E. coli


Il bacillo intestinale è un rappresentante specifico della flora batterica, che appartiene alla categoria dei microrganismi obbligatori, in condizioni normali che abitano l'intestino umano. Quando si attivano proprietà patogene, intestinali L'asta può provocare lo sviluppo del processo infettivo in varie strutture e organi.

Un segno patomorfologico distintivo di Escherichia coli è la sua complessa struttura antigenica, per cui questo tipo di agenti causali di malattie infettive è diviso in un gran numero di tipi. In relazione al corpo umano, i segni patogeni mostrano tre gruppi di Escherichia coli, capaci di influenzare il tratto gastrointestinale e la struttura del sistema genitourinario. Alcuni tipi di E. coli patogeni interessano principalmente bambini con lo sviluppo di sintomi clinici di colienterite del corso medio-pesante.

Praticamente tutti i tipi di Escherichia coli hanno la capacità di toxinizzare, che spiega la presenza di manifestazioni di tossicità generali nel quadro clinico della malattia. L'infezione con E. coli di una persona clinicamente sana si verifica a seguito di un contatto o metodo alimentare di penetrazione del patogeno nella cavità orale, seguito dalla diffusione di batteri nelle aree distali e concentrazione del patogeno nell'intestino. L'infezione delle strutture del sistema genitourinario avviene in genere attraverso la diffusione di E. coli dall'intestino.

Il flusso latente di Escherichia coli è estremamente raro. Nella maggior parte delle situazioni, l'attivazione del E. coli e la sua riproduzione provocano lo sviluppo di un processo infiammatorio attivo, che comporta lo sviluppo di una potente intossicazione del corpo. Il principale gruppo di rischio per l'infezione da E. coli è i bambini e le donne in gravidanza, che si spiega con l'imperfezione del lavoro dell'apparato immunitario.

Una peculiarità del corso clinico di E. coli sia negli adulti che nei bambini è il breve periodo di incubazione del patogeno e la prevalenza delle manifestazioni di intossicazione e del disturbo dell'attività intestinale nell'immagine clinica. Il debutto e l'aumento dei sintomi clinici di E. coli di ogni localizzazione è sempre acuto, che provoca un breve ma significativo disordine della salute umana. E allo stesso tempo, anche il forte corso del E. coli è raramente accompagnato dallo sviluppo di complicanze e nella maggior parte delle situazioni si traduce in un completo recupero clinico e laboratorio del paziente.

Bacilli intestinali: cause e patogeni

L'E. coli è un agente patogeno grammo-negativo appartenente all'ampia famiglia di Enterobacteriaceae, che ha una varietà di caratteristiche morfologiche, nonché la tendenza dei suoi rappresentanti individuali ad una mobilità estrema dovuta alla presenza di flagella. In una situazione in cui un E. coli è stato trovato nel corpo umano con un metodo batterioscopico, è necessario seminare il materiale biologico prelevato in condizioni sterili in un mezzo nutrizionale, utilizzando qualsiasi mezzo standard in cui l'attivatore è in grado di fermentare attivamente i carboidrati.

La caratteristica patomorfologica di Escherichia coli è la sua maggiore resistenza ai fattori ambientali, per cui l'agente causale per lungo tempo mantiene i segni di attività vitale nelle secrezioni biologiche di una persona infetta da terra e acqua. Il mezzo nutriente più favorevole e la riproduzione di Escherichia coli sono prodotti alimentari di origine animale. L'E. coli emolitico, come altri rappresentanti di questo tipo di agenti patogeni, muore rapidamente quando esposto a temperature estremamente elevate e disinfettanti standard.

I batteri del gruppo E. coli sono patogeni patogeni con una struttura antigenica complessa rappresentata da un antigene O-antigene termostabile somatico, nonché antigene K-capsulare e, naturalmente, flagellum thermolabile H antigene. Data questa caratteristica della struttura antigenica e della predominanza di alcuni antigeni nella struttura del patogeno, i batteri del gruppo E. coli sono suddivisi in tipi separati.

Un'altra caratteristica di E. coli è la tropicità di vari tipi di patogeno a diversi tessuti del corpo umano, in modo che l'ingestione di un particolare tipo di Escherichia coli contribuisce allo sviluppo di varie malattie. Così, l'E. coli enterotossigenico è un provocatore di sviluppo di malattie simili al colera dovuto alla capacità di sintetizzare e isolare l'esotossina, simile al colerogeno. Quando il bacillo intestinale entero-enterico entra in un organismo suscettibile, si osservano sintomi clinici simili a dissenteria. Rappresentanti del gruppo enteropatogeno di Escherichia coli sono più comuni nella categoria di età dei bambini e sono accompagnati dallo sviluppo del quadro clinico di enterocolite.

Bacilli intestinali: come viene trasmesso?

Come riserva principale e la fonte di diffusione di E. coli, gli epidemiologi considerano una persona malata che soffre di una forma attiva della malattia, nonché un batteriovirus latente. Il periodo di contagiosità massima della fonte di distribuzione di Escherichia coli dipende dal tipo di agente patogeno. La peculiarità della categoria dei batteriovirus dei bambini è la loro capacità per un periodo più lungo di contagiosità.

Il meccanismo primario di trasmissione di vari tipi di Escherichia coli è fecale-orale, che è realizzato dalla contaminazione di cibo, acqua e articoli per la casa. L'ambiente più favorevole per la conservazione e la riproduzione di E. coli è la produzione di acido lattico, nonché una varietà di prodotti di origine animale. Secondo dati epidemiologici, la contatti e la distribuzione domestica di Escherichia coli sono osservati principalmente nei gruppi organizzati per bambini, così come nelle istituzioni mediche, che è un segno indiretto della mancata conformità agli standard sanitari e igienici.

Tale agente causale specifico come l'E. coli emolitico entra nel corpo umano mangiando prodotti di carne infetti che non hanno subito un trattamento preliminare di calore. La distribuzione di E. coli dall'acqua è raramente osservata, tuttavia, quando infettano serbatoi aperti con scarichi di acqua domestica, nella maggior parte dei casi la patologia acquisisce un carattere epidemico.

L'indicatore della singola suscettibilità del corpo umano al E. coli è di solito abbastanza elevato con una certa variabilità a seconda dell'età. Nel caso in cui l'asta intestinale sia stata trovata nel corpo del paziente e persino trattata in modo efficace, infettissisti e epidemiologi non escludono la possibilità di sviluppare una nuova infezione, in quanto le reazioni immunitarie dopo E. coli sono instabili e specifiche del gruppo.

Se consideriamo la prevalenza di E. coli, va notato che il tasso di infezione dell'ambiente e della popolazione è lo stesso in diverse regioni. Particolarmente pericolosi sono i cosiddetti focolai di cibo di enterocolite, provocati da E. coli nei bambini che si nutrono di nutrimento artificiale. La durata dell'escrezione batterica in questa situazione è di circa una settimana. Le caratteristiche del processo epidemico con E. coli di dissenteria consistono nella propensione a sviluppare epidemie a causa dell'uso di acqua e cibo infetti.

E. coli: sintomi e segni

Nell'attività pratica dei medici delle malattie infettive, vengono utilizzate sia le classificazioni etiopatoginetiche che cliniche di Escherichia coli. La separazione di E. coli secondo il principio clinico consiste nel fare la diagnosi del principale complesso clinico del sintomo, ad esempio "E. coli gastroenterico". Inoltre, è necessario indicare la gravità del corso di E. coli, che può variare ampiamente.

E. coli enterotossico è un provocatore dello sviluppo di sintomi clinici brillanti nei bambini. Per questo tipo di patogeno è caratterizzato da un breve periodo di incubazione, alla fine si sviluppa una forte intossicazione e sindrome dispeptica, così come la disfunzione dell'intestino. Il pericolo di Escherichia coli in questa situazione è la propensione a sviluppare rapidamente la disidratazione dell'organismo del bambino, nonché la sepsi generalizzata, in cui la prognosi per il recupero è minima.

Quando un E. coli affligge un adulto, lo sviluppo di sintomi clinici simili a salmonellosi è più spesso osservato. Il periodo di incubazione in questa situazione non è più di tre giorni e l'esordio delle manifestazioni cliniche, di regola, è acuto. Il quadro clinico di Escherichia coli negli adulti non è altamente specifico e si manifesta sotto forma di mal di testa, debolezza progressiva, febbre a figure febbrili, seguita da crampi di sindrome del dolore addominale e diarrea . Sgabelli con Escherichia coli, di regola, contengono impurezze patologiche sotto forma di muco e vene ematiche. A infrequenti manifestazioni cliniche di Escherichia coli negli adulti si riferisce all'aspetto dei falsi desideri per la defecazione e il tenesmo.

Con una variante colera del E. coli, si nota un breve periodo di incubazione del patogeno e segni di intossicazione moderatamente espressi. Più sintomatico per questa variante del corso clinico è una sindrome del dolore pronunciata nella cavità addominale, una violazione dell'attività intestinale e una sindrome da disidratazione in aumento.

In caso di ingestione di un tipo emolitico colibacillico umano, si osserva un quadro clinico di colite catarrale-emorragica. La durata dei sintomi clinici attivi in ​​questa situazione è di circa una settimana, tuttavia, con una variante complicata del corso, si può osservare lo sviluppo della sindrome emolitico-uremica. Le manifestazioni caratterizzanti dell'infezione intestinale del corpo umano sono un aumento dei sintomi neurologici in forma di aumento della prontezza convulsiva, rigidità muscolare, emoparesi, alterazione della coscienza. Con una versione complicata di Escherichia coli, il tasso di mortalità raggiunge il 5%.

E. coli nel bambino

La peculiarità di Escherichia coli è la lesione predominante dei bambini dell'epoca, in cui la sintomatologia clinica può essere osservata con vari gradi di intensità, che nella maggior parte delle situazioni è di carattere non specifico.

Enteroinvazivnaya E. coli colpisce prevalentemente i neonati. Caratteristica del patogeno è la sua capacità di penetrare negli epiteliociti della mucosa del debole intestino per un'ulteriore riproduzione. Il colibacillus enteroinvasivo, che colpisce la popolazione dei bambini, è estremamente resistente ai fattori ambientali, che contribuisce alla sua rapida diffusione.

Per la prima volta l'identificazione del E. coli è stata eseguita dal pediatra tedesco T. Escherich, da cui è nato il nome latino del patogeno. In condizioni normali, E. coli appartiene al gruppo di batteri obbligati, costantemente presenti nell'intestino di un bambino e adulti clinicamente sani. I primi studi nel campo dello studio dell'effetto negativo degli E. coli sullo stato del tratto gastrointestinale del bambino sono stati datati da GN Gabrichevsky.

L'infezione di un bambino con qualsiasi tipo patogeno di Escherichia coli si verifica a causa di una modalità prevalentemente di contatto-cibo della trasmissione del patogeno. Il bambino mostra la contagiosità nei confronti delle persone circostanti durante il periodo di incubazione del patogeno, così come l'intero periodo acuto dei sintomi clinici. Il modo nutrizionale dell'infezione del bambino può essere realizzato attraverso l'uso di una miscela artificiale infetta per l'alimentazione o il trattamento termico insufficiente dei piatti.

Inoltre, gli epidemiologi non escludono il percorso endogeno di infezione del bambino con E. coli durante la diffusione ascendente del patogeno lungo l'intestino. Come regola, il percorso endogeno dell'infezione si realizza sullo sfondo della disbacteriosi esistente e dell'immunità indebolita. I fattori di aumentare il rischio di infezione del bambino con E. coli includono l'esposizione a temperature elevate, per cui il tasso di infezione massima è osservato nei paesi del clima tropicale.

L'immagine clinica quando si attiva l'E. coli nel corpo del bambino è quasi sempre acuta. Anche per questa patologia si osserva un periodo di incubazione molto breve del patogeno, non più di un giorno. La moderata forma di E. coli si manifesta con manifestazioni di intossicazione moderatamente manifestate, così come disfunzione dell'intestino sotto forma di diarrea fino a cinque volte al giorno. Nel caso di una corretta correzione medica tempestiva, l'E. coli viene rapidamente eliminato dal corpo del bambino, il che comporta una completa ripresa clinica. La questione di "come trattare Escherichia coli?" È di interesse per quasi tutti i genitori e la risposta ad essa è inequivocabile - con l'aiuto di farmaci antibatterici.

Bacilli intestinali in gravidanza

La gravidanza per il corpo femminile è un certo processo di stress fisiologico, durante il quale si manifesta una naturale diminuzione della funzione dell'apparato immunitario, che crea condizioni favorevoli alla penetrazione e alla riproduzione di vari agenti infettivi. L'esame di una donna incinta ha scoperto che l'E. coli nella vagina testimonia lo sviluppo di vaginosi batterica , pericolosa per lo sviluppo del lavoro prematuro e il passaggio del liquido amniotico, che spesso porta all'infezione del feto. I ginecologi non solo hanno registrato casi di mortalità antenatale dovuta all'infezione del feto con E. coli.

La situazione in cui il bastone intestinale nella vagina si trova in una donna è pericoloso perché si può osservare un'ulteriore diffusione del patogeno nella placenta e, attraversando la barriera feto-placenta, nel flusso sanguigno fetale con l'ulteriore sviluppo della meningite. Quando l'infezione con E. coli non è generica e il tratto urinario è segnato dalla sua ulteriore diffusione retrograda nei reni e nello sviluppo di pielonefriti. Questa circostanza diminuisce ulteriormente il lavoro dell'impianto immunitario della donna incinta, che è un contesto favorevole alla penetrazione di vari batteri e virus patogeni.

Spesso E. coli "abita" il tratto urinario di una donna anche prima dell'inizio della gravidanza, e l'attivazione diretta del patogeno si verifica a causa di una diminuzione dell'immunità. Una grande importanza per determinare l'E. coli nelle urine di una donna incinta è la correttezza del campionamento del biomateriale per ulteriori ricerche. Tra le cause più comuni di infezione del tratto urinario di una donna incinta con un E. coli, si dovrebbe notare il mancato rispetto della regolarità dell'igiene personale, l'uso costante di mutande intima - corde in materiale sintetico, contatti sessuali anali come biancheria intima.

In una situazione in cui una donna incinta ha un'astuccio intestinale nella vagina, dovrebbe essere presa in considerazione la presenza del suo agente patogeno nell'intestino, in modo che la tattica del trattamento dovrebbe essere completa. Tra le numerose manifestazioni cliniche della presenza di E. coli nella vagina della gravidanza, la più patognomonica è la presenza di secrezioni dal tratto genitale, avendo un odore spiacevole e accompagnato da prurito e bruciature pronunciate. Il trattamento della vaginosi batterica, attivato dall'attivazione di E. coli nel tratto genitale di una donna incinta, deve essere gestito esclusivamente da un ginecologo ostetrico che seleziona speciali farmaci antibatterici con un elevato livello di efficacia e non ha un effetto negativo sul feto.

E. coli nelle urine

Nel normale stato funzionale del sistema urinario in un'analisi umana dell'urina umana dovrebbe essere assolutamente sterile. E allo stesso tempo, spesso nello studio del campionamento delle urine, si può rilevare una piccola concentrazione di particelle batteriche, chiamata batteriuria. L'aspetto di una quantità minima di particelle batteriche in un'analisi batterioscopica delle urine testimonia lo sviluppo di un processo infiammatorio locale, spesso localizzato nel tratto urinario distale con una tendenza a retrogradare il rene e la ghiandola prostatica.

Nel corpo di una persona clinicamente sana, l'E. coli è un residente costante del debole intestino, quindi l'infezione del tratto urinario avviene solo quando il contenuto intestinale entra in contatto diretto con gli organi genitali esterni, che si verificano quando si lavano in modo improprio o irregolare, immunodeficienza espressa, diabete mellito. Per ridurre al minimo gli errori nell'ottenere i risultati di una prova di urina, è preferibile utilizzare un contenitore sterile e pre-trattare il tratto genitale esterno con prodotti igienici immediatamente prima di prendere l'urina. In situazioni cliniche difficili, gli urologi praticanti eseguono la raccolta delle urine mettendo un catetere nella vescica.

Nella maggior parte delle situazioni, il motivo del rinvio del paziente all'urologo e l'ulteriore ricerca dell'urina per il contenuto di E. coli è l'apparizione di disturbi disurici, sensazioni dolorose durante l'urinazione, sindrome dolorosa di dolore costante nell'addome inferiore indipendentemente dall'atto della minaccia. Nella metà maschile, i sintomi sopra descritti di E. coli nelle urine si combinano con sensazioni dolorose nel retto, che è dovuto a caratteristiche anatomiche fisiologiche.

Quando l'E. coli entra nell'urina, cambia la sua composizione qualitativa, che si manifesta con un colore bizzarro e la presenza di impurezze patologiche sotto forma di "fiocchi" e di vene sanguigne. In una situazione in cui la prevalenza di Escherichia coli è limitata e il processo infiammatorio patologico non coinvolge reni, il paziente non presenta sintomi di intossicazione. Con l'aggiunta di pielonefrite, provocata da E. coli, oltre a modifiche nell'analisi delle urine di laboratorio, esiste una sindrome del dolore pronunciata nella regione lombare, nausea, reazione a febbre della temperatura che si adatta alla clinica di "colica renale".

Come trattare Escherichia coli? Quando questo agente provoca danni al sistema urinario, dovrebbero essere utilizzate preparazioni antibatteriche del tipo parenterale in combinazione con uroseptics.

E. coli nel tampone

Numerosi studi scientifici nel campo della microbiologia hanno portato alla conclusione che l'E. coli può agire come un batterio assolutamente innocuo che abita costantemente il corpo umano, nonché un microrganismo patogeno che provoca lo sviluppo di un grave processo infiammatorio. La funzione delle specie obbligate di Escherichia coli è quella di partecipare alla sintesi della vitamina K e di prevenire l'attivazione di altri rappresentanti della microflora patogena.

Un fatto notevole è che per i microrganismi obbligati, l'E. coli si applica solo se è nel lume dell'intestino, mentre la penetrazione del patogeno in altre strutture del corpo umano inevitabilmente provoca lo sviluppo della malattia.

Ogni esame ginecologico preventivo o non previsto dovrebbe essere accompagnato dalla consegna di una striscia alla flora, che implica una valutazione della composizione della microflora vaginale, che ci permette di identificare in breve tempo il patogeno di qualsiasi patologia infiammatoria. In una donna clinicamente sana, il lattobacillus è composto del 95% della microflora vaginale e l'E. coli non è incluso nella categoria flora vaginale obbligatoria e non deve essere trovata nella macchia in condizioni normali. Inizialmente, l'infezione della vagina con un E. coli non può essere accompagnata da sintomi clinici, ma con l'ulteriore moltiplicazione dei batteri e un aumento della concentrazione, la donna ha secrezioni dal tratto genitale di natura purulenta che hanno un odore fetido.

Il risultato dell'infezione della vagina femminile con un E. coli è lo sviluppo di uno squilibrio tra la normale flora, che è inevitabilmente accompagnato dallo sviluppo di un processo infiammatorio attivo. A seconda della prevalenza del processo infiammatorio che si verifica in una donna quando identifica l'E. coli in uno strato vaginale, si sviluppa una diversa sintomatologia clinica. In assenza di una corretta correzione dei farmaci, si nota la riproduzione progressiva e la diffusione del E. coli nelle distanti strutture del sistema riproduttivo di una donna con lesioni uterine e ovariche.

Tra le ragioni più comuni per l'individuazione di Escherichia coli in uno striscio in una donna dovrebbe essere notato l'inosservanza delle misure di base per l'igiene intima, l'indossamento costante di biancheria intima di materiali sintetici, nonché il contatto sessuale anale-vaginale non protetto. Il più grande pericolo è l'individuazione di E. coli in uno strato vaginale in una donna incinta, poiché in questa situazione aumenta il rischio di infezione intranazionale e antenatale del bambino.

E. coli: diagnosi e analisi

Al fine di identificare in modo affidabile l'E. coli come agente causale del processo infettivo nel corpo umano, sono attualmente in uso una vasta gamma di metodi diagnostici di laboratorio. L'analisi più semplice e più informativa del laboratorio per la rilevazione di Escherichia coli è la batterioscopia. L'essenza del metodo consiste nel prendere il biomateriale dal paziente sotto forma di contenuto intestinale, macchia vaginale, urina o sangue, con ulteriore esame sotto un microscopio senza specifica colorazione preliminare. Se si trova un E. coli nel biomateriale, non vengono eseguiti altri test di laboratorio e nel caso di un risultato negativo si dovrebbe utilizzare un metodo batteriologico di indagine per identificare il patogeno.

L'elemento fondamentale dell'esame batteriologico del paziente per l'infezione con Escherichia coli è la semina di alta qualità del materiale biologico prelevato dal paziente in condizioni sterili su supporti specifici di nutrienti. Come tale un biomateriale può essere utilizzato feci, vomito nella forma gastroenteritica della malattia, urina - quando infettato con strutture E. coli del sistema urinario, macchia vaginale o raschiamento - quando il sistema sessuale della donna è infetto. Nella maggior parte delle situazioni, le pratiche di malattie infettive effettuano uno studio batteriologico di laboratorio combinato seguito da un antibiotogramma che implica la sensibilità di un particolare tipo di Escherichia coli a diversi gruppi di farmaci antibatterici.

In una situazione in cui il principale processo infettivo patologico provocato dall'attivazione di E. coli è localizzato nell'intestino, è necessario condurre un'ulteriore analisi dei contenuti intestinali sul grado della disbiosi. Quando si rileva un E. coli nell'urina, la conclusione di "batteriuria con l'indicazione del tipo di agente causativo" viene fatta a una concentrazione dell'agente causale superiore a 105 cfu / ml di urina. La determinazione di una concentrazione più bassa dell'agente causale è un'indicazione indiretta di una violazione della tecnologia e della sterilità durante la raccolta delle urine e costituisce la base per la re-consegna dell'analisi.

I test clinici standard di urina, sangue e sgabello sono estremamente informativi e non escludono lo sviluppo di un processo infettivo causato da altri tipi di patogeni. Nel caso di processo infiammatorio patologico cronico, a causa della presenza a lungo termine di Escherichia coli in varie strutture del corpo umano, si devono utilizzare i metodi di ricerca strumentale sotto forma di sigmoidoscopia, urografia, scansione ad ultrasuoni.

E. coli: trattamento

Le misure terapeutiche nel rilevamento di E. coli nel corpo umano sono l'uso della terapia farmacologica, nonché le misure di natura non specifiche. Così, nella maggior parte delle situazioni, il trattamento di Escherichia coli viene eseguito in ambito ambulatoriale, ad eccezione dei neonati e delle donne in gravidanza, che sono soggette a ricoveri immediati. Con la forma gastroenterica di Escherichia coli, la misura obbligatoria è la razionalizzazione del comportamento alimentare del paziente e l'osservanza della tabella dietetica n . 4 .

I farmaci per la correzione di E. coli significa l'uso a breve termine di diversi gruppi di farmaci, tuttavia il collegamento principale è la terapia antibiotica. Con la crescita della sindrome da intossicazione e disidratazione, la principale terapia farmacologica etiotropica è integrata da farmaci patogenetici.

La scelta della più efficace e più efficace preparazione antibatterica è possibile solo dopo aver ricevuto i risultati dell'antibiotogramma e, allo stadio pre-laboratorio, le categorie antibiotiche di fluorochinoloni sotto forma di ciprofloxacina o levofloxacina dovrebbero essere preferite a fini empirici. La durata della terapia antibiotica dipende in larga misura dalla forma clinica della malattia e dalla gravità delle manifestazioni di intossicazione, ma nella maggior parte delle situazioni non è più di sette giorni. Quando si assegna un farmaco antibatterico al paziente allo scopo di eliminare l'E. coli, non bisogna dimenticare le regole per valutare l'efficacia farmacologica del farmaco. Quindi, con lo sviluppo di una risposta battericida positiva entro i primi due giorni, dovrebbe essere un sollievo di manifestazioni di intossicazione, mentre la normalizzazione degli indicatori di laboratorio richiede un tempo più lungo.

La sufficiente attività farmacologica contro l'eliminazione di Escherichia coli presenta batteriofagi specifici, utilizzati esclusivamente per la forma gastroenterica della malattia. Inoltre, con lesioni del tratto intestinale degli organi del tratto gastrointestinale, la principale terapia farmacologica dovrebbe essere integrata con la nomina di preparazioni sintetiche del gruppo di probiotici sotto forma di capsula Latsidofil 1 tre volte al giorno sotto il controllo dell'analisi delle feci della disbiosi.

L'elemento fondamentale delle misure preventive per E. coli sia nei bambini sia negli adulti sono misure di natura non specifiche. Il servizio sanitario e igienico epidemiologico dovrebbe monitorare la situazione epidemica in relazione all'infezione della popolazione con E. coli e valutare l'incidenza di malattie attive. Se si trova un E. coli in un bambino che partecipa a un gruppo di bambini organizzato o che registri un'infezione nosocomiale con questo tipo di agenti patogeni, è necessario registrare una notifica di emergenza nel servizio sanitario, dopo di che è responsabilità degli epidemiologi effettuare un esame di laboratorio di tutte le persone a contatto per l'infezione da E. coli.

Attività di importanza non specificata consistono in un attento monitoraggio del rispetto delle norme di base sanitarie e igieniche negli stabilimenti di ristorazione pubblica e degli organismi di approvvigionamento idrico, dovuto alle caratteristiche specifiche della diffusione epidemiologica del patogeno. Il compito del personale medico di istituti medici è il controllo dinamico sull'osservanza del regime sanitario e igienico non solo nelle unità di trattamento, ma anche in luoghi pubblici (sala da pranzo, riposo). Al fine di minimizzare la possibilità di trasmissione nosocomiale di infezione intestinale negli ospedali di maternità e negli ospedali pediatrici, l'uso di apparecchiature mediche e prodotti per l'infanzia per uso riutilizzabile dovrebbe essere completamente escluso. Prima di nutrire il bambino all'alimentazione artificiale, è necessario disinfettare accuratamente le stoviglie mediante sterilizzazione. Il dovere di praticare gli obstetri - ginecologi è di effettuare esami preventivi di donne in gravidanza per la manutenzione nella macchia vaginale di Escherichia coli.

Nonostante il fatto che i pazienti affetti da E. coli rappresentino un pericolo epidemico per gli altri, sono ospedalizzati solo se le misure di quarantena a casa non sono possibili. I pazienti ospedalizzati devono essere scaricati solo dopo un completo miglioramento della recupero clinico in indicatori di laboratorio sotto forma di eliminazione di E. coli dai materiali biologici del paziente.

? Bacilli intestinali - quale medico aiuterà ? Se si è o si sospetta lo sviluppo di questa infezione, si dovrebbe immediatamente chiedere consiglio da tali medici come uno specialista di malattie infettive, un terapeuta.