avuto una storia di infarto miocardico o che soffrono di angina pectoris. In alcuni casi, l'immagine con la clinica ha tuttavia sottolineato l'angina, l'insufficienza cardiaca erotica e la cardiomegalia.

I criteri per la diagnosi di cardiomiopatia ischemica comprendono: la presenza di angina pectoris, cardiomegalia, presenza di segni ecografici e clinici di insufficienza cardiaca, rilevazione nel miocardio di tali siti che sono in stato di ibernazione.

Cardiomiopatia alcolica

I pazienti con cardiomiopatia alcolica compongono dal 20 al 40% dei pazienti che hanno danno miocardico. Questa condizione in una grande percentuale di casi ha il suo sviluppo negli uomini. Ma, nonostante la limitazione del consumo di alcool nei paesi dell'ovest, ci sono casi di cardiomiopatia alcolica, registrando con frequenza invariata.

Più spesso la cardiomiopatia alcolica ha una somiglianza con la prognosi sfavorevole nella razza Negroid dei soggetti.
Ci sono due forme di cardiomiopatia alcolica: preclinica (asintomatica) e manifesta (con una clinica di insufficienza cronica cardiaca). Indubbiamente, è importante che secondo i dati disponibili di un gran numero di autori vi sia un eccesso di abuso alcolico che non sia correlato ai cambiamenti strutturali del miocardio e della sua funzione.

Tuttavia, si può ancora trarre alcune conclusioni relative alla relazione tra cardiomiopatia alcolica e consumo di alcol. Le persone che abusano di alcol senza manifestazioni cliniche di insufficienza cronica cardiaca usano più di 100 g / die di alcol puro per cinque anni o più.

Meccanismi specifici dello sviluppo della cardiomiopatia alcolica: effetti tossici specifici della produzione di alcol su cardiomiociti; quando esiste una carenza di tiamina, che è legata allo stato nutrizionale delle caratteristiche dell'uso eccessivo dell'alcool; l'effetto di tali sostanze che vengono aggiunte all'alcool (ad esempio, cobalto, che viene utilizzato come conservante nella produzione di birra in banca).

Il danno al muscolo cardiaco può essere manifestato da cambiamenti nell'ECG e vari disturbi del ritmo, nonché violazioni della conduzione del cuore e sintomi di insufficienza cardiaca. A mio grande rimpianto, fino a un certo momento, non vi era alcuna farmacoterapia di cardiomiopatia alcolica, che soddisfa pienamente i requisiti della medicina da un punto di vista evidente. L'uso eccessivo di alcol è la definizione estrema dell'esclusione per quasi tutti gli studi su vasta scala di multicentro. Pertanto, in tutte le raccomandazioni per il trattamento dell'insufficienza cronica cardiaca, è attirata l'attenzione sul fatto che lo schema di terapia non differisce.

Dovrebbe essere determinata una simile fatto: la partecipazione al processo di trattamento del narcologo aiuta a ridurre la preoccupazione patologica delle bevande alcoliche e migliora in modo affidabile i risultati clinici della cardiomiopatia alcolica e previene i casi di passaggio di tale condizione.

Trattamento cardiomiopatico

Il processo di trattamento della cardiomiopatia è molto complicato e di lunga durata. Questo può essere dovuto alla complessa etiologia di questa patologia. Nel frattempo, il trattamento della cardiomiopatia dipende in larga misura da una certa causa. L'obiettivo della cura è anche un grande aumento dell'output cardiaco e anche per prevenire ulteriori disturbi dell'adeguato funzionamento del muscolo cardiaco.

Nel processo di trattamento, è anche importante svolgere tutte le attività se prescritto da un medico.
Inoltre, dobbiamo prestare attenzione a quei momenti che il paziente deve eliminare se stesso. Con un peso corporeo eccessivo, è importante seguire determinate diete e stile di vita per ridurre gradualmente ed efficacemente la massa corporea. Tali abitudini come il fumo e l'alcol hanno poco effetto sulla nascita di malattie cardiache rispetto ai fattori di rischio direttamente associati a questa malattia.

L'attività fisica espressa e anche le bevande alcoliche devono essere assolutamente escluse dalla vita per ridurre il carico sul muscolo cardiaco. In casi eccezionali, specialmente nelle fasi iniziali, tali interventi possono migliorare il trattamento e impedirne lo sviluppo.

Il trattamento medico di cardiomiopatia sta cominciando a essere prescritto a quei pazienti che hanno sviluppato manifestazioni definite della clinica cardiomiopatica. Preparazioni medicinali del gruppo di beta adrenoblokatorov, di cui rappresentanti Bisoprolop e Atenolol.

In caso di disturbi ritmici cardiaci, la nomina di anticoagulanti (preparati con maggiore coagulabilità del sangue) è necessaria a causa dell'elevato rischio di sviluppo delle complicanze tromboemboliche.

Per pianificare l'intervento chirurgico e anche per prevenire lo sviluppo dell'endocardite, è necessaria una presa antibiotica infettiva. Preparazione medicinale Verapamil deve essere prescritto anche in assenza di effetto dal gruppo principale di medicinali. Questo farmaco ha un effetto benefico sui principali sintomi della cardiomiopatia dovuta ad una diminuzione dell'intensità della disfunzione muscolare cardiaca.

L'intervento con l'aiuto di un intervento chirurgico può essere eseguito solo su rigorose indicazioni, nonché l'inefficacia del trattamento farmacologico. Quindi, se la cardiomiopatia ha una connessione con disturbi del ritmo cardiaco, allora in questo caso è necessario mettere un pacemaker con l'aiuto dell'impianto, che manterrà la frequenza cardiaca alla giusta frequenza. Eppure, se esiste un rischio di morte improvvisa (ci sono stati casi in famiglia), è necessario un impianto di defibrillatore. Questo dispositivo aiuterà a riconoscere la fibrillazione dei ventricoli, il ritmo sbagliato, non consente di lavorare nel modo giusto nel cuore, e anche inviare impulsi per un certo riavvio del cuore e per un lavoro coordinato coordinato.

Le varianti con un grave corso di cardiomiopatia che non possono essere corretti con metodi chirurgici possono essere riconsiderati come un'opzione per il cuore del trapianto. Tali operazioni sono eseguite meglio solo nelle cliniche altamente specializzate. Ci sono anche casi con un certo effetto dal trattamento delle cellule staminali.

Dopo un certo metodo di trattamento è necessario un monitoraggio costante con un terapeuta o un cardiologo. Le sue consultazioni sono obbligatorie, specialmente in un dispensario. La frequenza dell'osservazione dispensaria dovrebbe essere 1-2 volte l'anno e con esacerbazioni - più spesso. Le analisi ripetute sono obbligate ad essere eseguite al generale deterioramento di una condizione, e anche alla pianificazione dei cambiamenti nei corsi di trattamento.

Anche i pazienti con disturbi ritmici del ritmo cardiaco della vita nella storia dell'anamnesi devono eseguire il monitoraggio ogni anno con il holter e con l'ECG. E per un buon trattamento e per migliorare la qualità della vita, i pazienti sono estremamente importanti: liberarsi di peso eccessivo, rinunciare all'alcool e al fumo, mantenere la pressione sanguigna sotto controllo, imporre un limite all'intensa attività fisica.

La prognosi del trattamento dipende da fattori multipli e come il trattamento sarà eseguito in modo competente e saranno seguite tutte le raccomandazioni del medico, oltre a tutto il livello espresso dei sintomi nella fase primaria del rilevamento delle malattie.

I metodi qualitativi per la prevenzione di questa malattia non sono ancora stati sviluppati. Pertanto, uno stile di vita attivo, una dieta sana equilibrata - questa è la garanzia di una buona salute!