Nutrizione per le allergie


питание при аллергии фото L'organizzazione di una dieta adeguata ed equilibrata per le malattie allergiche è un aspetto estremamente importante della vita di una persona allergica. Ciò è dovuto al fatto che i prodotti alimentari moderni contengono una quantità veramente enorme vari additivi organici e chimici che possono causare lo sviluppo di una reazione allergica. Le sostanze naturali contenute nei prodotti inoltre spesso causano la risposta immunitaria allergica del corpo. Negli ultimi anni, l'allergia alimentare è diventata molto diffusa, quindi una corretta alimentazione nutrizionale può migliorare la condizione generale del paziente, ridurre la frequenza di esacerbazioni delle allergie e ridurre significativamente il numero di farmaci presi.

Il grado di allergenicità di vari alimenti è abbastanza variabile. Quando alcuni prodotti causano reazioni allergiche estremamente raramente, altri - spesso abbastanza. Per fare la giusta dieta ipoallergenica è estremamente importante sapere a quale gruppo allergenico i cibi appartengono.

Le reazioni allergiche più comuni sono note per i seguenti alimenti: prodotti lattiero-caseari, latte vaccino, grano, mais, uova, miele, noci, lieviti, pesce, frutti di mare.

L'uso di soia, maiale, grano saraceno, pomodori, patate, piselli, barbabietole, carote, melanzane, aglio, bacche (spesso fragole), cocco, meloni, agrumi, pepe nero e rosso, burro di arachidi, bevande alcoliche e caffè.

Molto raramente la reazione allergica è causata da: formaggio, funghi, manzo, piselli, sedano, spinaci, angurie, banane, spezie, prugne, prugne, albicocche, ciliegie, vitamine, ribes nero e vari prodotti chimici in acqua potabile.

In alcuni casi i seguenti alimenti causano allergie: zucca, orzo, segale, avena, agnello, mele, albicocche, mirtilli rossi, uva, uva spina, ciliegie, pesche, more, uva passa, ananas e vaniglia.

I prodotti alimentari allo sviluppo di una reazione allergica possono portare in modo indipendente e in combinazione (manifestazioni allergiche causano diversi componenti contemporaneamente). Le più pronunciate sono reazioni allergiche, che portano ad un singolo prodotto o ingrediente. Tuttavia, i prodotti combinati spesso non sono costituiti dalle sostanze più utili. Ad esempio, nella composizione di varie miscele di carne e di noci, spuntini, pasta e pasti, esistono così tanti oli e grassi vegetali che anche un sistema digestivo assolutamente sano presenta spesso difficoltà nel loro trattamento.

Le varietà di polveri di pollame, pesce e carne hanno proprietà molto più allergeniche rispetto alle loro controparti meno grasse. Allo stesso modo, le proprietà allergeniche sono più pronunciate nei prodotti ittici marini che nel fiume.

Le persone inclini alle allergie alle uova di gallina possono spesso mangiare abbastanza bene quaglie e uova d'anatra. L'allergia al latte vaccino non si traduce in un'allergia al burro, yogurt, kefir, ricotta e panna acida. Più spesso, il trattamento termico del prodotto riduce notevolmente la quantità di allergenico contenuto, ma ciò non influisce affatto sul latte, Il latte fresco è molto più facilmente trasportato di latte bollito.

Quando è allergico a frutta e verdura, si consiglia di utilizzarli in stufato e / o in forma bollita. Inoltre, se c'è una reazione allergica alla frutta fresca, dovresti smettere di usare frutta secca. Diversi frutti e verdure hanno un certo segno di allergenicità, in base alle caratteristiche del colore del prodotto. Pertanto, le proprietà allergeniche più pronunciate sono osservate nei prodotti di colore rosso, viola e marrone e con colore giallo e arancione - l'allergenicità è meno pronunciata. Su frutta e verdura di colore bianco e verde, la reazione allergica avviene in casi isolati.

Per creare la giusta dieta individuale è necessario determinare con precisione l'allergenico alimentare, per il quale viene utilizzata la cosiddetta dieta di eliminazione, il cui inizio è un rifiuto totale di mangiare eventuali alimenti allergici. A questo punto, una persona affetta da allergie pulisce gli intestini. Il periodo di cessazione di un alimento allergico è caratterizzato da un peggioramento dell'umore, da stanchezza generale, dolore nelle articolazioni e nei muscoli, irritabilità, piangere e mal di testa. Se questa sintomatologia è espressa in modo molto chiaro, si consiglia di consumare una grande quantità (3 o più litri) di acqua bollita filtrata separatamente dall'assunzione di cibo. Ed è acqua, non composta, né tè né altro liquido! L'acqua deve essere bevuta in piccole porzioni, spesso, ma non più di 200 ml alla volta. Contemporaneamente all'aumento dell'assunzione di acqua, il consumo di sale dovrebbe essere ridotto al minimo. Inoltre, si raccomanda che i clisteri siano usati per purificare il corpo e ridurre i sintomi spiacevoli. La prima fase della dieta viene effettuata fino al momento in cui la condizione del paziente è notevolmente normalizzata e solo dopo la terminazione di sintomi sfavorevoli è possibile passare alla seconda fase della dieta.

Nella seconda fase della dieta, con allergie, vengono introdotti prodotti alimentari, a cui l'organismo del paziente ha risposto con una reazione allergica. L'introduzione di prodotti alimentari avviene gradualmente, non più di un presunto prodotto allergico al giorno. Nel processo di utilizzo di questi prodotti viene riservata particolare attenzione ai cambiamenti della frequenza cardiaca e delle manifestazioni allergiche

Nutrizione per allergie durante un'esacerbazione

Nelle persone affette da malattie allergiche di persone, una caratteristica fisiologica è la propensione a varie manifestazioni allergiche. Durante l'esacerbazione la situazione diventa la più acuta e qualsiasi irritazione anche lieve può aumentare seriamente le manifestazioni allergiche e talvolta manifestarsi con una nuova reazione allergica. A causa di questo, durante una esacerbazione le raccomandazioni alimentari sono molto rigide e simili per tutte le malattie allergiche. Di seguito riportiamo un elenco di prodotti vietati e consentiti.

: жареные, соленые и острые блюда; Completamente esclusi : piatti fritti, salati e piccanti; brodi; Prodotti affumicati, spezie, prodotti gastronomici e salsiccia; frutti di mare, caviale e pesce; fegato; formaggi lavorati e affilati; ketchup, maionese e gelati; uova, noci e funghi; cetrioli salati, crauti, pepe bulgaro, pomodori, spinaci, crostacei, ravanelli e ravanelli; anguria, melone, ananas, spina di mare, kiwi, uva, melograni, pesche, albicocche, fragole, lamponi, fragole e agrumi; margarina e grassi refrattari; kvass e frutta bevande gassate; torte, torte, caramelle, pastiglie, caramelle e miele; qualsiasi tipo di gomma da masticare.

: хлеб и макаронные изделия из муки высших сортов; Significativamente limitato al consumo : pane e pasta da farina di gradi superiori; semola; yogurt, formaggio, panna acida e latte intero; burro, pollo e agnello; aglio, cipolle, barbabietole, rape e carote; brodo di rosa selvatica, more, mirtilli rossi, banane, ribes nero, ciliegie.

: кисломолочные продукты (йогурты без добавок, биокефир, кефир и пр.), крупы (кроме манной), постное мясо (индейка, кролик, говядина), неострые сорта сыра, стручковая фасоль, молодой зеленый горошек, зелень укропа и петрушки, светлая тыква, патиссоны, кабачки, все виды капусты; Data la tolleranza individuale, consigliata per l'uso : prodotti a base di latte (yogurt senza additivi, biocirf, kefir ecc.), Cereali (tranne manna), carni magre (tacchino, coniglio, manzo), formaggi lievemente bolliti, verdi di aneto e prezzemolo, zucca leggera, squash, zucchine, tutti i tipi di cavolo; uva spina, ribes rosso e bianco, varietà leggera di prugne e ciliegie dolci, pere bianche e verdi e mele; olio vegetale raffinato deodorizzato, burro fuso; fiocchi di mais senza zucchero e bastoncini, pane di pane, pane di grano di grado II.

La durata della dieta per l'esacerbazione delle malattie allergiche è da sette a dieci giorni, dopo di che, seguendo le raccomandazioni del medico, è necessario passare gradualmente ad una dieta individuale ipoallergenica

Dieta al di fuori del periodo di esacerbazione

Dal periodo di esacerbazione, si raccomanda ai pazienti di seguire le seguenti regole dietetiche:

• È necessario introdurre nuovi prodotti nella dieta con estrema cautela, preferibilmente in presenza di parenti o conoscenti che, in caso di reazione allergica acuta, potrebbero fornire il primo soccorso necessario

• Un allergologo dovrebbe concordare un elenco di prodotti vietati e consentiti per la cui precisa determinazione in alcuni casi è possibile effettuare una prova di pelle allergie o un test di sangue per la presenza di immunoglobuline specifiche

• Il cibo deve essere preparato in modo indipendente, necessariamente dalle materie prime grezze. Il pesce e la carne devono essere acquistati solo da pezzi

• Se possibile, eliminare completamente l'uso di prodotti semilavorati, salse, maionese e prodotti in scatola

• Prima di mangiare, preparato da sconosciuti, si dovrebbe leggere attentamente la sua composizione e nel caso del minimo sospetto di ingredienti allergici per abbandonare il consumo

La nutrizione per le allergie nei bambini e negli adulti non è diversa. Se il bambino ha manifestazioni allergiche, la sua nutrizione deve essere monitorata con molta attenzione. Per escludere l'occasionale uso di un allergene provocatorio in un asilo o in una scuola, il bambino dovrebbe essere dotato di una scheda speciale con un elenco di prodotti vietati, spiegando chiaramente che questo non è un capriccio di genitori, ma una necessità vitale. Gli insegnanti, gli insegnanti e gli operai della cucina devono anche essere informati dell'allergia del bambino a determinati alimenti o sostanze. Se non c'è completa fiducia nelle colonne scolastiche, è necessario che il bambino cuoci a casa e lo dia in un contenitore di plastica alimentare.