Allergia medicinale


лекарственная аллергия фото Allergie medicinali - reazione allergica di un organismo causata da vari componenti di medicinali. Al giorno d'oggi, l'allergia ai farmaci è un problema urgente non solo di persone allergiche, ma anche dei medici che li trattano, perché sono direttamente responsabili della nomina di ciascun farmaco. Più spesso, le persone prendono medicinali stessi, basandosi su consigli ricevuti dalla pubblicità televisiva sul trattamento di una malattia particolare. Il più pericoloso e questi sono esattamente questi farmaci, e vengono rilasciati in farmacie senza la prescrizione di un medico. In quasi il 90% delle persone sensibili a questa manifestazione allergica, l'allergia medicale è causata da antibiotici (cefuroxime, penicillina), preparati di sulfanilamide (biseptolo, septina, trimetoprim) o aspirina regolare.

L'allergia dei farmaci nei bambini non è un effetto collaterale di un particolare farmaco. In realtà, questa è una reazione che è causata dall'intolleranza individuale di una sostanza particolare di farmaco. Lo sviluppo di una reazione allergica è assolutamente indipendente dalla quantità di farmaci che è entrato nel corpo, per lo sviluppo di una reazione allergica, è sufficiente una quantità veramente microscopica di una sostanza farmacologica indotta da allergeni, talvolta decine di volte inferiore alla dose terapeutica generalmente prescritta. In alcuni casi, è sufficiente inalare un paio di farmaci per sviluppare un'allergia.

L'allergia dei farmaci nella grande maggioranza dei casi si sviluppa solo dopo un contatto ripetuto con la componente farmacologica che provoca il suo sviluppo, mentre durante il primo contatto dell'immunità con il farmaco, un periodo di sensibilizzazione

Cause di un'allergia della droga

Diverse persone hanno un'allergia medicale. In un caso, è una malattia puramente professionale che si sviluppa in persone piuttosto sane a causa di un contatto prolungato con farmaci e spesso è la causa di disabilità parziale o completa. L'allergia dei farmaci più diffusa è osservata nelle persone impegnate nella produzione di medicinali e di medici. In un altro caso, LA è una complicazione del trattamento terapeutico di una certa malattia (spesso di natura allergica) e aggravante notevolmente il suo corso e può causare sia la disabilità del paziente che la morte.

Secondo le statistiche del centro per lo studio degli effetti collaterali dopo l'assunzione di farmaci, è stato riscontrato che in oltre il 70% dei casi registrati, l'effetto collaterale sui farmaci è allergia. Secondo i dati della maggior parte dei paesi partecipanti, l'allergia dei farmaci si presenta in oltre il 10% dei pazienti e questi indicatori aumentano ogni anno.

Più spesso, LA è osservata nelle donne, in relazione agli uomini 2: 1. Gli abitanti delle zone rurali allergia ai medicinali soffrono molto meno. Più spesso, LA è osservata in persone che hanno superato il limite di età di trent'anni. La risposta allergica più comune avviene dopo l'assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei, sulfonamidi, antibiotici e dopo vaccinazioni contro il tetano. Inoltre, voglio notare che per lo stesso farmaco LA può svilupparsi ripetutamente anche dopo molti anni dal primo caso.

Il più grande rischio di sviluppo di allergie di droga è sperimentato da pazienti medici a lungo termine e lavoratori dell'industria farmaceutica. Spesso, la LA è osservata in persone geneticamente predisposte, così come nei pazienti con malattie allergiche e fungine.

Le immunoglobuline, i vaccini e le preparazioni sieriche sono di natura proteica, pertanto sono allergeni a causa del fatto che sono in grado di indurre la produzione di anticorpi in modo indipendente, dopo di che andare con loro nella reazione appropriata. La stragrande maggioranza dei prodotti medici esistenti sono cosiddetti haptens, cioè sostanze che acquisiscono le loro proprietà antigeniche esclusivamente dopo l'adesione a proteine ​​o tessuti del siero. Come risultato di questa reazione, si formano anticorpi che, dopo ripetuti ingressi nel corpo dell'antigene, formano un complesso anticorpale-antigene che innesca una reazione allergica. L'allergia farmaceutica, in linea di principio, può causare qualsiasi farmaco, e purtroppo anche quelli che devono combattere!

Pseudoallergia medicinale

In alcuni casi, dopo aver preso un certo farmaco, si può sviluppare una falsa reazione allergica che nei suoi sintomi è molto simile ai sintomi dello shock anafilattico. Nonostante la somiglianza dei sintomi con l'allergia farmacologica, con una falsa reazione di sensibilizzazione allergica a un prodotto medico non si verifica e, di conseguenza, la reazione di anticorpo-antigene non si sviluppa. In questo caso, esiste un rilascio non specifico di mediatori come istamina e sostanze simili ad istamina.

Le pseudo allergie di droga, in contrasto con la vera LA, possono svilupparsi dopo la prima somministrazione del farmaco e con un'introduzione abbastanza lenta del farmaco, appare estremamente rara, perché la concentrazione nel sangue della sostanza somministrata rimane al di sotto della soglia critica e il tasso di rilascio dell'istamina non è aumentato. Con pseudoallergie di droga, i prealergotesti per la futura somministrazione di farmaci danno un risultato negativo.

Provocatori di rilascio di istamina possono essere sostituti di sangue (dextran), preparati di alcaloidi (papaverina), oppiacei, despal, polimicina B, no-shpa, ecc. Un segno indiretto di reazione pseudoallergica è l'assenza di una anamnesi allergica pesata. Uno sfondo favorevole per lo sviluppo di pseudoallergie di droga sono infezioni croniche, malattie del tratto gastrointestinale, distonia vegetovascolare, malattie epatiche, diabete mellito . Inoltre, lo sviluppo di pseudoallergia può innescare la somministrazione eccessiva di farmaci non controllati

Allergie di farmaci - sintomi

Quando si trattano con farmaci, le seguenti complicanze e reazioni del corpo sono possibili:

• Effetti indesiderati (dolore addominale, mal di testa , ecc.). Un elenco di tutti gli effetti collaterali possibili è indicato nelle istruzioni di ciascun farmaco. Ad esempio - dopo l'assunzione di antistaminici, può essere vertigini e sonnolenza

• Reazioni tossiche. Queste manifestazioni si verificano quando il dosaggio ammissibile del farmaco viene superato. Più spesso, le reazioni tossiche si sviluppano in pazienti con malattie dei reni e del fegato, come in questi casi, l'eccesso di dose del farmaco si verifica con danni ai reni e al fegato a causa del deterioramento dell'escrezione del farmaco dal corpo

• reazioni allergiche

• Reazione di annullamento. Questa reazione si verifica se il trattamento a lungo termine con alcuni farmaci viene interrotto

• Effetti secondari. Queste includono lesioni fungine delle mucose, una violazione della normale microflora intestinale e così via.

Come si verifica, l'allergia farmaci è divisa in due tipi:

• Immediata. Si verifica quasi immediatamente dopo l'amministrazione o la ricezione di una sostanza provocante. Le reazioni immediate comprendono edema allergico, orticaria e shock anafilattico. Nella maggior parte dei casi, tali reazioni si sviluppano dopo l'introduzione della penicillina, così come i suoi analoghi. A causa della struttura chimica simile degli antibiotici della penicillina, quando un'allergia di farmaci si verifica ad uno di loro, è anche possibile una reazione ad altri farmaci di questo gruppo. Subito dopo l'introduzione della penicillina, può comparire un eruzione cutanea, che si manifesta con macchie rosse che si levano sopra la superficie della pelle. Purtroppo la risposta allergica del sistema immunitario all'espulsione non può essere limitata e dopo un po 'di tempo si può sviluppare una reazione molto più grave di shock anafilattico

• Rallentato. Si verifica dopo pochi giorni e, di conseguenza, spesso è impossibile stabilire la causa esatta della reazione allergica. Rallentati cambiamenti di allergia della droga nella composizione del sangue, dolore alle articolazioni, alveari, febbre. Inoltre, pochi giorni dopo l'assunzione del farmaco, possono esserci reazioni quali: purpura, vasculite allergica, epatite allergica, nefrite allergica, linfoadenopatia, astralgia, poliartrite e malattia del siero

Allergia medicinale - trattamento

Il trattamento dell'allergia della droga deve innanzitutto cominciare con la completa cessazione del farmaco che causa l'allergia. Nel caso in cui il paziente sta prendendo un certo numero di farmaci, tutto deve essere annullato, fino a individuare l'immediato "colpevole" dell'allergia.

Spesso nei pazienti con allergia al farmaco, ci sono manifestazioni di allergia alimentare, per cui viene mostrata una dieta ipoallergenica con restrizione di spezie, prodotti affumicati, alimenti acidi, dolci e salati, nonché carboidrati. In alcuni casi, l'allergia alimentare implica la nomina di una dieta di eliminazione, che prevede l'uso di grandi quantità di tè e acqua.

Se il paziente ha un lieve grado di allergia, è già molto meglio che inizia a sentire dopo il ritiro del farmaco provocante. Nel caso in cui le allergie siano accompagnate da orticaria e angioedema, è indicato il trattamento con farmaci antihistamine (difenhidramina, suprastina, tavegil), anche se occorre tener conto della loro tollerabilità in passato. Se dopo il trattamento con antistaminici i sintomi dell'allergia della droga non diminuiscono, è indicato l'uso di iniezioni parenterali di glucocorticosteroidi.

Quando si sceglie un farmaco antihistamine dovrebbe tener conto delle proprietà di tutti i farmaci in questo gruppo. Un farmaco idealmente selezionato per allergie oltre ad un'elevata attività antiallergica dovrebbe avere un minimo di effetti collaterali quando viene preso. Questi requisiti sono più adatti ad antistaminici come Eryus, Telfast e Cetirizine.

In caso di reazioni tossiche-allergiche, i farmaci di scelta sono nuovi antistaminici come Fexofenadina e Desloratadina. Se il grave corso dell'allergia della droga è accompagnato dallo sviluppo di lesioni degli organi interni, della dermatite e della vasculite, si ottiene un buon effetto prendendo glucocorticosteroidi orali. In caso di lesioni degli organi interni, tenendo conto della probabilità di reazioni avverse e di anamnesi allergica, viene utilizzata la terapia della sindrome.

Nel caso di gravi manifestazioni allergiche ( sindrome di Lyell ), il trattamento consiste nell'applicare grandi dosi di glucocorticosteroidi, quando le iniezioni vengono somministrate ogni 5 ore. In questi casi, il trattamento è obbligatorio in un'unità specializzata di terapia intensiva, in questi pazienti si osservano gravi lesioni della pelle e degli organi interni. Inoltre, la terapia di tali condizioni implica l'attuazione di misure volte a ripristinare l'equilibrio acido-base e l'elettrolito, l'emodinamica e la disintossicazione generale del corpo.

Spesso allo stesso tempo dei danni cutanei tossici, si osserva lo sviluppo del processo infettivo, quindi viene indicata la nomina degli antibiotici e la scelta dell'antibiotico ottimale è molto difficile, in quanto è possibile sviluppare reazioni allergiche.

Al fine di disintossicare e in caso di una grande perdita di fluido, è indicata l'introduzione di soluzioni di sostituzione del plasma. Tuttavia, bisogna tener conto che queste soluzioni possono anche sviluppare una reazione allergica o pseudoallergica.

In caso di lesioni cutanee estese, i pazienti vengono trattati in condizioni assolutamente sterili come pazienti con ustioni. La pelle colpita è trattata con olio di bucce di mare o fianchi rosa, antisettici, r-rum rumori o occhi azzurri. In caso di danno alle membrane mucose, le lesioni vengono trattate con un'emulsione anti-brucia, carotolina, perossido di idrogeno. Con stomatite si applicano infusioni d'acqua di coloranti anilina, infusioni di camomilla, ecc.