carcinoma


карцинома фото Il carcinoma è un tumore canceroso che si sviluppa dalla struttura epiteliale della pelle, delle intestine, delle ghiandole, della mucosa gastrica e degli organi respiratori. Il carcinoma è un neoplasia maligno di molti organi e sistemi che si sviluppano a causa di varie disturbi dei processi metabolici cellulari e il loro controllo indebolito da parte del corpo. Quindi, dopo che tali cellule, formate da una rapida divisione, acquisiscono nuove qualità e diventano parzialmente indipendenti dal sistema regolato del corpo, cessano di svolgere adeguatamente le loro funzioni, vale a dire. diventano in grado di differenziarsi correttamente. E da allora non partecipano al lavoro del corpo, allora queste cellule diventano superflue e da loro il sistema immunitario cerca di sbarazzarsi. L'eccessivo numero di nuove cellule moltiplicanti che richiedono risorse alimentari e energetiche attacca i tessuti e / o gli organi che hanno partecipato alla loro formazione. Da qui l'introduzione di cellule del carcinoma nella struttura tissutale degli organi, distruggendole, intrappolando il sangue e / o il sistema linfatico, attraverso i quali si formano le metastasi.

Causa del carcinoma

L'organismo di qualsiasi persona è dotato di una certa protezione dalla formazione di carcinomi maligni, che è il sistema immunitario, ma in tutte le persone è diverso. Con il corretto funzionamento dell'immunità, le cellule speciali killer, i linfociti T, identificano formazioni tumorali aliene, degenerate e li distruggono. Pertanto, nello sviluppo del carcinoma in primo luogo è principalmente l'indebolimento dell'immunità, che si sviluppa a causa della cattiva alimentazione di scarsa qualità, del fumo, dell'alcool e delle droghe, ottenendo radiazioni ultraviolette. Quindi tutti questi fattori sfavorevoli danneggiano la struttura del DNA e, a sua volta, non possono completamente recuperare e inizia l'inizio del processo tumorale, che dipenderà dalla quantità e dalle proprietà delle sostanze cancerogene. Quindi si può concludere che un aumento del contenuto di cancerogeni nel corpo umano, e anche un fattore ereditario, può essere la causa del carcinoma.

Inoltre, la formazione di patologie maligne dipende in larga misura da diversi tipi di cancerogeni, ad esempio la catena del DNA può essere danneggiata dal trasferimento di energia e dalla comparsa di radicali liberi, soprattutto dopo l'esposizione a raggi ultravioletti e raggi x. Gli agenti cancerogeni chimici creano nuove strutture con DNA, in cui appaiono gli addotti di PAH-DNA, aflatossina-DNA, NNK-DNA, aminobifenil-DNA, NNN-DNA e DNA di benzpyrene.

Lo sviluppo del carcinoma può essere influenzato da virus che modificano la struttura del DNA cellulare e sono spesso incorporati in esso. Molto spesso la cancerogenesi comporta infiammazioni croniche, corpi estranei, trattamenti di droga, in particolare terapia ormonale.

Gli scienziati hanno anche determinato che i danni accumulati nei geni oncogeni e soppressori si verificano con gli effetti cronici degli agenti cancerogeni e di alcuni fattori che provocano la progressione tumorale, la malignità e le metastasi. Con fattori ereditari, il rischio di carcinoma è aumentato, a causa delle reincarnazioni cancerogene e del danno del DNA.

Carcinoma del seno

Questa malattia si riferisce a malattie molto frequenti del seno e il rischio di ammalarsi di questa patologia con l'età è abbastanza grande.

Il carcinoma della ghiandola mammaria è considerato un neoplasma, che cresce dal tessuto della ghiandola stessa e allinea l'intero organo. Molto spesso viene diagnosticato il carcinoma duttale, che è una patologia non spiegata. Il carcinoma della ghiandola mammaria proviene dai lumen dei canali del latte e il tumore non si diffonde ad altri tessuti di questo organo.

Le cause dello sviluppo di questa patologia possono essere precoce mestruazioni, mancanza di gravidanza, inizio della menopausa, fattore ereditario e gravidanza dopo trentacinque anni e uso a lungo termine di farmaci ormonali. Nella formazione del carcinoma mammario, i geni anormali rilevati svolgono un ruolo importante, responsabili dello sviluppo del tumore di questo organo.

Al consueto indagine del paziente per rivelare un carcinoma di una ghiandola mammaria è praticamente impossibile, tuttavia, può essere assegnata da un neoplasie del capezzolo e tumore, a sensazioni assolutamente morbose.

Ma per diagnosticare l'esistente carcinoma duttale è possibile con l'aiuto della mammografia, che consente di vedere il processo di formazione del tumore nell'area della ghiandola mammaria sotto forma di microcalcina. Pertanto, il passo successivo nella conferma della diagnosi è la biopsia.

C'è un altro tipo di carcinoma mammario: è invasivo, in cui la formazione tumorale cresce in tutta la superficie dell'organo. Questo tipo di cancro è caratterizzato dalla formazione di una compattazione duro con bordi irregolari, tracciati dal capezzolo, un possibile aumento della dimensione del seno come conseguenza della formazione di carcinoma irregolare. L'immagine clinica di questa malattia può essere composta da sintomi generali di intossicazione, che si manifestano per cambiamenti nella temperatura corporea, diminuzione del peso corporeo, mancanza di appetito, debolezza e anemia a lungo termine.

Fattori che possono contribuire allo sviluppo della malattia sono vari prodotti chimici, radiazioni ionizzanti con esposizione prolungata al corpo, malattie causate da patologia virale e indebolimento dell'immunità.

Dopo aver confermato il carcinoma del seno, bisogna ricordare che nelle prime fasi della malattia non è ancora una frase. È importante sapere che l'umore interiore della persona influisce sul lungo processo di recupero.

Per il trattamento del carcinoma mammario invasivo, di norma, viene impiegata la chirurgia della lumpectomia. Al centro di questa operazione è la rimozione di tutte le cellule tumorali in modo che i bordi resecati diventino puliti dal tumore.

Con il carcinoma duttale sono stati prescritti corsi di radioterapia. Se il tumore è una conseguenza della dipendenza da farmaci ormonali, per ridurre la ricorrenza o la formazione di nuovi tipi di cancro, è usato per trattare la terapia ormonale per il carcinoma.

Carcinoma delle cellule squamose

Questa malattia è un tumore epitelio maligno della mucosa e della pelle che si sviluppa dai cheratinociti sotto l'influenza di vari agenti cancerogeni. Le prime descrizioni del carcinoma a cellule squamose si verificano nel 1775, dove il cancerogeno nello sviluppo della malattia ha rivelato un fuliggine, che ha innescato lo sviluppo del carcinoma della pelle scrota da un camino a camini. E già nel 1882 furono fatti i primi presupposti circa i collegamenti tra patologia maligna e metodi di preparazioni con contenuto arsenico nello sviluppo della stessa malattia.

Oggi, il carcinoma a cellule squamose rappresenta quasi il 20% di tutti i tumori della pelle. Molto più spesso questa malattia colpisce persone dopo cinquant'anni e soprattutto uomini.

I fattori etiologici precisi dello sviluppo del carcinoma delle cellule squamose sono ancora sconosciute. Ma ci sono alcuni punti che possono provocare questo tumore. Queste includono l'eccessiva insolazione di persone che hanno una pelle leggera e poco abbronzante con la fotosensibilità della pelle del primo e del secondo tipo; papillomavirus umano; l'esposizione alle radiazioni e la terapia immunosoppressiva, le lesioni, gli agenti cancerogeni della produzione industriale (oli lubrificanti, petrolio greggio, catrame, olio combustibile).

Di norma, il carcinoma a cellule squamose si trova nella zona delle labbra, specialmente quella inferiore e rappresenta il 90% di tutti i casi. Ma può anche essere localizzato su superfici aperte, e può anche essere trovato sulle gambe, il pene e la lingua.

Il carcinoma Ploskotsletochnaya sulla base dell'esame istologico è diviso in due forme, come la cheratinizzazione e non coronarica. La prima forma della malattia è caratterizzata dalla crescita delle corde dell'epitelio, in cui si esprimono polimorfismi, discomplessi e discheratosi di alcune cellule. Nella seconda forma - la predominanza di cellule che hanno nuclei ipercromici; le cellule epiteliali sono separate dall'epidermide per strati, e la cornificazione è poco espressa o completamente assente.

La conferma della diagnosi è sempre basata su metodi di ricerca morfologica.

Il carcinoma delle cellule squamose si verifica con la crescita invasiva locale, metastasi ai linfonodi regionali. Il più pericoloso tra le metastasi precoce è il carcinoma del labbro inferiore, l'auricolare e il pene.

Il carcinoma delle cellule squamose della pelle è diffuso da ematogeni e linfogeni. Nel 15% del carcinoma del labbro inferiore può produrre metastasi e nel carcinoma a cellule squamose del 30% si metastasiano i tessuti post-bruciori, le ulcere croniche e le lesioni alla radiazione della pelle. Inoltre, tale patologia può svilupparsi anche 35 anni dopo la ricezione di radioterapia e ustioni.

Sulla base di tutte le manifestazioni cliniche, sono isolati una forma papillare (esofitica) di carcinoma delle cellule squamose e una forma infiltrativa-ulcerativa (endofitica).

Per la forma esofitica, formazioni simili a verruche che hanno una superficie papillare sono caratteristiche, crescono rapidamente e si sanguinano con traumi minori. Con la progressione del processo tumorale, il carcinoma diventa più elevato sopra la superficie con un germoglio simultaneo all'interno. Dopo di che, sembra denso e sedentario, e in una fase tarda - ci sono ulcera necrotica del tumore.

Per la forma endofitica è la formazione di un elemento tumorale caratterizzato da una superficie liscia o iperkeratotica con rapida crescita e ulcerazione. In questo caso, l'ulcera ha una forma irregolare del cratere, bordi sollevati e un fondo irregolare e denso ricoperto di crosta marrone. Quando queste crosta vengono rimosse, appare un fondo, che sanguina costantemente e viene rilasciato un segreto seroso. Questa ulcera aumenta e cattura i tessuti vicini. Così, il carcinoma cresce in muscoli, cartilagine e poi colpisce le ossa.

Per il trattamento del carcinoma delle cellule squamose, viene utilizzato un metodo chirurgico in forma di escissione all'interno di cellule sane, con applicazione prima o dopo la radiografia a raggi X e con lesioni significative - plastica cutanea. A volte viene utilizzato l'evaporazione laser e la terapia laser fotodinamica.

Il tasso di sopravvivenza di cinque anni per il carcinoma delle cellule squamose del labbro, che è inferiore a due centimetri di dimensione, è del 90% e con dimensioni significative e la distribuzione alla mascella inferiore - fino al 50%. Pericoloso per la vita è la localizzazione del carcinoma delle cellule squamose nell'area del passaggio uditivo dall'esterno, nel triangolo nasolabiale e dietro le orecchie. Questo tumore può dare metastasi profonde, quindi successivamente ci sono emorragie da grandi vasi già distrutti o complicazioni infettive.

Carcinoma uterino

Questo tipo di malattia è considerato uno dei più comuni tra patologie uterine maligne. Il carcinoma dell'utero si sviluppa dall'endometrio e viene spesso chiamato adenocarcinoma.

Nello sviluppo del carcinoma dell'utero, molti fattori sono associati con l'effetto sul corpo femminile di estrogeni, l'ormone sessuale. Ne consegue che nelle donne durante la menopausa la percentuale di questa malattia è notevolmente aumentata. Ci sono anche suggerimenti che queste neoplasie sono una conseguenza di mutazioni nelle cellule genetiche a seguito dell'impatto negativo dei fattori interni ed esterni dell'organismo. Questi includono i virus cancerogeni sotto forma di herpes e papillomavirus umano; fumo, abuso di alcol; la vita sessuale iniziata e casuale; vari infortuni della cervice dopo il parto, l'aborto e il rapporto sessuale.

Tra i sintomi più comuni del carcinoma uterino è sanguinamento vaginale di natura patologica. Soprattutto in questo gruppo di rischi sono donne con mestruazioni irregolari e coloro che sono alla menopausa. Pertanto, per questo motivo, nel 90% dei casi il carcinoma dell'utero viene rilevato anche nelle prime fasi.

I sintomi meno comuni dei carcinomi uterini includono dolore e disagio nell'addome inferiore, così come durante il rapporto sessuale; diminuzione dell'appetito e peso corporeo; debolezza e fatica generale; costipazione ; la minzione molto frequente; attacchi dolorosi nelle gambe e nella schiena. Tutti questi sintomi possono parlare della presenza di altre malattie, quindi è necessario consultare specialisti e condurre tutti i tipi di esami per chiarire la diagnosi.

L'unico modo per diagnosticare accuratamente il carcinoma dell'utero è una biopsia della mucosa endometrica. Ma anche per l'esame sono nominati isteroscopia, regione transvaginale e addominale ad ultrasuoni. Sono stati eseguiti test di sangue del laboratorio per identificare l'onomarker e determinare l'emoglobina. Quando si conferma la diagnosi, si consiglia talvolta di sottoporsi ad ulteriori prove per determinare la diffusione del carcinoma. Ma la radiografia delle sezioni del petto consente di determinare i segni disponibili della germinazione del carcinoma nei polmoni.

Nel carcinoma dell'utero, molte donne hanno bisogno di un'operazione per rimuoverlo. Oggi, dopo il completo passaggio di tutti gli esami, vengono utilizzati diversi tipi di intervento chirurgico. Di regola, i medici tenta di eseguire un'operazione tale per avere l'opportunità di salvare questo organo, e dopo che essi sono prescritti radiazioni irradiamento o polycemoterapia alla cura assoluta. Ma se il carcinoma uterino è stato diagnosticato in ritardo, allora, naturalmente, l'utero viene rimosso e viene eseguita l'isterectomia.

Tra il trattamento chirurgico usato, il trattamento ormonale, la terapia farmacologica e la radioterapia sono eseguiti.

Con una forma prevalente locale, talvolta si suggerisce che i carcinomi uterini siano sottoposti ad esposizione alle radiazioni come il trattamento principale. Ciò indica che la malattia non è diffusa oltre le pareti dell'utero. Ma la chemioterapia nelle fasi iniziali è per lo più non utilizzata.

L'uso nel trattamento della terapia sostitutiva dell'ormone con l'uso di progesterone, riduce o controlla i processi di metastasi nel carcinoma uterino, soprattutto nel caso di metastasi nei polmoni.

Carcinoma papillare

Questo tipo di carcinoma di solito sembra un nodo indolore nei linfonodi cervicali o nella ghiandola tiroidea. La malattia può influenzare le persone di qualsiasi età, ma riguarda principalmente le donne che rappresentano circa il 75% del numero totale di pazienti dopo l'età di quaranta.

La forma primaria del carcinoma papillare appare molto raramente incapsulata, ma con una capsula esistente non si manifesta in modo aggressivo. Tale carcinoma è localizzato nella ghiandola tiroidea multifocale, a differenza del cancro follicolare. Dal 20 al 80% delle ghiandole che sono state esaminate come risultato della resezione sono rappresentate da foci multipli. La diffusione del carattere extrathyroid è rivelata nel 15% dei casi.

Il carcinoma papillare dà spesso metastasi ai linfonodi cervicali regionali e mediastinici. Dopo l'intervento chirurgico, il 40% dei pazienti presenta malignità dei linfonodi allargati della localizzazione regionale. Durante la conduzione di punture permanenti di questi nodi, così come il loro esame microscopico, la frequenza della metastasi è rilevata al 90%.

Il carcinoma papillare si verifica molto più spesso tra patologie tiroide maligne e, con un trattamento adeguato, è caratterizzato dalla prognosi più favorevole. Questo tipo di carcinoma può essere stabilito dopo aver eseguito una biopsia fine del materiale prelevato dal focolare interessato. Le cellule del carcinoma papillare hanno alcune caratteristiche distintive di altri tipi di tumori. Questa formazione maligna cresce piuttosto lentamente e, di regola, non fornisce metastasi distanti, cioè Non andare oltre le zone dei danni primari. Tuttavia, si estende ai linfonodi del collo, che si trovano vicino alla ghiandola tiroide nella parte centrale della cellulosa e laterale, parallela ai fasci vascolare-neurali.

Il trattamento del carcinoma papillare è costituito da due fasi. Nel primo caso viene eseguita la chirurgia, la tiroidectomia, che può essere integrata eseguendo lymphodissection nella regione centrale del collo. La seconda fase è caratterizzata da terapia iodica radioattiva, ma non è prescritta per tutti i pazienti con carcinoma papillare. Viene eseguita nel caso in cui esista una accurata conferma dei linfonodi interessati, la germinazione del carcinoma attraverso la capsula, i sottotipi aggressivi tumorali esistenti (cellule ad alta cellula e colonne). Questo tipo di terapia con iodio radioattivo consente di rimuovere il tessuto interessato e distruggere ulteriori focolai di patologia, che possono essere localizzati sia in fianco a fianco che in organi distanti, ad esempio nei polmoni. Dopo il trattamento, il processo finale è quello di eseguire la scansione del paziente, per stabilire le zone con la possibile diffusione del carcinoma. Quindi viene prescritta la terapia di sostituzione, che copre completamente la necessità di ormoni.

I pazienti sottoposti ad un intervento chirurgico per il carcinoma papillare dovrebbero essere sottoposti a prove annuali di laboratorio a livello di ormone tiroideo-stimolante, tiroxina, tireoglobulina e anticorpi al fine di prevenire le ricadute.

Carcinoma tiroidea

L'anomalia maligna nella ghiandola tiroidea è un nodo caratteristico nella forma di un tumore che si sviluppa dall'epitelio. Fondamentalmente, il carcinoma tiroideo colpisce le persone di età pre-pensionamento.

La sintomatologia di questa malattia, di norma, dipende dalla gravità attuale del carcinoma. La causa della formazione di questa patologia è considerata l'adenoma di questo organo in forma di gozzo benigno. Ma in assenza di un trattamento adeguato, può degenerare in un neoplasia maligno. Ci sono anche altri fattori che possono aumentare il rischio di carcinoma tiroideo. Questi includono la patologia infiammatoria, la predisposizione a livello genetico, l'esposizione a raggi X, i disturbi ormonali e l'infiammazione degli organi genitali.

Il carcinoma della ghiandola tiroidea è classificato secondo studi istologici sul tumore papillare e linfoma medullare, anaplastico e follicolare. Per il primo tipo sono caratterizzate numerose proiezioni papillomediche che si formano molto lentamente e, soprattutto, solo con una parte della ghiandola tiroidea. Ma, nonostante questo, una tale formazione lenta dà metastasi ai linfonodi cervicali. Per il tipo medullare di carcinoma, una forma seria della malattia, la germinazione si verifica già nelle fasi iniziali dei muscoli, trachea, polmoni e altri tessuti vicini.

Il cancro anaplastico si diffonde rapidamente, coprendo tutto il corpo.

La forma follicolare del carcinoma tiroideo rappresenta fino al 10% di tutte le patologie del cancro. Cresce dalle cellule follicolari, che contengono quantità insufficienti di iodio.

E l'ultima forma di carcinoma è il linfoma, che cresce molto rapidamente ed è suscettibile di un trattamento efficace con l'aiuto di radiazioni ionizzanti.

I principali sintomi del carcinoma tiroideo includono: la formazione di nodi o linfonodi ingrossati visibili nel collo; la riverenza della voce; respirazione e deglutizione ostacolata; dolore nella palpazione della ghiandola; tosse di carattere frequente senza sintomi catarrali e anche mancanza di respiro. Ma dopo 40 anni la prognosi è abbastanza deludente, poiché il carcinoma germoglia nei tessuti vicini del collo.

Dopo aver rivelato i segni che indicano la malattia, un esame più approfondito con scintigrafia viene utilizzato per determinare la fase del carcinoma tiroideo. L'ultrasuono diagnostica la dimensione e il numero dei nodi interessati, nonché la loro proliferazione. Per determinare la malignità del processo, viene effettuata una RM, che diagnostica accuratamente la malattia. Inoltre, il materiale viene preso per la biopsia. Gli studi di laboratorio mostrano una disfunzione delle ghiandole e sono aumentati ESR, livello proteico, calcitonin e conteggio di ferro ridotto.

I principali metodi di trattamento del carcinoma tiroideo includono l'escissione chirurgica della ghiandola o di una parte di esso, l'uso di iodio radioattivo, la radioterapia ei corsi di polycemoterapia. E per l'efficacia del trattamento, una combinazione di queste terapie è prescritta.

L'intervento operativo può essere effettuato da due tipi: totali e totali. Se il carcinoma colpisce una parte della ghiandola tiroidea, viene rimosso con le aree vicine. La vera sconfitta richiede l'eliminazione sia della patologia maligna che di alcuni tipi di muscoli, linfonodi, vena giugulare. Solo allora cominciano a ripristinare i processi del corpo dagli effetti negativi delle cellule tumorali.

Con la diagnosi precoce, la malattia può essere curata nel 90%, dopo di che lo stile di vita dei pazienti cambia completamente, passando per l'uso di farmaci che sostituiscono la funzione della ghiandola tiroidea. Pertanto, l'uso corretto degli ormoni aiuta a dimenticare l'assenza di un organo distante.

Trattamento del carcinoma

Tutte le misure mediche sono correlate a dove è stato trovato il carcinoma, vale a dire. dipende dalla sua posizione e dalla profondità della germinazione, mentre lo stadio del cancro non svolge un ruolo speciale. In sostanza, la questione è se eliminare completamente il carcinoma o meno.

La chirurgia endoscopica è utilizzata nella maggior parte dei casi per il trattamento del carcinoma dello stomaco. E se il carcinoma ha una chiara limitazione, l'operazione viene eseguita senza particolari difficoltà. Quando si germina profondamente nel corpo, viene eseguita un'operazione robotica o cavo.

Crioterapia o crioablazione con controllo a ultrasuoni. In questo caso, il tumore è congelato con l'uso di azoto liquido e il carcinoma muore. Quando l'ablazione della radiofrequenza viene usata una sonda speciale con elettrodi, che emette onde che uccidono il tumore.

L'irradiazione delle radiazioni con il carcinoma di alcuni organi può essere prescritta sia esternamente che internamente. E la manipolazione, che viene effettuata usando iodio attivato, si chiama radiofarmaco.

La nomina della embolizzazione del fegato può essere usata per trattare molti tipi di carcinoma del tratto digestivo che metastasizza nel fegato. Il farmaco che distrugge il carcinoma viene iniettato con un catetere nell'arteria del fegato. Così, la miscela viene mescolata con la sostanza che blocca le arterie, e il flusso di sangue al carcinoma si ferma.

La terapia ormonale comprende analoghi come Somatostatina, Interferone, Lanreotide, Octreotide, che hanno scarso effetto sui processi di crescita del carcinoma, ma possono per qualche tempo ridurre i cambiamenti della pelle.

L'uso di agenti chemioterapici è utilizzato nelle fasi finali del carcinoma. Per questo vengono utilizzati agenti citotossici, antibiotici contro tumori, preparati enzimatici che partecipano ai processi di distruzione e inibizione della crescita delle cellule tumorali.

I metodi più moderni di trattamento includono la terapia genica, che regola la divisione cellulare.

Il trattamento con neutrone si riferisce al più recente tipo di terapia del carcinoma. Tale trattamento è in qualche modo simile all'irradiazione delle radiazioni, in cui vengono utilizzati neutroni. Sono in grado di penetrare nei tessuti profondi dell'organo interessato e distruggere le cellule tumorali senza compromettere la salute. Questo tipo di trattamento ha mostrato percentuali elevate nel processo di guarigione ed è stato del 73% anche all'inizio della fase.

L'uso della terapia immunitaria, consente di aiutare il corpo a combattere con il carcinoma, costringendo il sistema immunitario a catturare il tumore, rendendolo molto più sensibile. Il vaccino di William Koly o il suo Pitsibanil analogo sono considerati i più efficaci durante il trattamento di alcuni tipi di carcinoma a seguito della stimolazione di cellule killer naturali e della formazione di alcune citochine.