Allergia alimentare


пищевая аллергия фото Allergie alimentari - una malattia abbastanza comune, manifestata da una maggiore sensibilità del corpo a determinati alimenti, quando il comune innocuo nel cibo in apparenza porta allo sviluppo di una reazione allergica. A proposito di allergia alimentare, probabilmente quasi tutte le persone hanno sentito, ma la maggior parte di loro non lo portano a malattie pericolose, e invano, perché l'allergia non è così innocua come a prima vista sembra. Un particolare tipo di cibo può contenere un numero abbastanza grande di allergeni, solitamente proteine ​​e, molto meno spesso, carboidrati e grassi. Con le allergie alimentari, la difesa immunitaria produce una quantità significativamente maggiore di anticorpi, rendendo così il corpo più reattivo, il che mette una proteina completamente innocua su un livello con un agente infettivo. Nel caso di non coinvolgere il sistema immunitario nel processo, non è un'allergia alimentare, ma una semplice intolleranza al cibo. Per quanto possa sembrare strano, la vera allergia alimentare si trova solo nel 2% circa della popolazione, la sua causa è principalmente ereditaria.

L'allergia alimentare nei bambini di solito si manifesta nei primi anni di vita e molto spesso l'allergene è albume. Quindi la maggior parte dei suoi figli "diventa troppo grande".

L'allergia alimentare negli adulti nell'80% dei casi è una condizione che i ricercatori chiamano "pseudoallergia alimentare". Questa condizione è sintomatica di una vera allergia alimentare, mentre la vera ragione risiede nella normale intolleranza di certi cibi. Inoltre, alcune persone sviluppano reazioni psicosomatiche al cibo e, di conseguenza, iniziano a considerare il cibo come un allergene a se stessi

Allergie alimentari - cause

Oggi l'allergia alimentare è più comune di qualche decennio fa. Molti ricercatori lo associano all'uso di pesticidi, inquinamento ambientale, numerosi farmaci chimici che le persone sperimentano o utilizzano durante la loro vita. È stato stimato che durante l'anno una persona è esposta all'ordine di tremila diverse sostanze chimiche, quindi non sorprende che il numero di reazioni allergiche aumenti ogni anno. Ogni giorno il nostro sistema immunitario è esposto agli effetti di varie sostanze chimiche, nonché a molecole potenzialmente tossiche inalate, ottenute con bevande e cibo. Questa incessante battaglia sovraccarica in modo significativo il fegato, determinando un aumento delle reazioni allergiche.

L'allergia alimentare ai cereali, o per essere più precisi, un'allergia al glutine, è la forma più pericolosa di allergia ed è causata da orzo, avena, segale e frumento. Soggetti celiaci non possono tollerare alcuna forma di cereali. A volte un'allergia alimentare al glutine può direttamente minacciare la vita umana, poiché il glutine in tali persone porta all'erosione delle pareti interne del tubo digerente, impedendo in tal modo l'assorbimento dei nutrienti necessari.

In un certo senso, i concetti di allergia alimentare e intolleranza alimentare sono una certa miscela e se sono simili nelle loro manifestazioni, le ragioni del loro sviluppo sono completamente diverse. L'allergia alimentare è la reazione immediata del sistema immunitario a qualsiasi stimolo, che si manifesta con la produzione di anticorpi contro agenti stranieri nel suo parere. L'intolleranza alimentare è una reazione lenta del corpo a determinati cibi, che di solito si sviluppano dopo pochi giorni e si manifestano come vari sintomi non correlati. La maggior parte dei sintomi con intolleranza alimentare in generale sono molto difficili da relazionarsi, quindi sono spesso confusi con i sintomi di malattie completamente diverse.

Il più delle volte, l'allergia alimentare si sviluppa sotto l'influenza della predisposizione ereditaria. Il rischio di sviluppare questa malattia è raddoppiato se uno dei genitori è allergico, e se è osservato in entrambi, il rischio è raddoppiato. Tuttavia, le sostanze che sono allergeni a un bambino possono differire dagli allergeni dei genitori. L'allergia alimentare non ha priorità e può svilupparsi assolutamente per qualsiasi tipo di cibo, tuttavia, gli allergeni più comuni includono noci (specialmente arachidi), grano, soia, crostacei, pesce, uova e latte. C'è anche una cosiddetta allergia crociata, che di solito si sviluppa dopo una reazione ad un certo allergene. Ad esempio, le persone che sono allergiche alle arachidi, diventano spesso allergiche ad altri fagioli (lenticchie, soia, piselli, ecc.).

Spesso le persone sviluppano allergie a sostanze chimiche come i solfiti, che vengono utilizzate per preservare il colore del cibo (verdure, frutta secca). La reazione allergica ai solfiti si manifesta con respirazione intermittente e shock allergico dopo aver mangiato cibo con il loro contenuto. Spesso i solfiti causano gravi attacchi di una malattia così grave come l'asma bronchiale

Allergie alimentari - sintomi

Dal momento che l'adozione di allergie alimentari provocanti l'allergia alla reazione allergica immediata al suo corpo può passare da pochi minuti ad alcune ore. In caso di allergie gravi, l'odore o il semplice tocco di cibo provoca una risposta allergica acuta.

I sintomi di allergie alimentari includono prurito e gonfiore della gola, della bocca e delle labbra. Il cibo irritante se ingerito nel sistema digestivo causa sintomi come diarrea , nausea, vomito e colica renale . C'è spesso arrossamento della pelle, orticaria, eczema, prurito. Alcuni pazienti sono suscettibili allo sviluppo di rinite allergica, che è caratterizzata da manifestazioni quali respirazione superficiale, tosse e naso che cola.

In alcuni casi, potrebbe esserci una cosiddetta reazione allergica ritardata, quando la sintomatologia inizia ad apparire dopo ore o addirittura giorni dopo l'ingestione dell'allergene. Se lo confrontiamo con una risposta allergica immediata, i sintomi di una reazione allergica ritardata sono meno pronunciati e possono includere asma, orticaria ed eczema.

La condizione più pericolosa, ma fortunatamente molto rara con le allergie alimentari è lo shock anafilattico. Questa condizione copre la reazione allergica di diversi sistemi e organi del corpo umano. Sintomi di shock anafilattico: riduzione della pressione sanguigna, respiro corto, gonfiore della mucosa della faringe, sudorazione, orticaria, prurito intenso. Se lo shock anafilattico non viene trattato correttamente e rapidamente, la condizione progredisce molto rapidamente, portando solitamente alla perdita di coscienza ea volte fino alla morte.

In caso di sintomi allergici ripetuti, è necessario analizzare attentamente la dieta quotidiana e annotare tutto ciò che si mangia durante il giorno, senza dimenticare di notare il modo di cucinare e la quantità di cibo che si mangia. Inoltre, dovrebbero essere registrati il ​​tempo di comparsa e la natura dei sintomi di allergia (nausea, orticaria, emicrania , prurito cutaneo, ecc.). Dopo aver fatto domanda all'allergologo, dopo aver studiato insieme a lui i dati del record delle ultime due o tre settimane, è molto probabile che sia in grado di identificare i prodotti pericolosi

Gli alimenti che causano più comunemente allergia alimentare

Uno degli allergeni più potenti è matto. Per le persone inclini alle allergie alimentari, una piccola consolazione può essere che di solito un'allergia alimentare è selettiva e una reazione allergica può essere solo a un tipo di frutta secca. A volte la sensibilità alla frutta secca è così forte che persino la loro insignificante presenza nel cioccolato o nella torta può causare una reazione acuta.

I potenziali allergeni sono bacche, frutta e verdura. I più attivi: ribes nero, more, lamponi, fragole, limoni, mandarini, pesche, meloni, cipolle, piselli, pomodori.

La carne, nonostante il suo elevato contenuto proteico, raramente causa una reazione allergica, con carne di agnello e di manzo un po 'più rara, ma carne di cavallo, pollo e maiale sono più spesso. A causa della diversa composizione proteica, i pazienti con allergia alimentare a maiale e agnello possono tranquillamente mangiare carne di manzo.

Inoltre, le allergie alimentari possono essere causate da pesce e frutti di mare, che è particolarmente comune tra le persone che vivono nelle zone costiere. Alcuni pazienti hanno quindi una maggiore sensibilità, quando anche dall'odore di pesce sviluppano il soffocamento. Per i pesci marini, l'allergia si sviluppa molto più spesso. Ci sono casi di intolleranza al gambero, gamberi, caviale e prodotti da loro cucinati.

Molto spesso, le allergie alimentari sono causate dal consumo di uova di gallina e la sensibilità dell'organismo all'allergene è così alta che a volte panini o biscotti ordinari, in cui l'uovo è presente, possono causare sintomi allergici luminosi. Le uova alla coque provocano allergia alimentare più spesso delle omelette e delle uova sode. In alcuni casi, l'allergia alimentare all'uovo può essere combinata con una reazione allergica alla carne di pollo.

La causa più comune di allergie alimentari nei bambini è il latte vaccino. Con l'età, c'è una diminuzione della sensibilità al latte come allergene. Le proprietà sensibilizzanti del latte indeboliscono l'ebollizione

Allergia alimentare - trattamento

Nel caso in cui il trattamento delle allergie alimentari non inizi in tempo, nel corso del tempo potrebbero verificarsi i più forti fenomeni di dermatite allergica. Inoltre, lo spettro degli allergeni verrà costantemente ampliato. Dopo due o tre anni, un'allergia alimentare può coinvolgere l'allergia ai pollini, e successivamente quella domestica (per cosmetici, peli di animali, polvere, ecc.). Spesso la malattia colpisce il sistema respiratorio, porta all'asma bronchiale, colpisce altri sistemi e organi.

Il trattamento dell'allergia alimentare è principalmente per ridurre l'intossicazione del corpo, che utilizza i farmaci assorbenti (eubicore, lattofiltrum, filtro, enterosgel) e antiallergici (antistaminici) che non causano effetti collaterali (telephrast, claritina, kestin). Questi farmaci devono essere assunti rigorosamente secondo la prescrizione del medico.

L'allergia alimentare implica una completa eliminazione dalla dieta di un allergene pericoloso. Se questo non è possibile, allora è possibile adattarsi all'allergene. Quindi, ad esempio, fino a un anno e mezzo il bambino preferisce non dare ovviamente prodotti allergenici (frutti di mare, miele, noci, cioccolato, uova di gallina, latte di mucca). Dopo aver raggiunto questa età, puoi usarli, ma dovresti iniziare con dosi minime (cucchiaino incompleto). Di conseguenza, il corpo inizia gradualmente ad abituarsi a un alimento potenzialmente pericoloso e non a reagire alla presenza di allergeni.

Sfortunatamente, l'umore allergico rimane nel corpo per il resto della sua vita, e se l'allergia alimentare si manifesterà successivamente, dipende direttamente dalla nutrizione, dallo stile di vita, dalle difese immunitarie e dal luogo di residenza. Fino a tre anni, i bambini con allergie dovrebbero essere nutriti esclusivamente con prodotti naturali. Con l'aumento tempestivo dell'immunità e una corretta alimentazione, le reazioni allergiche possono essere eliminate.

Utilizzato per farmaci non soggetti a prescrizione di allergie alimentari: Fenistil 24, Fenistil, sciroppo di Erius, Erius, Parlazin, Lomilan, Clarotadine, Claritin, Zodak, Zirtek, Allertec.